Cerca nel quotidiano:


Via libera ai bagni pubblici. Ecco dove

La Porto 2000 ha accettato di dare il suo contributo per sostenere la spesa. Il costo? Circa 40mila euro per ogni bagno

Lunedì 13 Giugno 2016 — 07:45

Mediagallery

È stato approvato all’unanimità, nel Consiglio comunale, l’atto di indirizzo presentato dalla consigliera di Forza Italia Elisa Amato che impegna la giunta a installare dei bagni pubblici in città. Dopo l’interpellanza di due mesi fa caduta nel vuoto, la consigliera ha deciso di sottoporre di nuovo la questione. “Visto il maggiore afflusso di turisti in città e dal momento che, pur parlandone da anni, non si è ancora riusciti a realizzare in città dei bagni pubblici che vadano incontro sia alle esigenze di chi viene da fuori, sia dei nostri cittadini che una volta usciti da casa per usufruire dei servizi igienici devono recarsi in un bar – è la posizione della Amato – chiedo che siano installate una postazione igienica nella zona del centro e due sul lungomare”. “Già fin dal suo insediamento l’amministrazione si è occupata della questione – ha spiegato Alessandro Aurigi, assessore ai lavori pubblici – muovendoci per acquisire preventivi. Purtroppo però per questioni di bilancio non si era potuti andare oltre”.
La cifra necessaria potrebbe essere reperita – si legge nell’atto – dal fondo di riserva con apposita variazione di bilancio. Per quanto riguarda la partecipazione economica, ha fatto sapere Amato, la Porto 2000 (società che gestisce le crociere) ha accettato di dare il suo contributo per sostenere la spesa.
Il costo per ogni singolo bagno (compresi allacci e funzione di autopulitura a ogni utilizzo) è di circa 40.000 euro: “Una cifra non indifferente – ha concluso l’assessore – per questo accolgo con favore l’appoggio della Porto 2000 che permetterà un minore aggravio per il Comune. Una volta formalizzata la loro intenzione saremo disposti anche noi a impegnarci in questo senso”.
“Diamo il nostro voto favorevole a un’idea – ha affermato Edoardo Marchetti (M5S) – che permette di migliorare il decoro urbano. Facciamo un plauso alla Amato anche per essersi impegnata a trovare altri soggetti che si occupino del finanziamento”.
“Si tratta di un servizio pubblico assolutamente importante sia per i residenti sia per i turisti – ha affermato il capogruppo del Pd Pietro Caruso – e da parte nostra proporremmo l’idea di installare bagni pubblici anche nelle zone maggiormente frequentate dai giovani, anche se lì, è vero, sono già presenti numerosi locali con l’obbligo di bagno”.

Riproduzione riservata ©

28 commenti

 
  1. # Ercole Labrone

    Finalmente una buona iniziativa, capisco anche che costino ma tre soli bagni mi sembrano un po’ pochini…comunque è un inizio

  2. # mind

    …finalmente una buona cosa che ovviamente essendo tale nasce all’esterno del movimento 5 stelle.

    1. # NOPD

      I tuoi amici “comunisti” del PD in 50 anni che hanno governato la città non ci hanno pensato? Ah già mi dimentico sempre che erano troppo occupati a rubare e a riempirsi le tasche piuttosto che a pensare al decoro della città.
      Anche se non direttamente da loro, la giunta 5 stelle ha approvato e si faranno…

      1. # mah...

        Non entro nel merito della critica e della risposta… ma è possibile che in ogni commento critico (giusto o sbagliato che sia) a questa amministrazione, debba essere inquadrato come prodotto necessariamente da simpatizzanti PD o “comunisti”, ecc. ? Cioè, uno non può essere del M5S e criticare una scelta che non condivide? oppure essere di area centro-destra e non essere d’accordo con la Giunta?…. è veramente imbarazzante che ogni volte, qualsiasi sia l’argomento di discussione, la risposta pre-confezionata sia “… ma in 50 anni il PD che cosa ha fatto?….” ed altre amenità simili….

  3. # Joannis

    Era ora, voglio augurarmi che saranno messi anche sul lungomare sotto gli alberi.

  4. # Pinco

    ERA ORA…..TUTTI A FARLA DIETRO I CESPUGLI…CHE NON CI SONO PIU’…..
    PERO’ CHE SIANO CONTROLLATI E NON RICETTACOLI DI “TUTTOUNPO'”….

  5. # eral'ora

    Complimenti alla sig.ra Amato ed alla Giunta che ha sostenuto questa piccola ma utilissima iniziativa ! Anche le piccole cose aiutano il cambiamento !

  6. # Igor

    Prima che siano devastati da vandali e inagibili a poco tempo dall’installazione, mettete in preventivo anche delle telecamere altrimenti con i maggiordomi e baroni che abitano questa città bei mi vaini….

  7. # Daniele r.

    La professoressa amato sarebbe un ottimo sindaco perché sarebbe l’unica in grado di venire incontro alle esigenze dei suoi cittadini. Forza prof. Continua così.
    Un suo ex alunno delle scuole Marconi di 36 anni fa

  8. # MAIROSSO

    Bello schifo… il topo per la vista e per l’olfatto… complimenti!!

  9. # giuseppe sparla

    se questa proposta verrà messa in atto, ben venga anche se con forte ritardo

  10. # chettiduri

    …ma, rimettere in funzione quelli che ci sono no?

  11. # stefano59

    Conosco degli anziani con hanno problemi di prostata che non possono andare a farsi una passeggiata lungomare per la mancanza di bagni pubblici…ERA ORA!!! FINALMENTE!!

  12. # CHETTITURI

    ….ma rimettere in funzioni quelli che ci sono, no???

    1. # elit

      Ma dove sono? Sul lungomare non ce ne sono mai stati!

    2. # chettiduri

      ce n’è uno vicino all’Acquario in prossimità della passeggiata!!!

  13. # ale66

    Suggerisco di metterci a pulire e controllare delle persone attingendo dai tanti disoccupati/cassaintegrati facendo pagare un ticket simbolico di 30/50 centesimi in cambio di salviette e carta igienica……il costo del personale si autofinanzierà e non ci saranno atti vandalici……

  14. # Luigi

    Sicuramente una buona notizia ma, conosciamo Livorno e i suoi abitanti, sappiamo tutti che dopo due settimane diventeranno il ricovero di tossici e tegami e dopo un mese saranno una fogna a cielo aperto. Proviamoci ma non aspettiamoci che durino più di un mese.

  15. # Cutolo

    Senza il custode i bagni saranno devastati dai vandali e in poco tempo non saranno più agibili,non serve un genio per capirlo…

  16. # Fabio

    Ovviamente saranno sporchi a tempo breve,con rischio di malattie trasmesse da centinaia di profughi che stanno invadendo la nostra terra e non hanno fatto nessun controllo o quarantena igienico sanitaria.

  17. # Carlo

    i bagni pubblici necessitano di personale che possa tenerli puliti e funzionanti e quindi devono essere a pagamento, magari una cifra modesta, ma a pagamento. Spero che il Comune provvederà anche a questo, altrimenti saranno soldi gettati al vento…..

  18. # vedolontano

    40.000 euro per ogni bagno? Boia dè!!! Ma siamo sicuri? Ben vengano in ogni caso. l’unico dubbio che ho è il controllo continuo di questi beni di tutti! Non vorrei che fosse l’ennesima struttura che va in rovina perchè a Livorno questo riesce bene. Manutenzioni continue e controlli. Vorrei tanto che la mia città fosse la migliore del mondo…. in tutti i settori.

  19. # luigi

    Mi sembra una cosa utile anche se ho dubbi sulla durata. Ma si tratta di una cosa molto limitata. Quando questa amministrazione affronterà i problemi veri e importanti della nostra città???
    Io penso mai…

  20. # Francesca

    Bella iniziativa….proporrei assunzione di personale che sorvegli e tenga pulito. Magari mettere una piccola tassa come in altri paesi. Una cifra tipo 0,30 si spende volentieri se si trovano puliti. Si creerebbero posto di lavoro che in parte di ripagano col pagamento degli utenti .

  21. # ada

    è inutile fare nuovi bagni pubblici se poi vengono tenuti sporchi come quelli che già ci sono negli stadi nei palazzetti ecc.

  22. # Fabio

    iniziativa stupida…senza controllo i bagni pubblici durano un mese. Non ci vuole un genio per capirlo.. ma come al solito si ricorre a questi metodi per boccaloni che non sanno pensare a un minuto dopo..
    Nogarin sta facendo pure peggio del PD a Livorno…progressi ZERO in compenso TANTE cavolate

  23. # GiulY

    Splendida iniziativa! Così i croceristi potranno finalmente lasciare” “qualcosa” di loro alla città!

  24. # Fabio

    È inutile fare bagni pubblici la città è letteralmente impestata di pipì e di cacca di cane, pensate a risolvere quello di problema che è vergognoso e gravissimo.