Cerca nel quotidiano:


Gli Etruschi pensano già alla prossima stagione

Giovedì 16 Giugno 2016 — 17:12

Mediagallery

La festa di fine stagione degli Etruschi Livorno, andata in scena sabato sera nell’impianto ‘Tamberi’ è iniziata con il concerto del gruppo musicale livornese ‘Ice Scream’, è proseguita con la premiazione di tutte le rappresentative verde-amaranto e con la classica cena sociale, per concludersi con la significativa visita del sindaco Filippo Nogarin.
Il primo cittadino, presentatosi (a sorpresa) alla club house intorno alle 22,30, ha così potuto constatare il numero crescente di giocatori, tecnici e appassionati che ruotano intorno alla galassia degli Etruschi e si è sincerato di persona della situazione del campo di via Russo. Con la sua visita, Nogarin ha potuto valutare di persona la possibilità di mettere in atto il progetto di riqualificazione dell’impianto ‘Tamberi’ presentatogli nei giorni scorsi.
La nuova struttura prevede la costruzione di nuovi spogliatoi, uffici, tribuna, club house a costi zero per l’amministrazione comunale: le spese saranno interamente coperte dai finanziamenti della Federazione Italiana Rugby e dalla società Etruschi. Proprio la collocazione del proprio quartier generale, nella zona nord della città, rende particolarmente delicato ed importante, a livello sociale, l‘opera della società presieduta da Carlo Ghiozzi. Il sodalizio verde-amaranto non si limita a promuovere il gioco del rugby in tutte le categorie, dagli under 6 alla prima squadra, ma si è da tempo attivata anche per aiutare alcuni atleti che affrontano situazioni di disagio. Alcuni atleti delle under in difficoltà economiche non pagano la quota stagionale normalmente prevista.

Per una quindicina di atleti under 12 e under 14 sono gli stessi dirigenti ad effettuare un servizio navetta: tali ragazzi sono portati da casa al campo (e viceversa) per allenamenti e partite. “Con il tempo, passo dopo passo, abbiamo migliorato – illustra Ghiozzi – i servizi che l’impianto ‘Tamberi’ può offrire. Abbiamo affiancato al rettangolo di gioco ed agli spogliatoi, un’organizzata club house e una vera e propria segreteria. L’impianto è situato nella zona nord di Livorno e, al di là della sua funzione prettamente sportiva, è diventato un importantissimo punto di riferimento, anche a livello sociale, all’interno di un’area della città che purtroppo vive una profonda crisi. Negli ultimi anni, nel promuovere la nostra attività, abbiamo lavorato a contatto con le scuole dell’obbligo della zona settentrionale della città ed abbiamo toccato con mano situazioni davvero difficili. Da veri rugbisti non abbiamo voltato le spalle alle famiglie dei giovani con questi problemi. Abbiamo deciso di accogliere questi ragazzi desiderosi di iniziare l’attività della palla ovale nelle nostre squadre e li aiutiamo concretamente”.

La serata di sabato, prima della visita del sindaco Nogarin, si era concentrata sulla premiazione di tutte le formazioni. Chiamate sul palco, allestito in mezzo al campo, in rapida successione, la squadra under 6 (capace di vincere i tornei ‘Città di Livorno’ e ‘Città di Modena’), under 8, under 10, under 12, under 14, tutto lo staff del Granducato Livorno (il sodalizio sinergico, attivo nelle categorie under 16 e under 18, nato grazie alla collaborazione fra gli stessi Etruschi e i Lions Livorno) ed infine la prima squadra verde-amaranto, targata Fulgida (protagonista nella C regionale). La festa ha permesso di tirare le somme della positiva stagione e di gettare le basi per il prossimo futuro: sotto la guida tecnica del nuovo allenatore Daniele Conflitto, la prima squadra labronica sta già effettuando una volta alla settimana – a ritmi blandi, naturalmente – sedute in vista della stagione 2016/17.

Riproduzione riservata ©

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Dichiaro di aver letto, ai sensi dell'art. 13 D.Lgs 196/2003 e degli art. 13 e 14 del Regolamento (UE) 2016/679, l'Informativa sulla Privacy e di autorizzare il trattamento dei miei dati personali.
Il commento e il nick name da lei inseriti potranno essere pubblicati solo previa lettura da parte della redazione. La redazione si riserva il diritto di non pubblicare o pubblicare moderandolo sia il commento che il nick name. Se acconsente prema il bottone qui sotto “commenta l’articolo”.