Cerca nel quotidiano:


“Nessun attentato alla trasparenza”

Fino al 31 dicembre l'accesso potrà avvenire soltanto dopo aver lasciato in deposito il documento di identità e quindi aver ritirato il pass alla guardiola dei commessi

Martedì 9 Agosto 2016 — 07:44

Mediagallery

Il sindaco Nogarin, attraverso la propria pagina Fb, è tornato sull’argomento legato alle nuove modalità di accesso al Comune di Livorno: “Nessun attentato alla trasparenza. Regolamentare gli ingressi a Palazzo Civico ha a che fare con la sicurezza delle persone”. Cosa ne pensi? Ecco il suo intervento integrale. “Sulla decisione dell’amministrazione – scrive il primo cittadino – di adeguare le modalità di accesso al Comune di Livorno a quelle di centinaia di altri municipi si è scatenato un dibattito assurdo e in certi casi pretestuoso. Oggi autorevoli commentatori di autorevoli quotidiani nazionali hanno tirato in ballo la questione della trasparenza. Sono costretto a ripetermi. Quella della trasparenza è una battaglia troppo seria per essere strumentalizzata o snaturata. Trasparenza è pubblicare sul sito del Comune le informazioni super dettagliate sulle spese sostenute dal sindaco nelle sue trasferte istituzionali. E’ rivelare i conti e le situazioni debitorie delle società partecipate, smettendo di nascondere la polvere sotto il tappeto come altri hanno fatto per anni. E’, infine, informare immediatamente i cittadini delle inchieste giudiziarie in cui si viene coinvolti. Regolamentare gli ingressi a Palazzo Civico, invece, ha a che fare con la sicurezza delle persone. In questi due anni ho visto scene che non pensavo potessero accadere in un Comune: aggressioni, consigli comunali trasformati in curve da stadio, minacce ai consiglieri, furti e danneggiamenti. Sarà colpa del clima di tensione generato dall’emergenza occupazionale o da quella abitativa. Fatto sta che non ho più intenzione di accettare questo stato di cose. Quindi vado avanti. Nessun attentato alla trasparenza. Quella è garantita dallo streaming del Consiglio comunale, delle sedute delle Commissioni e presto delle conferenze stampa dopo giunta”.

Come funziona l’accesso con il pass – Da lunedì 8 agosto scatta la sperimentazione delle nuove modalità di accesso al palazzo comunale, che si protrarrà fino al 31 dicembre. Cinque mesi, dunque, per “testare sul campo” le misure previste dalla delibera di Giunta n. 307, del 21 giugno scorso. L’Amministrazione ha organizzato il controllo continuativo delle generalità all’entrata al piano terra, sia durante gli orari di apertura al pubblico degli uffici, sia in tutte le occasioni di carattere pubblico come il consiglio comunale, le commissioni consiliari o le conferenze stampa. E’ stato anche previsto uno specifico “press pass” senza scadenza per i giornalisti che si accrediteranno. In occasione dei matrimoni (fatta salva la necessità di garantire l’ingresso ai disabili), l’accesso alla sala delle cerimonie sarà consentito soltanto dallo scalone esterno. Sarà invece completamente libero l’accesso all’URP – Ufficio Relazioni con il Pubblico – poiché rappresenta il primo accesso del cittadino ai servizi comunali e dunque deve esserne garantita la massima fruibilità. In pratica l’accesso potrà avvenire soltanto dopo aver lasciato in deposito il documento di identità e quindi aver ritirato il pass alla guardiola dei commessi. Negli orari di chiusura al pubblico, potrà entrare soltanto chi ha un appuntamento con gli uffici o con gli amministratori. Il palazzo comunale sarà aperto dal lunedì al venerdì dalle ore 9 alle ore 20 e il sabato dalle ore 9 alle ore 19.30. Mentre gli uffici comunali continueranno ad avere i medesimi orari di apertura al pubblico, (escluso il mese di agosto che come consuetudine saranno aperti soltanto di mattina):

Riproduzione riservata ©

48 commenti

 
  1. # liberitutti

    Speriamo che il pass venga messo anche per andare al barrino !

  2. # ugo

    cosa temono?

    1. # pidiota

      Probabilmente le incursioni di gruppi chiassosi e violenti spinti da qualcuno che non è più al potere.

    2. # laura

      Qualche mese fa quando dei ladri svaligiarono l’auto privata del sindaco lui rispose che i cittadini sono le sue guardie del corpo (citando inconsapevolmente Pertini che sicuramente si è rigirato nella tomba…). Questa è la dimostrazione! Ai cittadini, cioé alle guardie del corpo del sindaco, viene richiesto il pass per entrare in municipio, l’edificio che nel giorno dell’elezione era stato definito dal sindaco “la casa dei cittadini”. Poi si lamenta perché in comune tutti lo chiamano “il bomba”!

      1. # israel hands

        che vuol farci signora, non sempre le guardie del corpo sono fedeli e qualche provvedimento bisognerà pur prenderlo: quando poi le stesse guardie del corpo sono fedeli soltanto al tornaconto di coloro che hanno affossato la città per tanti anni è per questioni di basso clientelismo vorrebbero ritornare ai passati fasti (si fa per dire) detti provvedimenti sono ancor più necessari; oltretutto nell’interesse di coloro che dei vecchi dinosauri non ne possono più davvero

        1. # Morchia

          Non so se ti rendi conto che stai offendendo gran parte dei Livornesi dando a tutti quelli che non votano M5S sostanzialmente dei disonesti. Fammi capire quindi come ragionate: chi non la pensa come voi lo fa solo per tornaconto personale e quindi deve stare fuori dal Comune? Bene a sapersi, ce lo ricorderemo alle prossime elezioni del vostro modo democratico di pensare la politica e di amministrare una città.

          1. # israel hands

            cos’è? coda di paglia?

        2. # Laura

          Le potrei dare ragione se l’amministrazione in questione facesse veramente qualcosa di scomodo per i quelli che te chiami i vecchi dinosauri, invece è sotto gli occhi di tutti l’immobilismo che regna a livorno. In due anni cosa hanno combinato il sindaco e i suoi amici nominati lì con il vecchio metodo clientelare? Giusto un paio di cosette, tutto il resto sono solo boutade irrealizzabili sparate per distrarre l’opinione pubblica come la fontana in piazza della repubblica, la funivia, il deposito di zio paperone per il quale il sindaco in persona aveva contattato la disney! Non ho mai votato PD e avevo votato questo sindaco con fiducia, mi sono dovuta ricredere, alla fine dei 5 anni riconsegnerà la città al PD che sarà ancora più forte

          1. # israel hands

            beh francamente mi pare che niente niente non si possa dire; le rammento che l’indagine penale sulle marachelle dei passati amministratori aamps non è partita sotto il regime cosimi che pure ne aveva tutti gli elementi da tempo; e che dire poi del nuovo ospedale che doveva essere costruito da quel signore che sembra non proprio perfettamente in regola sotto vari punti di vista; d’altra parte capisco che in qualche modo si debba pur fare propaganda alla propria parte politica (non me ne voglia ma non credo che lei sia un m5s pentito) ma le somme si tirano alla fine del mandato; pensi che le somme dei predecessori si sono tirate dopo 70 anni direi che prima di dare giudizi definitivi ancora qualche anno c’è; nondimeno mi sembra più che giusto che lei come chiunque voti chi le pare tuttavia è circostanza che sinceramente mi interessa assai poco

          2. # Morchia

            Caro israel hands, non ho la coda di paglia, ma i discorsi da estrema destra non mi piacciono per nulla e qui l’unico che fa propaganda è lei; i tempi dell’indagine penale non li detta né Cosimi né Nogarin, peraltro questo si vanta di aver fatto scoppiare il caso ma in realtà si confonde il tribunale civile (concordato) con quello penale… ma capisco il tentativo di mescolare le carte visto che la gente abbocca a tutto. Sempre su AAMPS ti ricordo che Nogarin è indagato esattamente come Cosimi e non ho ancora capito cosa vi fa pensare che i problemi siano solo per quest’ultimo. Anche sull’ospedale non la racconti giusta; la scelta di non farlo è politica, non è certo derivante dall’aver conosciuto prima i problemi giudiziari dell’impresa che provvisoriamente era la prima delle partecipanti alla gara. Se vuoi te le dico io le cose che ha fatto Nogarin: aumento irpef, tari, parcheggi a pagamento, ztl, lettere a pagamento e promesse, tante ma tante promesse non mantenute.

          3. # Laura

            Caro Israel Hands, lei è libero di pensare quello che vuole ma perché avrei dovuto inventare di essere una ex-elettrice del m5s pentita? La cultura del sospetto perenne inculcata dal vostro guru (perché è ormai ovvio che lei sia un sostenitore del m5s) non mi piace, dubitate tanto per fare, fate bene quando c’è ragione ma in questo caso proprio non ne vedo… Tornando al commento di cui sopra, la sua risposta ha confermato quanto avevo scritto: anche lei palesemente partigiano non è riuscito a elencarepiù di due cose fatte in due anni. Non le pare poco? Certo c’è ancora tempo per le promesse elettorali non mantenute ma così sarete uguali a tutti gli altri partiti… invece voi vi vorreste fare un vanto di esserne diversi. Spero di sbagliarmi, per il bene di Livorno

  3. # Indipendente

    Meno male che il comune e’ di tutti …..
    È’ iniziata la dittatura ….

    1. # amaranto67

      perche prima (ma anche adesso sebbene in misura minore) che per sperare di entrare a lavoro dovevi esibire la tessera di “affiliazione” al PD cosa era? democrazia?

    2. # ale66

      Non ci vedo nulla di male. Se oggi vai in Questura ti chiedono il documento e ti danno un pass. Quale è il problema ?

      1. # ugo

        Se non capisci la differenza tra un comune e una questura hai problemi seri.

  4. # marco

    Meno male doveva essere l’amministrazione trasparente, questi si sono barricati nel fortino!!!

  5. # jerry

    Vergogna… vergogna… il Comune è la casa dei cittadini non di Bombastik e grillini…
    Avete paura dei cittadini ehhhh… non vi vole più nessuno se non i vostri tre gatti… anzi tre grilli fanatici…

  6. # tutti boni

    ma se devo fare la carta d’identità cosa lascio? ahahhahahahahha siamo a Livorno..roba da vernacoliere

    1. # leo

      si parla degli uffici comunali del palazzo vecchio , non di anagrafe

    2. # israel hands

      a giudicare da quel che dice sembra che lei la carta di identità non l’abbia mai fatta.

  7. # marco

    non vedo dove sta il problema , consegni il documento ed entri , è una sicurezza per tutti

  8. # Serena

    il pd si lamenta di questa scelta della nuova amministrazione (è nova.. boni solo a criticare).
    Ma io dico che in termini di sicurezza qualcosa dobbiamo fare. Siamo anche noi un obbiettivo del terrorismo, e se questa scelta la avesse presa il pd si sarebbe fregiata per mesi di questa grande geniale idea. Dato che l’ha avuta il 5 stelle c’hanno da criticare.
    Bravi.. lo riprendete prestino il mio voto…

    1. # Sabrina

      Premetto non voto PD, ma se il M5S si fregia di essere il partito dei cittadini cosa temono?

      1. # israel hands

        temono le persone in mala fede che a Livorno sono molte e rosicano parecchio

  9. # mario di borgo

    Unico Comune d’Italia che si accede von il pass…..basterebbe un adeguato sistema di videosorveglianza…..con personale dedicato. Attraverso una rete di telecamere sarebbe possibile monitorare i movimenti del pubblico e dello stesso personale. Per questo non occorre un laborioso ed inutile sistema di rilascio di accessi autorizzativi, non siamo certo né in Tribunale né in un posto di Polizia.

    1. # antoniop

      Woow, cioè lei ha girato tutti gli 8.003 comuni italiani? E quindi ci conferma siamo l’Unico ad usare il pass, grazie! Gli altri 8.002 si fidano sulla parola, o probabilmente siamo un passo avanti a tutti….Comunque per curiosità, di tutti gli 8.003 comuni quale gli è piaciuto di più?

    2. # israel hands

      shh faccia piano ma pare che a rosignano ci voglia il pass

  10. # Giuly

    La prossima tappa saranno le impronte digitali e il giuramento di sottomissione a Grillo!!Bravi, davvero commovente la vostra considerazione per il cittadino!!

  11. # orso

    Invece tra due anni al sindaco di Castiglioncello gli ci vuole proprio il passaporto per tornare a Livorno…

  12. # Kristy

    Il pass. sarà in prova 5 mesi per il solo comune vecchio.
    Con i vari attentati Europei, mi sembra una buona iniziativa.

  13. # Bicicorsa

    non capisco tanta meraviglia: anche in altri uffici pubblici, es. Agenzia delle Entrate, c’è la stessa procedura. Inoltre potrebbe essere una picccola misura di sicurezza, considerato quello che succede.

  14. # RE nato

    contatevi un po’ ….tre gatti che brontolano….tanto voi in comune che ci andate a fare non e piu terra vostra. Grande Movimento 5 Stelle.

    1. # orso

      Ridi,ridi.Tra due anni a Livorno seddiovole sarete voi del VICE-PD a contarvi…anzi,vi chiamerete per nome.Spero non torni il pd,ma meglio di voi anche il demonio.

      1. # amaranto67

        Per il bene di livorno augurati che non sia cosi.. la miseria e i 30.000 disoccupati di cui soffriamo adesso pensi sia una reazione immunitaria al virus 5 stelle o piu semplicemente le conseguenze di politiche demenziali di 70 anni di PCI DS PD???

    2. # Morchia

      Mah, secondo me d’ora in avanti conviene che vi contiate voi… fate anche presto.
      E poi forse non sapete che il Comune deve essere al servizio di tutti i cittadini, anche di quelli che esprimono liberamente il loro dissenso dall’operato di questa amministrazione. Si chiama democrazia, non so se avete presente…

    3. # karl

      lei deve avere qualche problema con la matematica. Risultati amministrativi dei partiti 2014 PD – 35,25 M5S – 19,16. Può controllare se vuole, tanto sono dati pubblici. Non mi sembra che il numero sia di 3 o 4 gatti.

      1. # RE nato

        mi riferivo ai commenti su questo articolo….comunque avete perso …..e si lo sappiamo che il Movimento 5 Stelle deve ancora ripulire questa citta’.

        1. # Morchia

          Vorrei capire cosa intendi per ripulire la città. Queste sono frasi che non si sentivano più dal ventennio fascista. Datevi una regolata.
          Il pass per entrare in comune non è certo un problema, ma non inventate scuse, l’unico motivo è che al Sindaco danno fastidio i cittadini che vengono liberamente a protestare in Consiglio Comunale. Cosa che peraltro, prima di amministrare, l’M5S esortava a fare contro le giunte di altri partiti. Ma adesso che ci sono loro questo non va più bene, si mette il pass ma soprattutto di introduce un numero massimo di persone che possono entrare, con la scusa della sicurezza. Viene da chiedersi se certi problemi prima non c’erano (e qui dovreste farvi una domanda sul perché) o, se invece c’erano anche prima, perché in precedenza si è voluto comunque lasciare a tutti il libero diritto di accesso. Ripeto, non ho niente contro il pass, ma non raccontate favole che non siamo proprio tutti tonti. E non raccontate che in tutti gli altri comuni fanno così perché non è vero, altra bufala.

        2. # Karl

          Perso ? io direi solo fortuna di Nogarin . Le percentuali parlano chiaro 19% contro 35%. I numeri sono numeri.

  15. # Abe

    Ricordo quando Beppe Grillo nei suoi show in mezzo alla gente, gridava:”Prendete il registratore, la telecamera… andate ai Consigli Comunali, entrate nei municipi, è un vostro diritto, stanno decidendo delle vostre vite, ecc. ecc. Forse era per ridere!

  16. # RE nato

    basta lasciare un documento e tutti possono entrare, e semplice elementare direi.

  17. # Garoso

    Ma di cosa stiamo parlando ? Basta andare 10 metri più in lá e cioè in Provincia, che è una vita che si lascia il documento per andare negli uffici. Qualè poi il problema di lasciare il documento ? Su su pddini dei bei respiri che aumentate l’ossigenazione.

  18. # gigi

    Maestri dell’incompetenza e della affabulazione…mai sentito trasparenza uguale porte chiuse…
    Di cosa hanno paura… dei cittadini….????
    Fra tre anni saranno i cittadini a giudicarli …
    Chiusi nel fortino … a me sa tanto di fallimento !!!!!

  19. # orso

    “CIIITTADIIINIIII”
    Altri tempi eh quelli del VAFFA,dell’APRIREMO QUESTE AULE COME SCATOLETTE DI TONNO,TRASPARENZA,FILMATE TUTTO CON LE TELECAMERE…
    E ammetto di essere stato uno dei bischeri che avevano dato retta alle loro bugie e li aveva votati alle politiche.Alle comunali,dovendo scegliere tra il PD ed il VICE-PD che sono questi buffoni ,grazie a Dio ho fatto altro.Non ricordo cosa,ma qualsiasi cos e’ meglio rispetto a dare il voto a pd e vice-pd.
    Arrampicati sugli specchi vai,sindaco di Castiglioncello,nemmeno spiderman…

  20. # Flo

    Cosa dira mai il direttorio, insieme a quel chiacchierone di Beppe Grillo, sulla trasparenza,
    Loro sono dalla parte dei cittadini, perché’ non fanno ora una giratina a Livorno,
    Per sentire l’opinione della gente sul sindaco, solo chiacchiere e
    distintivo..

  21. # amaranto67

    avevo incluso un estratto dalla pagina facebook di Nogarin in cui lo stesso sindaco svela la bufala del giornale che ha pubblicato la notizia del pass configurandola come un atto unilaterale del solo comune di livorno, il sindaco in quel post confermava che a una verifica dei fatti da esso stesso eseguita risulta che tutti i maggiori comuni toscani (eccezion fatta per firenze) hanno un controllo di ingresso (che sia pass o registrazione degli estremi di identità o presa in consegna di un documento personale) smentendo di fatto lo “scoop”… non so se sia effettivamente cosi perché non ho verificato telefonando ai vari enti ma la fonte è il sindaco stesso nella sua pagina facebook…non mi pare giusto censurare il contributo ed impedire alle persone di formarsi un opinione il piu possibile libera ed indipendente.

  22. # tommy

    Oh ma ora che sono sulla poltrona l’opinione della gente non li interessa più…
    Sono loro la legge e la trasparenza e rifulgono di luce propria… sono autoreferenziali!!!!
    Hanno trovato un posto ben pagato e ci stanno come la cozza sullo scoglio…
    Ma la nottata… passerà… cari grillini….e ci libereremo di voi…

  23. # Karl

    Scusate ma se questo provvedimento è stato preso per ragioni di sicurezza per quanto è successo in questi ultimi tempi perché non estenderlo a tutto il Comune? del resto il luogo più sensibile in fatto di sicurezza è proprio l’anagrafe. Oppure questa decisione è stata presa solo per limitare la possibilità di assistere ai consigli comunali?