Cerca nel quotidiano:


La Pielle vince il derby:
suo il Memorial Gatto

Due ottime finali al torneo organizzato dalla U.S. Livorno Basket a dimostrazione che la palla a spicchi livornese è viva

Domenica 25 Settembre 2016 — 09:00

Mediagallery

Si sono viste domenica sera due ottime gare nelle finali del XXIII Trofeo Città di Livorno – 7° Memorial Silvio Gatto, organizzato dalla U.S. Livorno Basket, intense e agonistiche al punto giusto e tecnicamente valide a dimostrazione che se anche non è serie A, il basket a Livorno è vivo e la passione anche, visto il risultato di pubblico ed il seguito delle quattro società livornesi.

Il trofeo se lo aggiudica la Pielle Livorno in una partita anche agonistica al punto giusto degna dei migliori derby. Mentre la Libertas Labronica vince la finale del terzo posto in una partita rimasta in discussione fino al terzo quarto, nell’ultimo quarto ragazzi gialloneri hanno subito preso un vantaggio poi mantenuto fino alla fine.

Finale per il terzo posto

Brusa U.S. Livorno Basket – Libertas Labronica Basket 65 – 75
parziali: 18 – 17 / 39 – 40/ 54- 58

U.S. Lvorno: Volpi Massimo 8 – Mealli Gabriele 4 – Mariani Michele 12 – Vukich Giovanni 3 – Davini Giovanni 12 – Orsini Paolo 1 – Seminara Matteo 13 – Caparrini Lorenzo 2 – Bettini Andrea 10 – Ulivieri Lorenzo 0 – Ghezzani Edoardo 0 – Morucci edoardo 0 – all. Caverni Emanuele

trofeo-citta-di-livorno-2016-fb-eventLabronica Livorno: Giardini 22 – Sollitto ne – Vaccai 0 -Spinelli 4 – Magonzi 0 – Filippi 0 – Gigena 22 – Melosi 9 – Papini 5 – Bambi 0 – Niccolai 13 – all Carlo Bellavista

Fuori per 5 falli: Melosi per Labronica – nessuno- per u.s.

Arbitri: Papini e Lorenzini di livorno

Finale per il primo posto

Pallacanestro Don Bosco Livorno – Pielle Livorno 61- 72
Parziali: 9 – 19 / 24 – 28 / 49 – 45

Don Bosco: Marchini 15 – Banchi 4 – Maric 12 – Batori 0 – Orsini 12 – Creati 2 – Pastusena 2 – Schiano 2 – Colombo 4 – Graziani 0 – Bianco 8 – all. Saibene

Pielle Livorno: Bertolini ne – Massoli 3 – Burgalassi 1 – Giannetti ne – Malvone 14 – Capobianchi 3 – Cianetti ne – Dell’agnello 14 – Sidoti 14 – Vannini ne – Buzzo 11 – Venditti 12 – all. Mori Marco

Fuori per 5 falli: nessuno per Don Bosco – nessuno- per Pielle

Arbitri: Bianchi e Sgherri di livorno

 

Riproduzione riservata ©

21 commenti

 
  1. # edo

    E’ solo Pallacanestro ancora d’estate, la Labronica al di sopra di tutte come squadra e come struttura societaria. Il futuro del basket a Livorno passa solo da lì…!!!!….

    1. # kamui

      …sicuro..?
      finchè dura il giochino (e chi è dentro, sa bene a cosa mi riferisco), forse, ma ogni estate fa lo sgarbo a qualcuno… Io il Fara, contro, non lo vorrei…

      1. # Michele Filippi

        KAMUI sono il vice Presidente della Labronica, sono “dentro” e non so a quale giochino ti riferisci… da quando siamo nati sento dire (da persone che non si qualificano, “leoni da tastiera” tipo te) che duriamo poco… perché? su quali basi? su quali conoscenze? se poi sei contento di vederci “morti” pazienza, contento te… altro punto, il nome Libertas è dato a tutte le società che si iscrivono a tale Centro Sportivo Nazionale (lo conosci? sai di cosa si parla?), anche la Pielle è iscritta ma per ovvi motivi evita di pubblicizzarlo… “sgarbi”??? di cosa stiamo parlando, noi col Don Bosco collaboriamo, come tutte le società livornesi, per parlare bisogna conoscere, occorre informarsi, non blaterare “per sentito dire”… ultima cosa, Livorno sportiva è di chi si impegna e con professionalità affronta i propri obiettivi, non è di nessuno ed è di tutti!
        Buon basket
        Michele “Pippo” Filippi
        Vice Presidente Labronica (Società che forse DURA POCO)

    2. # Pielle a vita

      accidenti!!!! Sprizzate simpatia da tutti i pori! si dai, siete i più belli, i più forti, i numeri uno, senza di voi il basket a livorno non esiste ovvia su…adesso però chetatevi un po’ a volte siete proprio patetici oltre che antipatici, voi e quella L copiata ai Lakers

  2. # kamui

    Libertas è Libertas, quella è la Labronica e basta: è la seconda volta che fate confusione e da tifoso trentennale della LL sinceramente mi sento parecchio offeso

  3. # edo

    La Labronica e’ ormai una realtà, non ci sono “giochini”….fugare da subito ogni tentativo di ridimensionare la portata di una società che fa dell’educazione, della formazione e dell’insegnamento del basket l’eccellenza della Toscana. I ragazzi fuggono dalle altre cantere cittadine….perché..???…al posto di ricevere stimoli per migliorare questa eccellenza nutre solo invidie e gelosia….proprio per le fughe di intere “annate”….

    1. # kamui

      mi siederò sulla sponda aspettando di vedere passare il vostro corpo: vedremo quanto durerete
      Livorno non è vostra e non lo sara mai

    2. # Alberto

      Alla faccia della MODESTIA! O chi siete de? Parlate come libri stampati e sembrate venditori di catene di sant’Antonio, se andate in serie A ci conviene cambiare città perché comincerete con olio di ricino e bacchettate sulle dita…andate a farvi una bella lezione di modestia vai….

  4. # raoul

    Mi chiedo come fanno ad andare avanti senza risorse, senza squadre giovanili e quindi senza prospettive….rimane solo la possibilità di fusione tra le piccole, Modigliani minibasket docet….

  5. # Michele Filippi

    Labronica = 44 (quarantaquattro) sponsor per il 2016/2017
    Evitare di parlare A VANVERA prego
    Michele “Pippo” Filippi
    Vice Presidente Labronica

  6. # edo

    Signori miei la Libertas Labronica costituisce una vera eccellenza di capacita’ nel gestire la pallacanestro in un momento peraltro di crisi economica dove e’ sempre piu’ difficile reperire risorse; va’ presa da modello organizzativo e rappresentare l’ispirazione per le societa’ piccole, Pielle, Us Livorno, Libertas Liburnia etc. etc. Probabilmente la rabbia nel vedere emergere in così poco tempo una cantera insopprimibile e lungimirante, con una struttura organizzativa perfetta e con educatori e formatori motivati da forte entusiasmo che ha determinato una movida di giovani e questo grande successo, ha prodotto le sopra richiamate manifestazioni di rabbia ed invidia.
    Caro Pippo lascia perdere, il peggior disprezzo e la migliore risposta rimane ancora una volta l’indifferenza….

  7. # raoul

    Leggere queste offese verso persone che stanno cercando di rilanciare la pallacanestro a Livorno sono decisamente fuori luogo, iniziative come la Labronica vanno solo apprezzate come impegno sociale verso i giovani. Ed il fuggi fuggi generale dalle altre società livornesi ne costituisce l’apprezzamento più vero.

  8. # edo

    Alla Labronica i Corsi hanno anche un costo più contenuto ed i bambini sono seguiti da psicologi, medici e dietologi…..oltre che da insegnanti Isef.

  9. # oscar

    Queste illazioni pleonastiche non riusciranno a scalfire l’ottimo lavoro svolto dalla Labronica a favore dello sviluppo del movimento della Pallacanestro in citta’…..ed i risultati sono sotto gli occhi di tutti, bambini e genitori sono corsi in Via Pera…..le societa’ sono fatte dalle squadre giovanili, senza di loro non esiste sostenibilita’ e futuro…..

  10. # fabio

    Labronica grazie di esistere….!!!….

  11. # andrea

    Mi sorprende la presentazione delle squadre a pagina XVII di un giornale di oggi, viene indicata la Pallacanestro Livorno, ma la societa’ non esiste piu’, si chiama Pielle, bisogna essere precisi, non creare confusione….la Pielle e’ tutt’altra cosa….a cominciare che non e’ piu’ in Via Cecconi sede della prestigiosa Libertas Liburnia.

  12. # Fabrizio T.

    Verissimo la Pallacanestro Livorno e’ la società del povero Dedo Damiani alla quale ha dato l’anima….se non avesse profuso impegno e risorse la PL sarebbe stata cancellata da tempo. La gente purtroppo ha la memoria corta…..

  13. # andrea F.

    Sarebbe bello dedicare un torneo a Dedo Damiani, grande uomo che ha dato la Vita per la pallacanestro, in particolare per la Pallacanestro Livorno. Benvoluto da tutti gli appassionati di basket.

  14. # nedo

    …..tanti caro Andrea hanno la memoria corta..!!!…Dedo era l’anima della vera PL, era la sua famiglia.

  15. # giulio

    Andrea ma cosa vuoi che si ricordino di tutto ciò che ha fatto Dedo per la vera PL….ed ha fatto veramente tanto quando tutto sembrava finito, questa e’ un’altra storia….e Te che sei uno storico ne sai qualcosa….

  16. # andrea

    ….come sai la gratitudine non appartiene a questi personaggi caro Andrea…..