Cerca nel quotidiano:


La Corale “Pietro Mascagni” saluta il 2019 a Salviano

Il programma, ricco e vario, si aprirà con una nuova composizione del maestro Giorgio Maroni dal significativo titolo de “L’Annunciazione”

Mercoledì 2 Gennaio 2019 — 10:53

Mediagallery

Fondata nel 1877 dalla riunione di due corali preesistenti, la Corale “Pietro Mascagni” di Livorno, con i suoi 142 anni di attività, saluta il nuovo anno con un concerto lirico, che presenterà al pubblico sabato 5 gennaio alle 21, nella bella e raccolta Chiesa di San Martino a Salviano. Questa Chiesa, che data  circa 10 secoli di vita, sorse quando Salviano era un piccolo borgo sulla via che portava i pellegrini a Roma. Tra queste antiche mura, rimaneggiate ed ampliate varie volte, la Corale intonerà canti sacri e di ispirazione sacra.
Il programma, ricco e vario, si aprirà con una nuova composizione del maestro Giorgio Maroni dal significativo titolo de “L’Annunciazione”, brano che Maroni ha espressamente composto per celebrare le Feste per la Natività e l’Epifania.

Seguiranno tre brani: Fede, Speranza e Carità di Gioacchino Rossini, un compositore operistico che tutto il mondo ci invidia e tutto il mondo osannava in vita. La sua tomba in Santa Croce a Firenze è tutt’oggi meta di ossequiosa visita dagli amanti del “Bel Canto”.

Di Rossini saranno anche altri due celebri brani: la preghiera “Giusto ciel”  e la grande invocazione di Mosè, sulle rive del Mar Rosso: “Dal tuo stellato soglio”, preghiera cvhe resta una delle pietre miliari del canto lirico per solisti e cori di tutto il mondo.

In un concerto celebrativo, la Corale “Mascagni”, tenendo fede al proprio nome, non poteva non proporre brami di quell’autore cittadino “Pietro Mascagni” appunto, autore di una bella ed espressiva “Messa di Gloria”, dalla quale eseguirà  “Kyrie”, “Gloria” e “Agnus Dei”.

Infine, in questo momento di festività natalizie, non potevano mancare brani celebrativi intorno alla Natività, divenuti ormai classici  della tradizione religiosa , il “Minuit chretiens” del francese  Adolphe Adam, “Adeste Fideles”, celebre tradizionale di autore ignoto e “Tu scendi dalle stelle”, nato con il titolo “Quando nascette Ninno” per la felice mano di Sant’Alfonso de Liguori nel 1754.

Tutti i solisti che canteranno con il coro escono dalle file della Corale stessa e saranno i soprano Francesca Scarfi, Grazia Bologna, Elisabetta Grazi e Wanda Bucci, i tenori Roberto Bucchioni e Gennaro Di Puglia, il baritono Luigi Luisi ed il basso Paolo Morelli.
Al pianoforte siederà Giorgio Maroni e dirigerà il concerto la maestra Patrizia Freschi.

Riproduzione riservata ©