Cerca nel quotidiano:


Nuovo look per il Felciaio

Per la prossima stagione allo studio la possibilità di procedere con un contenuto ricarico di sabbia, mentre è già in agenda un prossimo intervento di pulizia del fondale dai relitti

Giovedì 15 Settembre 2016 — 07:38

Mediagallery

Si sono conclusi gli interventi di riqualificazione della spiaggia del Felciao iniziati il mese scorso che, in step successivi, hanno consentito di restituire a questa spiaggetta frequentata da numerosi bagnanti con i loro cani, uno spazio ordinato e piacevole di cui possono beneficiare anche i velisti della Lega Navale che qui hanno in concessione un piccolo spazio. La spiaggia, oltre ad essere stata liberata dai numerosi relitti di imbarcazioni abbandonate sconsideratamente e per la quale è stato decisivo l’intervento ad agosto dell’Ufficio Protezione Civile e dei Vigili Urbani, ha ritrovato la sua dimensione di arenile pienamente fruibile anche grazie a piccoli ma significativi interventi di pulizia, sistemazione e riordino.
In accordo con la Lega Navale, la concessione qui presente è stata traslata in adiacenza al paramento murario in modo tale da destinare l’intera porzione del fronte mare all’uso dei cittadini e conseguire, nel contempo, la messa in sicurezza dalle mareggiate delle imbarcazioni. In questa operazione, la Lega Navale ha provveduto a rimuovere la vetusta recinzione in ferro che delimitava la precedente area in concessione mentre la nuova area è stata delimitata con paletti e corde. L’Amministrazione comunale, oltre allo sfalcio della vegetazione spontanea e alla pulizia generale dell’arenile, ha provveduto alla realizzazione di una staccionata a protezione della discesa di accesso alla spiaggia e ha sostituito le vecchie travi posizionate a contenimento della sottostante scarpata, con una nuova palificazione in legno di sviluppo ordinato e di minimo impatto. Inoltre, il paramento murario è stato completamente liberato da tubazioni e altri elementi ingombranti di rifiuto apposto nel tempo in maniera precaria. “Siamo molto soddisfatti per quanto realizzato – dichiarano gli assessori all’ambiente Giuseppe Vece e l’assessore all’associazionismo Andrea Morini – Oggi la spiaggia, grazie a questi piccoli ma significativi interventi, svolti in sinergia tra gli uffici comunali interessati e la stessa Lega Navale, ha riacquistato il suo decoro e la sua fruibilità che potrà essere mantenuto innanzitutto grazie a un’azione di vigilanza, che impedisca ogni eventuale tentativo di occupazione abusiva con tempestivi interventi di rimozione delle imbarcazioni. Certamente – concludono – la parte più importante la giocheranno i cittadini e per questo confidiamo nel buon senso e nella civile collaborazione di tutti” .
Intanto, per la prossima stagione, è allo studio la possibilità di procedere con un contenuto ricarico di sabbia, mentre è già in agenda un prossimo intervento di pulizia del fondale dai relitti dei natanti, con la collaborazione del Gruppo Sommozzatori dei Vigili del Fuoco che ha effettuato la relativa ricognizione.

Riproduzione riservata ©

7 commenti

 
  1. # FRANCO

    Boia guarda li de, sembra d’esse su un atollo…
    Ma possibile che a Livorno mettere una ringhierina in legno faccia notizia? Io mi chiedo ma quelle barchette sulla sabbia (Terriccio) di chi sono?
    Posso mettercela pure io?
    Via tutto!!! Mettere docce come sono ovunque (belline anche esteticamente e non con un tubaccio rugginoso a vista tutto penzoloni) e poi serve magari qualche bel ghiaiottolo bianco come hanno fatto a Marina di Pisa.
    Noi amiamo il polverone…
    Poi un noleggio barche? Cavoli o ce l’hai di tuo oppure la Meloria te la scordi…
    Da noi fa notizia una ringhiera…

    1. # Riccardo F.

      Se leggi l’articolo vedi che le barche sono della Lega Navale e che verranno spostate. Le docce le portano via anche di giorno. Vedi al Gabbiano cosa devono fare per mantenersela. Per il noleggio barche potresti iniziare tu l’attività. Fai domanda per vedere se ti danno la licenza, vai…

    2. # bricco

      noleggio barche basta che ti informi un pochino dato che a 50 metri dalla spiaggia del Felciaio presso il moletto ne esiste già uno!!!

  2. # Olmo

    Quindi da adesso non ci scarica più il bottino?

  3. # mind

    ….se guardate cento metri a sud , per intendersi sotto l’Ostricaio, vi potete accorgere che occorre anche li procedere alla bonifica……oppure lì no perché non ci vanno i cani?

    1. # luca

      …da rimpiangere la censura.Perchè deve far polemica gratuita? andare sempre contro qualcosa o qualcuno?Non era più semplice richiedere una “bonifica” tralasciando la parte dei cani? anche perchè 9 volte su 10 sono le persone che sporcano…nickname errato comunque

  4. # amaranto

    valoriziamo il nostro lungomare, investiamoci e manteniamolo.