Cerca nel quotidiano:


In Fortezza si va a caccia di Pokemon

Su Facebook sono nati 3 gruppi di intrattenimento dove gestire i mostriciattoli catturati, scambiarsi opinioni e fare domande: sono aperti a tutti e ognuno sceglie il proprio

Martedì 2 Agosto 2016 — 14:50

Mediagallery

È il gioco del momento, un divertimento trasversale che coinvolge generazioni di giovani e meno giovani di ogni parte del mondo. Stiamo parlando di Pokemon Go, un videogioco di tipo free-to-play basato su realtà aumentata geolocalizzata con Gps, sviluppato da Niantic per i sistemi operativi mobili Ios e Android, creato con la collaborazione di Game Freak, The Pokémon Company e Nintendo. Questo fenomeno è diventato virale un po’ ovunque, ma a Livorno in particolar modo. Capita spessissimo, infatti, di imbattersi in ragazzi e adulti che girovagano per la strada con il proprio smartphone in mano alla ricerca di Pokemon. Che sia un Charmender, un Togepi o un Rattata, l’importante è catturarli tutti. «Gotta Catch ‘Em All», che tradotto significa «Acchiappali tutti», era il motto della prima serie che i livornesi sembrano aver fatto proprio. Una passione sfrenata, più che una semplice moda dell’estate, tant’è che su Facebook è nato addirittura un gruppo di intrattenimento dove gestire i mostriciattoli catturati, scambiarsi opinioni e fare domande. “Tutti facevano la stessa cosa – spiegano i gestori della pagina Matteo Abbate e Serena Sardelli – ma nessuno si confrontava con gli altri. Noi, invece, vogliamo gestire le persone che giocano a Pokemon Go per evitare che ognuno lo faccia in modo singolo. La socializzazione, infatti, è fondamentale. È importante comunicare con gli altri, non solo in funzione del videogioco, ma soprattutto per fare “gruppo”. Vogliamo che da questo fenomeno, che prima o poi passerà di moda, nascano amicizie che rimangano nel tempo”. I due ideatori della pagina hanno creato 3 gruppi online aperti a tutti e ognuno sceglie il proprio.

“Basandoci sui tre vecchi videogiochi del Game Boy Color, abbiamo diviso i partecipanti nel gruppo Blu, Rosso e Giallo. Ci sono tre capigruppo e noi ci rapportiamo con loro per gestire raduni, rispondere alle domande o comunicare utili informazioni. Sul sito internet www.pokemongolivorno.altravista.org esiste anche una chat. Tra i gruppi, comunque, non esiste rivalità perché questo non è un gioco di strategia individuale, non ci sono appostamenti. Tutti possono catturare gli stessi Pokemon”. Per questo, tutti i giovedì di agosto in Fortezza Vecchia andrà in scena una serata dedicata a Pokemon Go. “Abbiamo organizzato quattro incontri, il primo sarà giovedì 4 agosto, nel piazzale della Fortezza subito dopo la Quadratura dei Pisani. Lì abbiamo fissato un’esca per rendere più facile trovare i Pokemon. All’altezza della chiesetta, invece, ci sarà un Pokestop. A fine serata consegneremo dei premi all’allenatore che sarà stato più bravo”. Inoltre gli organizzatori hanno anche inventato il marchio ufficiale di Pokemon Go Livorno.

Riproduzione riservata ©

2 commenti

 
  1. # Accio

    E dovete andà ma alla ricerca della ….. Qui si sta andando fuori di cervello!!!

    1. # Severo ma giusto!

      Aridaje col “neo alternativo” che deve sbandierare ai quattro venti cosa devono fare gli altri.

      Pensa alla tua di ricerca, che stando tutto il giorno a criticare gli altri davanti ad un monitor ne vedi poca! 😉