Cerca nel quotidiano:


Il no degli albergatori al possibile aumento della tassa di soggiorno

Gli albergatori Confcommercio, uniti contro il possibile aumento della tassa di soggiorno, chiedono di tornare entro fine 2019 al precedente tariffario

Martedì 17 Dicembre 2019 — 11:49

di Jessica Bueno

Mediagallery

“Così facciamo scappare i turisti!”. Questo è il grido di protesta che infiamma gli albergatori livornesi a fronte di un possibile aumento della tassa di soggiorno. “Ci siamo impegnati al massimo, fin da subito, per promuovere la mostra su Modigliani – spiega Alessio Carraresi, presidente Confcommercio Livorno – L’abbiamo pubblicizzata in negozi, hotel, ristoranti. Ma secondo noi la mostra, seppur significativa, non porta i turisti a stazionare in città. Di conseguenza non siamo d’accordo nell’aumentare la tassa di soggiorno, per altro in una stagione dell’anno in cui i ricavi e i profitti sono molto bassi e le strutture rimangono aperte solo perché credono nella potenzialità della destagionalizzazione e nell’immagine di una città sempre pronta all’accoglienza. Secondo i dati raccolti, fino ad ora i turisti che hanno pernottato a Livorno in occasione della mostra di Modigliani dal giorno dell’inaugurazione ad oggi sono stati inferiori a quelli registrati in occasioni di eventi come il recente concerto di Renato Zero. Si parla tanto di allungare la stagione e di trattenere i turisti per tempi più lunghi. Questa scelta va nel senso opposto spingendo l’albergatore alla politica del sottocosto. Andremo a collocarci al secondo posto nella classifica toscana della tassa di soggiorno dietro a Firenze, vicino a Venezia e Milano”. “Il turismo a Livorno è molto contratto – aggiunge il presidente Albergatori Confcommercio Gianni Vignoli – Molti dei nostri alberghi non riuscendo a far fronte alle spese di gestione si “trasformano” in strutture stagionali tendenza che in ogni Regione si terrebbe ad invertire per il bene dell’economia e dell’occupazione. Invitiamo il Comune a ripensarci anche perché quando la mostra finirà l’aumento della tassa di soggiorno rimarrà oppure no?”.

Riproduzione riservata ©

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Dichiaro di aver letto, ai sensi dell'art. 13 D.Lgs 196/2003 e degli art. 13 e 14 del Regolamento (UE) 2016/679, l'Informativa sulla Privacy e di autorizzare il trattamento dei miei dati personali.
Il commento e il nick name da lei inseriti potranno essere pubblicati solo previa lettura da parte della redazione. La redazione si riserva il diritto di non pubblicare o pubblicare moderandolo sia il commento che il nick name. Se acconsente prema il bottone qui sotto “commenta l’articolo”.