Cerca nel quotidiano:


Mercato Ortofrutticolo, firmata la convenzione con il nuovo gestore

In programma lavori di adeguamento funzionale per rendere più sicura, attrattiva ed efficiente la struttura

Giovedì 22 Febbraio 2018 — 13:23

Mediagallery

E’ stata firmata la convenzione con il nuovo gestore del Mercato Ortofrutticolo , ubicato nella storica sede di via Sgarallino. Il nuovo concessionario, individuato a seguito di una procedura concorsuale, è Alessandro Paoli, amministratore unico e legale rappresentante dell’impresa “Livorno Mercato Ortofrutta srl” (foto in pagina di Simone Lanari).
La convenzione ha validità triennale, a decorrere dalla data di sottoscrizione; scadrà quindi il 20 febbraio 2021 con possibilità di proroga  per un ulteriore anno.

Il nuovo gestore, che subentra nell’esercizio provvisorio della struttura ( è stata garantita la continuità dell’esercizio) dovrà realizzare a proprio carico (entro 12 mesi dalla stipula della convenzione) alcuni interventi di adeguamento funzionale sul complesso immobiliare, con l’obiettivo di rendere maggiormente efficiente e sicuro il Mercato, in particolare nella parte destinata a magazzini. Ogni singolo magazzino dovrà mettere a norma l’impiantistica antincendio e realizzare nuovi servizi igienici.

In pratica con questa convenzione, frutto di un percorso complesso, si intende consolidare l’attività del mercato e renderla più moderna, efficiente, attrattiva.
E’ stato realizzato, a tale proposito, un logo come elemento caratterizzante il Mercato e si sta approntando un sito per farlo maggiormente conoscere nelle sue attività.

Alessandro Paoli, Paola Baldari e Nella Benfatto (foto Simone Lanari)

Il Comune – si ricorda – nel corso del 2017 ha realizzato alcuni interventi per la messa in sicurezza della struttura. E’ intervenuto sulle capriate delle tettoie  anteriori , realizzate in legno, consolidando travi e travicelli. Sono inoltre in fase di aggiudicazione alcuni interventi di impiantistica elettrica e idrico-anticendio per un importo complessivo di 75mila euro.

Il Mercato Ortofrutticolo di via Sgarallino, a pianta rettangolare, copre una superficie di 4157 mq. Fu realizzato nel 1955 nei locali di una ex corderia. Si tratta di un complesso immobiliare di grandi dimensioni  diviso in magazzini (ad oggi sono 10/12 quelli utilizzati)  che si affacciano su una ampia superficie  scoperta dove avviene la movimentazione delle merci. Ogni magazzino è dotato di celle frigorifere e vani ad uso ufficio.

Riproduzione riservata ©

7 commenti

 
  1. # Foffo

    Grazie a NOGARIN il mercato ortofrutticolo è VIVO bene bravo nessuno qui coMmenta vero???…

    1. # Benito

      Si pensa ai posti auto che ha levato vai!

    2. # ZenEros floroortofrutticolo

      È il minimo che potesse fare! Ci mancherebbe altro che perdere una struttura cosí grande e che funzionava cosí bene: suo dovere di sindaco! Piuttosto si pensi agli ottomila progetti che ha sparato e al nulla che ha fatto! Io sono assolutamente pentito di averlo votato e mai più lo farò…

  2. # rena

    Ma se non ricordo male le precedenti amministrazioni volevano delocalizzare il mercato ortofrutticolo per costruirci case , io direi che è meglio così in fondo fa parte della storia di livorno

    1. # mah...

      Magari la storia del mercato, poteva essere valorizzata in altro modo. Mica per forza devi farci case. Poteva divenire ad esempio, in parte un’area dedicata al co-working, residenze studentesche (ci sono molti ragazzi che frequentano sia l’Università Logistica, sia Le Scuole superiori, che provengono da fuori, ecc. Mantenendo una parte come “memoria storica” del Mercato.

  3. # mah...

    Sarò anche fazioso, però – secondo me – la collocazione del Mercato Ortofrutticolo è del tutto inadeguata. Andava bene sicuramente tra il primo e secondo dopoguerra, quando le merci si spostavano con i barrocci e la prossimità alla città era necessaria. Oggi, in tutto il mondo, i centri logistici dei deperibili all’ingrosso, sono collocati dove viabilità, logistica generale, ecc. sono certamente più favorite. Ben venga un rilancio del Mercato, ma – ripeto – aver voluto insistere per mantenere quell’area non mi convince.

  4. # Zara

    Verissimo! Andava bene quando con i barrocci prendevano i prodotti e li portavano in piazza…e magari con gli stessi Barrocci venivano portati i feriti all’ospitale. Che andava bene anche quello in centro!!