Cerca nel quotidiano:


Villa Maria, ospiti gli attori Cioni, Favilla e Marmi

Appuntamento venerdì 4 settembre alle 18,30 per il terzo incontro della rassegna del Comune di Livorno promossa dalla Biblioteca Labronica di Villa Maria e organizzato da Coop. Itinera

Lunedì 31 Agosto 2020 — 11:40

Mediagallery

Ultimo appuntamento sabato 12 settembre alle 18.30: "L'allestimento del set con Stefano Giambanco, scenografo e costumista". Conduce Valentina La Salvia

Venerdì 4 settembre alle 18.30 si terrà il terzo incontro della rassegna del Comune di Livorno promossa dalla Biblioteca Labronica di Villa Maria e organizzata da Coop. Itinera e dedicata ai mestieri del cinema. Tre ospiti esilaranti per parlare del mestiere dell’attore tra cinema e fiction: Paolo Cioni, Guglielmo Favilla e Daniele Marmi.
Comici e attori di teatro, il trio così composto è conosciuto ai più per i loro personaggi nella fiction “I delitti del BarLume”, serie tratta dai romanzi di Malvaldi, per la regia di Roan Johson: Paolo Cioni è Marco Pardini detto “Marchino”, Ex marito della “Tizi” e barista al BarLume; Guglielmo Favilla è Andrea Govoni, agente del commissariato e innamorato senza speranza del suo capo, Vittoria Fusco (Lucia Mascino) Commissario di polizia di Pineta; e infine Daniele Marmi è l’agente Cioni, collega di Govoni, anch’egli non troppo sveglio. L’incontro sarà condotto da Guglielmo Favilla, il quale veterano del “salotto” della Biblioteca di Villa Maria svolgerà il ruolo di intervistatore e intervistato.

Paolo Cioni, diplomato alla Accademia di Arte Drammatica Silvio D’Amico, e` stato protagonista dei film “I Primi Della Lista” e di “Fino a qui tutto bene”, entrambi diretti da Roan Johnson, e per “I delitti del BarLume” ha ricevuto il premio come miglior attore dalla giuria del SulFF, presieduta da Enrico Ghezzi. In teatro ha interpretato il ruolo di Pinocchio per la regia di Ugo Chiti, una rappresentazione molto amata dalla critica e dal pubblico.

Guglielmo Favilla, diplomato al Centro Sperimentale di Cinematografia, si divide fra teatro – i lavori più recenti sono “Odio Amleto” per la regia di Alessandro Benvenuti, “La Commedia di Orlando” a fianco di Isabella Ragonese, e come co-protagonista, “Gli Ebrei sono Matti”, pluripremiato spettacolo di e con Dario Aggioli – il cinema, dove è stato co-protagonista in “Fino a qui tutto bene” di Roan Johnson ed è stato presente in  “Tutti i soldi del mondo” di Ridley Scott, “Una questione privata” dei fratelli Taviani, “Smetto quando Voglio” di Sydney Sibilia. In tv oltre a “I delitti del Bar Lume”, lo abbiamo visto in “1992”, “L’ispettore Coliandro”, “I Liceali”, “Crimini”, e nella mini serie “Il Nome della Rosa” con John Turturro.

Daniele Marmi, direttore del Teatro Virginian di Arezzo dal 2012 è diplomato alla Scuola Internazionale di teatro – circo a vapore di Roma. Nel 2012  ha lavorato nel film di Paolo Sodi “L’uomo nudo con le mani in tasca” e nel 2009 in “Marea silenziosa” per la regia di Tommaso Cavallini. In televisione oltre a “I Delitti del BarLume”, ha partecipato a “Il paradiso delle signore” regia di Monica Vullo e “Zelig Off” edizioni 2010 e 2012. Molte le attività teatrali tra le più recenti: “Il tempo di Chet” e “Il nome della rosa” per laregia di Leo Muscato e “La commedia degli errori”, regia di Eugenio Allegri.

Ultimo appuntamento sabato 12 settembre alle 18.30: “L’allestimento del set con Stefano Giambanco, scenografo e costumista”. Conduce Valentina La Salvia.

Comune di Livorno – Biblioteca Labronica

Ideazione e organizzazione a cura di Coop. Itinera

Biblioteca Labronica di Villa Maria – centro di documentazione sulle arti dello spettacolo

Via F.Redi 22 – 57125 Livorno

Tel. 0586219265 – [email protected].

Riproduzione riservata ©