Cerca nel quotidiano:


Nuova STORIA QL. Scaricate l’app per leggerla

Scaricate la nostra app per leggere in anteprima gli articoli dedicati ai personaggi livornesi. La nuova STORIA QL è dedicata a Umberto Vivaldi Junior (foto gentilmente concessa da Giovanni La Francesca)

Sabato 16 Maggio 2020 — 08:10

Mediagallery

Scaricate la nostra app per leggere in anteprima le storie QL dedicate ai personaggi livornesi

Dal 13 maggio 2019 l’app di QuiLivorno.it si è arricchita di un contenuto. Quello delle Storie. Solo su app potrete leggere in anteprima questo genere di articoli riguardante storie, appunto, legate a personaggi livornesi. Nella app troverete una sezione/archivio ad hoc, chiamata Storie QL, dove troverete tutte quelle già scritte e quelle che verranno. Quello che pubblichiamo questa settimana è il racconto della vita artistica di Umberto Vivaldi Junior (nella foto in pagina gentilmente concessa da Giovanni La Francesca), giovane regista emergente che divide la sua vita tra Livorno e Roma.
Vi ricordiamo che la nuova app (logo QL) – scaricabile da Apple Store e Google Play scegliendo fra un abbonamento semestrale e annuale – invia le notifiche degli articoli (sarete però voi a scegliere per quali notizie ricevere la notifica), invia gli effetti sonori di “goool” durante la partita del Livorno, permette di consultare un calendario eventi sempre aggiornato. Dopo aver scaricato la nuova app scorrete la guida di presentazione verso destra e scegliete l’abbonamento.

Riproduzione riservata ©

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Dichiaro di aver letto, ai sensi dell'art. 13 D.Lgs 196/2003 e degli art. 13 e 14 del Regolamento (UE) 2016/679, l'Informativa sulla Privacy e di autorizzare il trattamento dei miei dati personali.
Il commento e il nick name da lei inseriti potranno essere pubblicati solo previa lettura da parte della redazione. La redazione si riserva il diritto di non pubblicare o pubblicare moderandolo sia il commento che il nick name. Se acconsente prema il bottone qui sotto “commenta l’articolo”.