Cerca nel quotidiano:


I Lions dicono addio ai playoff promozione

Lunedì 7 Novembre 2016 — 16:23

Mediagallery

CUS SIENA – LIONS AMARANTO LIVORNO 15-7
CUS SIENA: Rossi, Buonazia (22′ st Centorrino), Bartoli, Caprese, Bielli (8′ st Cianti); Mondet, Trefoloni; Peruzzi, Palagi, Moscatello; Carmignani, Marzi (2′ st Agnesoni); Pezzuoli (9′ st Perondi), Baleani, Comandi (11′ st Rocchigiani). A disp.: Landi, Coltellacci. All.: Francesco Sacrestano.
LIONS AMARANTO LIVORNO: Di Martino; Bianchini (23′ st Banchieri), Novi, Tamberi, Gregori; Gaggini, Magni; Scardino, Cortesi, Sarno; Favati, Pulaha; Vitali, Giusti, Filippi (23′ st Del Moro). A disp.: Spinosa, Mazzoncini, Gragnani, Siviero, Taherzadeh. All.: Marco Milianti.
ARBITRO: Leonardo Nava.
MARCATORI: nel pt (15-0) 2′ m. Bartoli, 12′ m. Baleani tr. Buonazia; 22′ cp Buonazia; nel st 40′ m. Banchieri tr. Magni.
NOTE: giornata piovosa e fredda, campo allentato. Nessun cartellino estratto dall’arbitro. In classifica 4 punti per il Cus Siena (che ha vinto ed ha realizzato due mete) e 0 per i Lions (che hanno perso con un margine superiore alle sette lunghezze ed hanno realizzato una meta).

Nella città del Palio, in una piovosa e fredda domenica di inizio novembre, i Lions perdono la terza partita su quattro uscite e, di fatto, abbandonano ogni speranza di acciuffare i playoff promozione. Per espugnare il campo del Cus Siena e tenere viva la speranza di lottare per il vertice (solo la prima passerà agli spareggi per il salto di categoria) serviva un ben altro approccio. I Leoni, invece, con il loro primo tempo abulico, si sono autocondannati al nuovo stop. I padroni di casa, con merito, si sono imposti 15-7. I 15 punti dei cussini sono giunti nella prima parte del primo tempo, i 7 punti dei labronici all’ultimo secondo della ripresa. I senesi sono sempre terzi in classifica.

L’incontro, a Siena, si è messo ben presto in salita per gli amaranto. Già al 2′, su profondo calcio non controllato dalla disattenta difesa ospite, il centro dei cussini Bartoli si tuffa sull’ovale, per la meta del 5-0. I Lions, su un terreno allentato e dalle dimensioni ridotte, fanno fatica al cospetto di una mischia avversaria organizzata e pesante. Dagli sviluppi di una touche, giunge, al 12′, la seconda meta dei locali. A segno il tallonatore Baleani, che finalizza il lavoro dei compagni di reparto. L’ala Buonazia trasforma: 12-0. I Lions non trovano una valida reazione ed anzi incassano l’ulteriore allungo degli antagonisti (15-0 al 22′, piazzato di Buonazia). Nella ripresa, i Leoni non danno mai la vera impressione di poter mettere in discussione il risultato. Solo in extremis, il giovane trequarti Banchieri realizza la meta della bandiera. Il mediano Magni trasforma e fissa il risultato sul 15-7. Il passivo superiore alle sette lunghezze non consente di guadagnare punti in classifica. A Siena, al cospetto di una squadra solida, ma non certo irresistibile, gli amaranto non sono riusciti a ripetersi sugli alti livelli espressi nella precedente uscita contro la (ben più valida) formazione de I Medicei Firenze ‘B’. Nel prossimo turno, il 4 dicembre, dopo la lunga pausa osservata in omaggio ai tre test-match autunnali dell’Italrugby, gli amaranto ospiteranno il Cus Pisa.

Sugli altri campi di C1, girone F, poule 1, successo, con bonus, della capolista Cavalieri Prato/Sesto cadetti (35-3) in casa con l’Elba e vittoria, senza bonus, della seconda forza del torneo, I Medicei Firenze cadetti (3-13) sul terreno del Cus Pisa. Riposo per Piombino e Cecina. La classifica dopo 6 giornate (fra parentesi le gare effettivamente disputate): Cavalieri Prato/Sesto ‘B’ (4) 20; I Medicei Firenze ‘B’ (4) 18; Cus Siena (5) 16; Piombino* (5) 12; Lions Amaranto Livorno (4) 6; Elba (5) 5; Cus Pisa (5) 4; Cecina (4) 1. *Piombino sconta 4 punti di penalizzazione.

Riproduzione riservata ©