Cerca nel quotidiano:


Al via “LINC”, Livorno in contemporanea 2.0

Primo incontro venerdì 9 settembre (ore 18.30) al Mercato Centrale. “L’arte è la risposta” sarà lo slogan del progetto

Martedì 6 Settembre 2016 — 14:32

Mediagallery

LINC inizierà le sue attività con l’evento di venerdì 9 settembre alle ore 18.30 presso lo spazio di Cultura a peso all’interno del Mercato Centrale di Livorno dove saranno illustrati il progetto, il calendario degli eventi e le modalità di partecipazione. Un ponte tra il territorio e la ricerca artistica internazionale: workshop di arti visive, seminario sulla musica contemporanea, performance di danza e il cantiere di arte urbana. Tutto questo rientra in LINC Livorno in contemporanea 2.0, un progetto che vuole ripartire dall’arte cioè dall’espressione più antica e naturale dell’essere umano, per trovare nuove forme e comprensione del mondo. Il progetto LINC è un’iniziativa finanziata dalla Regione Toscana, nell’ambito del Progetto Toscana in Contemporanea, dal Comune di Livorno e Autorità Portuale di Livorno ed è in rete con la Fondazione Pistoletto e i Cantieri del Gesto di Virgilio Sieni.

Il progetto – LINC, Livorno in contemporanea 2.0 nasce come struttura permanente per la diffusione della conoscenza dell’arte contemporanea e ha come necessità primaria quella di radicarsi sul territorio livornese e toscano, coinvolgendo i giovani e tutti coloro che sono interessati a comprendere i meccanismi della creatività odierna.
Lo slogan coniato per diffondere LINC è “L’arte è la risposta” e l’invito a prendere parte a LINC è esteso a tutti, non soltanto per partecipare agli eventi in programma, ma come partner e promotori di nuove attività e idee. La diffusione di LINC riguarderà il pubblico, gli artisti, i curatori, le gallerie d’arte, gli operatori culturali, ma anche le persone comuni.
Il progetto è concepito come una piattaforma di confronto e dialogo sui linguaggi del contemporaneo – la danza, la musica, l’architettura, l’arte visiva – mediante una sinergia reale, creata sul territorio (con la collaborazione di enti e realtà culturali e economiche) e una virtuale (mediante il sito web, i social e la app).
L’attivazione di nuovi percorsi formativi avrà luogo mediante la messa in rete di spazi della città, già riconosciuti dalla comunità o che necessitano di una nuova o maggiore identificazione come produttori/diffusori di iniziative legate al contemporaneo.

 

Le attività – Le attività sono strutturate in moduli dedicati ai diversi linguaggi dell’arte contemporanea. Si inizia con Muovere la città, un momento di esperienza e di confronto con la danza contemporanea mediante l’accesso privilegiato che LINC avrà con Virgilio Sieni ai Cantieri del Gesto (10/18 settembre) e nelle varie sedi delle sue azioni. Si prosegue in ottobre con Cantiere Arte Urbana, nella sede logistica alla Biblioteca Labronica, un work in progress che a partire dall’indagine del contesto artistico nazionale e internazionale intende inaugurare una progettazione consapevole di interventi di arte urbana all’interno della città, anche mediante una tavola rotonda a cui parteciperanno enti locali e addetti ai lavori. Cornice del Cantiere Arte Urbana sarà la mostra su Zeb (inaugurazione il 15 ottobre) a cura di Itinera. Dal 21 al 29 novembre si terrà Suonare la città, un tributo a Giuseppe Chiari, mediante il workshop di arte visiva con l’artista milanese (residente a Berlino) Derek Maria di Fabio a cura di Paolo Emilio Antognoli e il seminario dedicato alla musica come linguaggio del contemporaneo con interventi di Federico Capitoni, Marco Lenzi e Paolo Emilio Antognoli.
A chiudere l’attività 2016 di LINC il workshop di arte visiva con l’artista norvegese Constance Tenvik in collaborazione con terzo Paradiso e Fondazione Pistoletto a cura di Valentina La Salvia. Tutte le attività di LINC saranno documentate, illustrate e spiegate anche grazie all’intervento del lavoro fotografico e video di un gruppo di giovanissimi artisti toscani, i quali condivideranno sui social i loro lavori creati appositamente per LINC. L’inizio dell’attività di venerdì 9 settembre prevede la presentazione del progetto con interventi di Valentina La Salvia, Raffele Rossi e Daniela Vianelli e una performance a cura di Atelier delle Arti.

I soggetti – Il progetto LINC, Livorno in contemporanea 2.0 è stato selezionato e finanziato dalla Regione Toscana all’interno del bando sull’arte contemporanea indetto per il 2016 ed è frutto del tavolo di lavoro coordinato dall’assessorato alla Cultura del Comune di Livorno.
React è l’associazione capofila del progetto, rappresentata da Raffaele Rossi. A supportare e coordinare le attività didattiche e di laboratorio la coop. Itinera con il coordinamento di Daniela Vianelli.
Pavillon Social, terzo soggetto di LINC, produce situazioni espositive di ricerca che affrontano aspetti storici, sociali e urbani ed è rappresentato da Paolo Emilio Antognoli.
Il coordinatore scientifico del progetto LINC è la storica dell’arte Valentina La Salvia e per la realizzazione dell’identità visiva è stato scelto di Designer e Art Director Enrico Costalli.

Gli esperti e operatori coinvolti – Raffaele Rossi, Daniela Vianelli, Valentina La Salvia, Enrico Costalli, Cristiano Orsini, Federica Falchini, Marco Giovannetti, Paolo Emilio Antognoli, Costanza Pucciani, Michela Vianelli, Sarah Bovani, Carlo Neri, Alessandra Potenti.

Info:
Web: www.livornoincontemporanea.it – [email protected]

Facebook: Livorno in contemporanea
Sede operativa
Itinera Progetti e Ricerche – Società Cooperativa
Sede legale e uffici: via Borra 35, 57123 LIVORNO
Telefono: +39 0586 894563 / +39 0586 278477
Fax: +39 0586 219475

Responsabile scientifico
Valentina La Salvia [email protected] – 3887411108

Coordinatore di progetto
R.E.A.C.T. Ricerca Esperienza Arte Contemporanea
www.react.it

Riproduzione riservata ©