Cerca nel quotidiano:

Condividi:

Itinera, ecco il nuovo sistema di audioguide 3D per il tour dei Fossi in battello

Giovedì 14 Luglio 2022 — 17:49

Un sistema a conduzione ossea capace di coniugare i suoni circostanti e la voce dell'audioguida. Marco Liurni, presidente di Mezzoforte, società produttrice: "Un viaggio immersivo, proprio come se avessimo due orecchie in più"

di Giulia Bellaveglia

Un nuovo sistema di audioguide temporali in 3D a conduzione ossea. Per dirla in parole più semplici, un paio di cuffie che non sfruttano l’orecchio come lo fanno i comuni impianti. Le cuffie a conduzione ossea sono infatti una tecnologia innovativa che permette di bypassare il timpano e trasmettere il suono direttamente alle ossa, permettendoci così di continuare a sentire e percepire i rumori esterni. È questa la nuova punta di diamante su cui la Cooperativa Itinera ha voluto investire con lo scopo di migliorare uno dei servizi turistici più caratteristici della città: il tour dei Fossi in battello. L’innovazione tecnologica, prodotta dalla società italo francese Mezzoforte, si configura come un’esperienza di viaggio con realtà sonora aumentata e multilingue (per la precisione italiano, inglese, francese, spagnolo e tedesco) capace di generare un’armonia totale tra l’ambiente esterno e le persone circostanti. “Un prodotto che offre una tipologia di visite a carattere immersivo – spiega il presidente di Mezzoforte Marco Liurni – Abbiamo lavorato su un tipo di suono che si definisce inedito, udibile attraverso delle cuffie che consentono di ascoltare ciò che c’è in giro ma anche l’audioguida dell’impianto, esattamente come se avessimo due orecchie in più”. La voce narrante italiana è quella di Leonardo Fiaschi, mentre le registrazioni sonore sono state prodotte in vari luoghi: tra i più caratteristici il quartiere Venezia, il Mercato delle Vettovaglie e quello di piazza Cavallotti. “Un sistema che valorizza e arricchisce quello che è il nostro servizio turistico per eccellenza – dice Laura Giuliano vice presidente della Cooperativa Itinera – Un investimento sul turismo culturale che abbiamo deciso di fare per conoscere una Livorno inedita, particolare, scoprire angoli che dal piano stradale non riusciamo a cogliere e che da oggi sarà possibile apprezzare attraverso un racconto raffinato e di alto livello tecnologico. Una scelta di cui siamo fieri ed orgogliosi e che apre le porte ad un pubblico sempre più ampio. Abbinare un contenuto culturale di emozione, storia e vissuto con le nuove tecnologie non è stato facile, ma il risultato è davvero soddisfacente”.
“Luoghi come Livorno, si sa, non hanno l’eccellenza artistica di Pisa o Firenze – conclude l’assessore al turismo e al commercio Rocco Garufo – Ma sono dotati di un insieme di piccoli pezzi e ingredienti che se valorizzati hanno delle potenzialità incredibili. Questo progetto arricchisce sicuramente l’offerta turistica e i servizi della nostra città”.

Condividi:

Riproduzione riservata ©