Cerca nel quotidiano:


Lions sconfitto all’esordio nel derby contro Piombino

Lunedì 3 Ottobre 2016 — 16:11

SPORTING CLUB PIOMBINO – LIONS AMARANTO LIVORNO 35-5
SPORTING CLUB PIOMBINO: Ferretti; Batini (11′ st Kolaj), Lupi, Passante (11′ st Federighi), Vagelli; Lavista, Paladini; Pallotta (19′ st Mazzei), Catta (1′ st Puliti), Oretti (11′ st Bisoli); Nuti, Bianchi; Di Iorio (27′ st Romano), Cilembrini, Dellorusso (19′ st Vulteggio). All.: Bezzini
LIONS AMARANTO LIVORNO: Bianchini (10′ st Siviero); Di Martino, Taherzadeh (23′ st Masciullo), Novi (23′ st Santoni), Gregori; Gaggini, Magni; Scardino, Cortesi (23′ st Pulaha), Uccetta; Favati, Ciandri (10′ st Gragnani Giacomo); Vitali, Sarno (10′ st Lorenzoni), Filippi. All.: Milianti.
MARCATORI: nel pt (21-0) 11′ m. Paladini tr. Ferretti, 33′ e 42′ m. e tr. Ferretti; nel st 8′ m. Cilmebrini tr. Ferretti, 25′ m. Di Iorio tr. Ferretti, 34′ m. Gragnani Giacomo.
NOTE: in classifica 5 punti per Piombino (5 mete realizzate), 0 per i Lions (battuti con un margine superiore alle 7 lunghezze; 1 meta realizzata).

Lo Sporting Club Piombino si dimostra tremendamente concreto e sfrutta con raro cinismo ogni occasione costruita. Dall’altra parte i Lions pagano a carissimo prezzo le proprie gravi defezioni ed evidenziano poca lucidità in fase realizzativa. Il derby della costa premia la squadra più quadrata, quella (decisamente) più abile a raccogliere quanto seminato. I piombinesi – neoretrocessi e con in rosa giocatori d’esperienza, degni di categoria superiore – festeggiano in grande stile l’inizio delle fatiche ufficiali. Nella giornata di apertura della C1, girone F (un raggruppamento che di fatto, dopo il ritiro in extremis del Terni, vede protagoniste solo squadre toscane), lo Sporting si è imposto 35-5 (5 mete a 1). Il punteggio conclusivo punisce, nelle dimensioni, in modo eccessivamente severo le ingenuità degli ospiti. Per i Lions, una sconfitta pesante e grave. In un campionato cortissimo, nel quale, ciascuna squadra gioca appena 14 partite, saranno poche le prove d’appello.

In pillole la cronaca del derby disputato sul terreno piombinese ‘Venturelli’. In sostanziale equilibrio la lotta nelle fasi statiche. I padroni di casa, guidati dai propri elementi di spicco, riescono a finalizzare le proprie azioni, sviluppate in più fasi. All’11’ va a bersaglio il mediano Paladini, al 33′ e al 42′ va in meta l’estremo Ferretti (che peraltro ha chiuso con il cento per cento nelle trasformazioni). All’intervallo, situazione ben poco invidiabile per gli amaranto, sotto 21-0. Nella ripresa, i Leoni si vedono al 4′ annullare una meta parsa regolare. I piombinesi sono concreti e all’8′, con la meta del tallonatore Cilembrini, mettono al sicuro il bonus: 28-0. A risultato acquisito, quinta meta dei locali (segna il pilone Di Iorio). Con la trasformazione del solito Ferretti, i padroni di casa si issano sul massimo vantaggio: 35-0. I Lions cercano la meta della bandiera e la trovano dopo un attacco tirato sulla sinistra, in azione in seconda fase. A siglare gli unici punti degli ospiti il giovane avanti Giacomo Gragnani. Troppo poco per evitare una sconfitta sulla quale si dovrà ora riflettere per due settimane.
Nel primo turno, ferme Elba e I Medicei Firenze cadetti, successo con bonus, in casa, per i Cavalieri Prato/Sesto cadetto sul Cus Pisa (50-23) e vittoria esterna, senza bonus (12-24) del Cus Siena sul terreno degli Emergenti Cecina. La classifica: Piombino e Cavalieri 5 p.; Cus Siena 4; Lions, Elba*, I Medicei* e Cecina 0. *Elba e I Medicei 1 partita in meno. Domenica prossima i Lions osserveranno un turno di riposo. Poi domenica 16 sfida esterna a Portoferraio, contro i neopromossi locali dell’Elba.

Riproduzione riservata ©