Cerca nel quotidiano:


L’Ottica Ciampi festeggia 120 anni. E lancia il buono di 120 euro

informazione pubblicitaria. Nel negozio di via Ricasoli 84, fino al 31 marzo, sarà possibile usufruire di un buono da 120 euro da spendere sul nuovo occhiale da vista. E in vetrina si potranno ammirare alcuni dei pezzi che hanno fatto la storia dell'occhiale

Lunedì 19 Marzo 2018 — 07:45

L’Ottica T. Ciampi, in via Ricasoli 84, festeggia 120 anni. Il 24 marzo 2018 ricorre l’anniversario e per l’occasione fino al 31 marzo, sarà possibile usufruire di un buono di 120 euro da spendere su un nuovo occhiale da vista (la promozione non è valida sulle montature già scontate). Non solo: nel corso di questo periodo nella vetrina del negozio si potranno ammirare alcuni degli occhiali che hanno contraddistinto, se così si può dire, una breve storia dell’occhiale. Pezzi unici, risalenti dai primi dell’Ottocento fino al dopoguerra.

La storia dell’Ottica T. Ciampi: dalla nascita ai giorni nostri – E’ una storia lunga cinque generazioni (potete scorrere nella gallery sotto la foto principale i volti di tutte le generazioni Ciampi) quella degli ottici e optometristi Ciampi. Tutto è iniziato nel 1863 quando Azeglio Ciampi iniziò a lavorare per l’antico negozio Mentechini. Alla morte di Mentechini, nel 1895 lo gestisce per 3 anni e il 24 marzo 1898 la moglie di Azeglio, Teresa, rilevò l’attività chiamandola T. Ciampi, ditta che tutt’oggi mantiene l’intestazione. Il negozio, originariamente, era in via Vittorio Emanuele 27 (l’attuale via Grande). I figli di Azeglio e Teresa, Pietro e Paolo, ne diventano i titolari alla morte dei genitori. Entrambi hanno figli: Pietro avrà Giuseppe e Carlo Azeglio; Paolo avrà Mariella e Mario. Da questo momento la gestione dell’Ottica T. Ciampi è nelle mani di Giuseppe, il più grande dei due, mentre Carlo Azeglio inizia la carriera in Banca di Italia per poi proseguire fino ad arrivare dove tutti sappiamo. Durante la guerra il negozio fu bombardato e dal dopoguerra da via Vittorio Emanuele 27 viene trasferito in via Ricasoli 84, dove si trova oggi. La storia dei giorni nostri vede come titolari della ditta Paolo il figlio di Giuseppe e i nipoti Federico e Francesco. Da poco è entrato anche Giuseppe, figlio di Paolo.

informazione pubblicitaria

Riproduzione riservata ©