Cerca nel quotidiano:


Luoghi ebraici di Livorno. Domenica doppio appuntamento

Necessaria la prenotazione al 320-888.70.44

Venerdì 5 Agosto 2016 — 17:37

Mediagallery

Domenica 7 agosto doppio appuntamento con i luoghi ebraici a Livorno. Grazie al progetto E…state al Museo promosso da Amaranta in collaborazione con la Comunità ebraica di Livorno, sarà possibile visitare la mattina alle 11.00 il Cimitero Monumentale ebraico di Viale Ippolito Nievo e la sera alle 21,30 il Museo ebraico di via Micali. Necessaria la prenotazione al 320-888.70.44

 Questo progetto si propone di valorizzare il Museo ebraico e tutto ciò che ruota intorno al Museo, attraverso visite guidate, reading, incontri culturali, musica, degustazioni conducendoci fino alla fine dell’anno ebraico per ripartire con un calendario invernale ancora più ricco e articolato.

Il Cimitero Monumentale ebraico  di viale Ippolito Nievo è stato restaurato e riaperto alle visite da poco è ricco di sepolture di famiglie livornesi molto note, tanti nomi li ritroviamo nella toponomastica della nostra città: Attias, Modigliani, Corcos, Benamozegh Qui all’ombra dei cipressi riposano i grandi rabbini, veri e propri saggi ai quali tutta la città si rivolgeva. La visita guidata sarà incentrata sulla storia della Comunità ebraica livornese, sulla simbologia funebre, e sui personaggi più importanti.

Il Museo ebraico Marini di Via Micali 21 è un piccolo museo tutto da scoprire; ricco di storia e di fascino. Allestito secondo la moderna museologia mostra pochi oggetti significativi in una location importante: la piccola Sinagoga della Yeshivà Marini, che è stata l’aula magna della “scuolina” la scuola frequentata dai ragazzi ebrei cacciate dalle scuole del Regno durante le Leggi razziali. Ogni oggetto esposto è importante dalla borsa dei Massari alle manine in corallo, le stoffe preziose. Bellissimo l’armadio in legno rivestito da una lamina d’oro finemente decorato nello stile manierista veneto, proveniente dalla prima Sinagoga degli Ebrei a Livorno

Riproduzione riservata ©