Cerca nel quotidiano:


Arte di strada in Venezia

La street art colpisce ancora il quartiere Venezia. Ecco le recenti opere apparse sui muri del rione

Martedì 21 Giugno 2016 — 07:13

di Giacomo Niccolini

Un vero e proprio museo a cielo aperto. Se non apre il museo civico da tanto tempo promesso e da tanto tempo in “working progress” in piazza del Luogo Pio ecco che ci pensano gli artisti a colorare, dipingere, scolpire e appendere per le vie della Venezia. Ecco che sui muri del quartiere spuntano fogli A4 e manifesti attaccati ai muri di un gruppo artistico denominato “Sto*disegnando”. Un collettivo d’arte, di cui fa parte anche una nostra concittadina, che ha il suo fulcro a Milano ma non disdegna, come in questo caso “raid artistici” in altre città. Accanto a “Sto*disegnando” ecco che appare un altro gruppo di artisti che utilizzano la strada come tele e piedistalli: “Ubran Solid”.  Di questi artisti del nord italia sono invece le installazioni che “escono” dai muri di via delle street art (2)Acciughe: un volto che emerge da una tv e un maxi orecchio. Sculture di gesso “fresche fresche” che hanno adornato la Venezia in queste ultime ore.
Non è la prima volta che lo storico quartiere di Livorno si trasforma in vetrina per artisti. Ci furono le scarpe volantilegate ai fili della luce, ci fu l’artista “del cuoricino” e dei “palloncini” Exit, venne Clet a dipingere qualche cartello stradale per non parlare dei murales sul muro di legno di piazza del Luogo Pio. Insomma la Venezia si dimostra un ottimo teatro dove dar libero sfogo all’arte. E se davvero venisse istituito dall’amministrazione comunale un luogo in Venezia per l’arte libera? Voi cosa ne pensate?
Dite la vostra lasciando un commento sotto all’articolo.

Riproduzione riservata ©

26 commenti

 
  1. # Alla Frutta

    Bellino. Folklore e arte grafica. Per me un rione grigio come venezia ha bisogno di un po’ di colore.

  2. # mirko

    andate ad imbrattare i muri e le facciate di casa vostra.
    Avete mai provato a pagare le fatture per rifare la facciata di un palazzo?

    1. # PITTARO

      in effetti hai proprio ragione…. sono migliori le scritte sui muri….

  3. # I politici lucrano sui clandestini.

    Sono d’accordo, ma non libera iniziativa, si perde la qualità. E’ necessario selezionare gli artisti e gli interventi. Cio significa programmazione, selezione, scelta.

    1. # Video Killed the Radio Star

      Proponi la morte dell’arte insomma…

  4. # Gigi

    ora addirittura “opere d’arte”…..un “vero e proprio museo a cielo aperto”…accidenti!

  5. # Nerd

    Con quanta leggerezza si usa la parola opera d’arte per indicare una composizione creativa. Questo è proprio ciò che uccide l’arte.

  6. # BRUNO

    …l’arte e’ così…nasce spontanea, e’ qualcosa che hai dentro e riesci ad esternarla con un qualcosa che all’apparenza sembrerebbe solo “un’imbrattamento di un muro”….anzi, artisti si nasce e l’arte in qualsiasi forma va interpretata da chi la intende, sarebbe come iscriversi all’istituto d’arte e non saper dipingere o disegnare perche’ “credevi” che in quell’istituto ti avrebbero insegnato a farlo…..magari saresti stato un ottimo ragioniere ed un pessimo artista, ma questo non potevi saperlo, sicuramente l’autore di queste opere sono destinati a rimanere nell’ombra perche’ in una citta’ come Livorno dove prevalgono solo i beni materiali (Mangiare, pizzerie,ristoranti, ciabatte, mare ed amore per le barche ed il gelato con passeggiata alla terrazza) l’arte non verra’ mai giudicata e rivalutata con serieta’, basta vedere il degrado dei monumenti che abbiamo e che fanno la storia di Livorno e rimarra’ sempre per la citta’ labronica un qualcosa di second’ordine quindi sottovalutato. Perche’ ignorare le mostre di artisti di fama mondiale che fanno delle vere e proprio ciofeche dal valore inestimabile solo perche’ hanno un nome ed una firma? Siamo sicuri che anche loro non abbiano cominciato proprio così come i nostri artisti “improvvisati” livornesi? Portate rispetto verso l’arte e qualsiasi forma che viene creata con essa: Statene pur certi, ogni opera ha una sua interpretazione, nulla e’ creato a caso. Anche le opere del grande Picasso all’apparenza sembravano scarabocchi, riflettete prima di giudicare un qualcosa che non vi trovera’ mai partecipi e concordi.

    1. # Teseo

      Mi scusi, Bruno, ma l’arte è sudore e dolore; e non basta, perché il risultato deve essere il bello. Non si fidi di quelli che promuovono il brutto con la scusa che tutto è arte, si tratta solo di furbi che non vogliono faticare. Si, siamo tutti artisti… Picasso prima del cubismo era formale, ma forse capiva di non arrivare ad alti livelli.. e così pensò al cubismo e qualcuno ebbe interesse ad osannarlo per far soldi e nello stesso tempo rendere l’arte brutta. Si, i grandi artisti contemporanei fanno proprio delle ciofeche, come dice lei; ma non è un buon motivo per imitarli.

      1. # Dario

        Hai detto una cosa errata, l’arte non è il bello ma è comunicazione. L’arte del rinascimento io l’adoro ma il cubismo e l’espressionismo a me non piacciono ma riconosco che è pur sempre da considerarsi arte. La street art è sopratutto comunicazione, non tutti la percepiscono con le stesse sensazioni ed emozioni ma è pur sempre arte. Gli stessi graffiti rupestri lo sono. Vi lasciate ingannare dal mercato economico delle opere che è tutt’altra cosa

        1. # Diego

          Ottimo intervento Dario, la penso anch’io come lei.

        2. # teseo

          Negativo, Dario (e Diego). L’arte è arte – la comunicazione è comunicazione. Altrimenti io sono lei e lei è me. Cosa che non è.

      2. # francesca

        Il bello e il brutto è secondo la sua autorevole opinione, immagino.
        Per me tutto ciò è molto bello, quindi io affermo senza ombra di dubbio (un po’ come ha fatto lei saccentemente) che questa sia arte. E della più fina.

  7. # anna

    invece di ringraziare gli autori che partecipano a rendere questa citta’ un po’ piu’ viva…leggo solo critiche, personalmente dico:
    FORZA RAGAZZI, DATECI DENTRO…..SVEGLIAMO QUESTA CITTA’ CON I VOSTRI COLORI E LE VOSTRE OPERE .!!

  8. # mirko

    ….si si… ma fatela su i muri di casa vostra, non sul mio

    1. # sandro

      BOIA MIRKO! L’ hai capita alla prima!! COMPLIMENTONI!!!!

  9. # Martina

    A me non mi sembrate tanto normali!!! le foto le avete viste prima di giudicare??? non hanno scritto sui muri quindi cosa cavolo vi lamentate??? Siete vecchi dentro e pronti a giudicare sempre e solo l’apparenza senza ad andare nel profondo siete superficiali e mi vergogno che nella mia città ci sia così tanta superficialità….FORZA RAGAZZI CONTINUATE COSì SONO DEI LAVORI SPLENDIDI!!!!

  10. # BENITO

    CHE RAZZA DI SCHIFEZZE… DEGRADO SU DEGRADO….

    1. # MAInero

      Si Benito certo….purga e manganellate a questi ragazzi cattivelli!!

  11. # Teseo

    A qualcuno può anche piacere il sudiciume, nulla da dire, in casa sua faccia quello che gli pare. Ma la città è casa di TUTTI, e visto che c’è un regime democratico, bisogna rispettare tutti Qualcuno dovrebbe far rispettare la legge. Non solo multe, ma anche obbligare a pulire.

  12. # freefreee

    si ! ma l’arte non va’ fatta sui muri degli altri , se questi si sentono degli artisti , che facciano co
    me tutti , dipingano su delle tele o altro materiale che possa essere rimovibile per poterlo esporre a mostre , altrimenti , sono solo imbrattatori e nulla più

  13. # freefreee

    o martina ! ma cosa dici ! “la mia città come se fosse solo casa tua “ma dai retta fatti vedere che è meglio o seenò vai a vivere nella cashba in algeria può darsi che li ti ci trovi a tuo agio

    1. # Martina

      Certo è anche mia città e la cosa triste è condividerla con gente come te.. In Algeria dovresti viverci te… dovresti cambiarti anche il nome forse non lo sai ma free in inglese significa libero… Ma te invece mi sembri represso… E da uno bravo ti dovresti far vedere te che mi sembri depresso e con la mente limitata ?…sai non saprei chi consigliarti perche non ne conosco a sicuramente te avrai un bagaglio di esperienza in questo settore

  14. # mirko

    se un artsta vuol far vedere al mondo le proprie opere, affitta uno spazio, una galleria, pertecipa ad un concorso ad una mostra etc etc… e le espone. Non deve pretendere di invadere luoghi che son di tutti o ancor peggio di privati per esporre le proprie opere belle o brutte che esse siano.
    Si prega quindi chi di dovere di far rispettare la legge.

  15. # Marco

    Personalmente apprezzo anche questi -diciamo- interventi artistici, molto meno le inutili firme dei writer che si vedono sotto e che in città sono ovunque

    In effetti la cosa che più mi colpisce è che per poter mettere qualcosa su un muro si deve andare sopra ad altre scritte, da tante sono!!

  16. # teseo

    Avete tutti le idee un po’ confuse da quando qualcuno ha pensato di bombardare e distruggere il vostro istintivo senso del bello. Non a caso la cosiddetta arte moderna è stata finanziata (si, finanziata) dai Rockefeller e altri straricconi americani – gli stessi che hanno finanziato i bombardamenti sulle città d’arte italiane – salvo poi ad accaparrarsi qualche capolavoro rinascimentale delle nostre parti in via del tutto illegale. Se mi date del bugiardo, dimostratelo.