Cerca nel quotidiano:


Amianto in villa, il Pd attacca: “Silenzio per 15 mesi”

I vertici del Partito Democratico: "Adesso serve chiarezza e trasparenza in merito a come si dovrà agire in futuro"

Domenica 4 Settembre 2016 — 07:57

Mediagallery

di Annalisa Castagnoli

Il problema dell’amianto rinvenuto nel perimetro di Villa Corridi e nelle zone limitrofe torna a farsi sentire e il PD attacca l’amministrazione comunale. L’11 luglio scorso il sindaco Filippo Nogarin aveva chiuso il parco della Villa in seguito al ritrovamento, da parte dei tecnici del Comune, di schegge di amianto nel terreno.
“L’amministrazione comunale ha da sempre fatto della trasparenza la sua bandiera, ma dobbiamo ringraziare solo la stampa se siamo giunti a conoscenza delle problematiche sull’amianto a Villa Corridi. La stampa locale ha dato un contributo fondamentale in questo”, ha dichiarato il segretario provinciale del Partito Democratico Lorenzo Bacci in apertura della conferenza stampa del 2 settembre. “C’è bisogno di chiarezza e trasparenza!”. Trasparenza, infatti, è stata la parola chiave del faccia a faccia con la stampa richiesto dai vertici del Pd livornese.

Pietro Caruso (capogruppo del PD in consiglio comunale) ha messo in luce alcuni procedimenti secondo i quali il sindaco Nogarin era a conoscenza della presenza di amianto in villa Corridi già dal giugno 2015: “Il 29 maggio 2015 c’è stato un sopralluogo da parte della protezione civile e dei vigili urbani nei territori della villa; il 4 e il 5 giugno 2015 l’Arpat e l’Asl hanno comunicato le risposte alle analisi sui campioni rinvenuti sul terreno, risultanti positive all’amianto. Allora perché corridiparcoil parco è stato chiuso solo nel luglio 2016?”. E continua: “Sono 15 mesi ormai che l’amministrazione comunale è a conoscenza delle analisi effettuate dall’Arpat e dall’Asl ma la cittadinanza ne è stata all’oscuro fino a due mesi fa”.
La preoccupazione maggiore dei dirigenti del Pd si è rivolta poi soprattutto alle numerose famiglie (bambini, adolescenti, genitori) e anziani che frequentano il parco giornalmente ormai da anni, sottolineando che “quando si parla della salute e della sicurezza dei nostri cittadini non si può strumentalizzare una faccenda del genere”.

Il Pd quindi ha fatto presente la propria preoccupazione in merito alla faccenda direttamente al sindaco Nogarin, “ma in un post sui social, poi eliminato dopo qualche ora, la giunta comunale dei 5 stelle aveva definito i nostri turbamenti come inutili e sterili polemiche” dichiara Pietro Caruso.

Federico Bellandi tranquillizza sul fato che le analisi dei residui di polvere prelevati recentemente dal terreno di Villa Corridi hanno avuto riscontri negativi, ergo non sono nocivi. “E’ una notizia confortante – chiarisce Bellandi – adesso occorrono però risposte chiare rispetto a come si dovrà agire in futuro”.

LIVORNO VILLA CORRIDI VANDALI SCRITTE SUI MURI - 04 AGOSTO 2009 FOTO BIZZI / TRIFILETTI

I dirigenti del Pd hanno poi messo in luce come, in un intervento del sindaco Nogarin alla Conferenza sull’aminato del 26 marzo 2015, questi abbia dichiarato che “una via di salvezza sarebbero le bonifiche […] Non vorrei che i cittadini pagassero per le nostre negligenze” (Cit.) e loro sono pienamente d’accordo.
“Chiediamo pertanto che: 1) sia messo in sicurezza il sito e che ci sia piena chiarezza sul fatto che non ci siano rischi per i cittadini; 2) che ci sia certezza che la bonifica venga fatta in tempi brevi; 3) che sia ben gestita la viabilità per non creare disagi alle famiglie che dovranno accompagnare i bambini a scuola” dichiarano Federico Bellandi e Francesco Gazzetti.
Più responsabilità e trasparenza, ma soprattutto condivisione di tutti gli atti e i documenti riguardanti la questione amianto in villa Corridi. “A chi ci accusa di allarmismo noi rispondiamo chiarezza, in primis per la cittadinanza e le famiglie che frequentano la zona, e chiediamo un monitoraggio giornaliero sulla villa Corridi e sulle zone limitrofe”, concludono i dirigenti.

 

 

Riproduzione riservata ©

39 commenti

 
  1. # AnToNIO

    Ahahahahah! Silenzio per 15 mesi???? Ma davvero hanno avuto il coraggio di dire quelle parole? Ahahahahah ahahahahah

    1. # Antoniod

      In effetti sono quasi 16

  2. # cittadino

    Lo sapevate che le stazioni ecologiche non ritirano amianto, mercurio e neppure cartongesso? Un privato cittadino, magari anche disoccupato, che ha da smaltire anche piccole quantità di questi materiali si trova di fronte a serie difficoltà. Se si rivolge ad un una ditta specializzata si sente proporre cifre minime di 500 euro per un pezzetto di amianto grande quanto un foglio A4. Se si rivolge all’USL si sente dire che non è di loro competenza e ti danno un forlio con dei numeri telefonici a cui nella maggior parte non risponde nessuno oppure ditte sopracitate. La maggior parte degli addetti ti consiglia di buttarlo nel cassonetto dicendo……….tanto sa quanta roba ci buttano……….. Stessa cosa per cartongesso e mercurio (questo considerato pericolossisimo in mano ad un delinquente potreppe fare seri danni). Allora mi chiedo ma sennessuno ritira questi materiali dove vanno a finire? Invece di fare i politici del giorno dopo provare a risolvere i problemi il giorno prima……….( Livorno è piena di amianto basta andare su google earth e cedere quante tettoie in eterenit ci sono ancora)

    1. # Aldo

      Se sei disoccupato l’amianto o lo tieni dov’è o lo mangi. I diritti si acquiscono con il reddito.

    2. # Danius

      Hai ragione, ma il problema di questo articolo é diverso..qua si parla di malagestione e assoluta mancanza della “tanto sbandierata” trasparenza..

    3. # alias

      Gli addetti ti hanno detto di buttarlo nei cassonetti? Sei sicuro di questa tua affermazione? E’ molto grave…sia la tua affermazione se non fosse vero quello che dici, sia il comportamento degli “addetti” se fosse successo….per quanto riguarda il pd , c’hanno la ghigna ni ci rimbalza l’acciaini!!!

  3. # Valerio

    Siete inquietanti. 15 mesi di silenzio…ma l’amianto sottoterra ce l’ha messo beppegrillo? Quanto sono stati zitti prima? Non si sono mai accorti di niente? Allora merito alla giunta 5 stelle che in due anni ha scoperto quello che in 40 anni gli altri non avevano visto. Svegliatevi prima, ormai i buoi sono scappati.

    1. # Danius

      Quando non si sapeva dei danni che faceva, l’amianto veniva smaltito come le macerie comuni e seppellito ovunque..a questo errore adesso stiamo attenti (e questo é un fatto apolitico)..l’amianto si trova li per questo motivo e nessuno lo sapeva prima di 15 mesi fa..quindi, le colpe sono solo di inefficienza nell’agire dell’attuale amministrazione..

      1. # Valerio

        Con queste ennesime accuse da propaganda abbiamo la conferma dell’incompetenza dei piddini che mostrano nuovamente la loro completa non conoscenza dei codici ambientali e delle norme in materia accusando il m5s di immobilismo per 15 mesi. L’art. 257/92 e relativi commi disciplinano i passaggi operativi e tecnici con i tempi che ai vertici PD e consiglieri sembrano sconosciuti. È questo il motivo per cui la propaganda del PD tenta di scaricare le sue incompetenze e responsabilità sul M5S occultando il fatto di non aver fatto nulla dal 1998 in poi lasciando per anni ed anni l’amianto compatto seppellito ? Si. La logica ci conduce quindi al fatto inoppugnabile che hanno sempre votato secondo quanto veniva loro imposto dai vertici del partito e da tutto quello che pioveva dall’alto

      2. # israel hands

        ma lei come fa a sapere che l’amianto è stato sepolto dove è adesso prima che si sapesse che era pericoloso? o forse l’amianto glielo ha detto? Peraltro anche quando non si sapeva che l’amianto era pericoloso non si poteva ugualmente buttare macerie e calcinacci di nascosto in un parco pubblico

  4. # amaranto 67

    Caro PD ma un po’ di autocritica no? È quasi vent’anni che quell’amianto è lì non 15 mesi! Dobbiamo ringraziarvi pure di questa indesiderata eredità che si aggiunge alla disoccupazione alla miseria e al degrado che la vostra illuminata guida ha prodotto.

    1. # MaiLivornese

      Per quanto riferito dai tecnici comunali l’amianto è lì almeno dal 1970. Alcuni di quelli che erano a quel tavolo neppure erano nati. La villa non era neppure di proprietà del comune. Se c’è amianto sotto terra bisogna ringraziare solo l’ignoranza dei vostri padri e nonni livornesi che c’è l’hanno messo. Ma il punto è una volta scoperto il problema… perché nasconderlo??

  5. # Stefano

    Ecco loro …….Sono anni che quell’amianto e’ sottoterra adesso tutti fanno finta che nessuno sapesse, ci credo come credo alla befana che vola con la scopa .

  6. # Ersilio

    Si sapeva da 14 ANNI (gestione PD) + 15 mesi… caro Caruso!

  7. # uno e trino

    Questa è una giunta inguardabile, ha fatto una marea di errori e probabilmente non vincerà più le elezioni e oltretutto non appena era venuta a conoscenza nel giugno 2015 dell’amianto doveva immediatamente mettersi all’opera per la bonifica, scherziamo?….ma che l’amianto è stato ipotizzato sia stato sotterrrato negli anni ’70 non lo dice nessuno? le giunte che hanno cavalcato quegli anni che cosa hanno fatto?

    1. # BANDITO

      Quindi giunte vecchie ( PD ) e giunte nuove ( 5 stelle ) non hanno differenza !!! Dov’è il cambiamento tanto proclamato in campagna elettorale? Dov’è l’onda nuova di freschezza? Se anche loro ( parlo dei 5 stelle ) hanno taciuto e seppellito per 15 mesi le relazioni di arpat e asl, sono anche peggio di chi c’era prima, che non ha mai fatto della “Trasparenza” il proprio cavallo di battaglia.
      Sono dei veri “dilettanti allo sbaraglio” e peggio sono quei seguaci che credono ancora alle favole così tanto raccontate da uno che è stato da sempre definito ” il bomba”: ma questo, cari livornesi, è quello che vi meritate.

  8. # Madde'

    Leggete gli articoli 242 e 242 bis del Testo unico ambientale Decreto Legislativo 152/2006 e capirete che qualcuno obbligato per legge ad intervenire nei tempi previsti, non lo ha fatto. Mettendo a rischio i bambini per oltre un anno dal momento che l’amianto sotterrato è stato ufficialmente ritrovato e certificato.

  9. # Ale

    Certo il pd ha proprio una bella faccia tosta
    Almeno stessero zitti farebbero miglior figura
    E trallaltro bacci è anche uno dei migliori

  10. # Malizioso Troll

    E prima dei quindici mesi? Chi ce l’ha messo? Non è certo arrivato col teletrasporto o con lo spirito santo. Siamo seri, dai.

  11. # Baccio

    L’ amianto c’è da anni e quindi loro sono stati zitti per anni

  12. # Giuliano

    E’ vero, i grillini hanno fatto silenzio e sbagliato nel gestire la cosa per un anno. Il PD e i suoi avi l’amianto l’hanno portato a Livorno in quantità industriale e l’hanno nascosto sotto terra per trent’anni.

  13. # Libero 1°

    15 mesi di silenzio? E nel 16° mese chi c’era,???? Che ghigna!!!! Neanche l’unità osava tanto!

  14. # FrancoR

    Quindici o sedici mesi non sono nulla in confronto agli anni che a Livorno c’è stata la gestione PD, adesso gli rode di avere perso il seggiolone e si attaccano a tutto su tutto.
    Come altri lettori hanno chiarito non è facile nè veloce smaltire quel materiale e soprattutto economico, se per anni hanno fatto finta di nulla, almeno adesso si potrà sanare.

  15. # asciugati

    Ai giovani vertici del Pd ed al giovane consigliere regionale è sfuggito che la sig.ra Patrizia Villa, responsabile ambiente e territorio della CGIL ha dichiarato ufficialmente pochi giorni che fino dal 2002 il Comune sapeva che c’era l’amianto ! Per favore prima di fare comunicati pubblici relazionatevi tra di Voi altrimenti gli elettori continueranno a snobbarVi !

  16. # roby

    MA I POLITICI PD LO SANNO CHE SE DOMANI CI SONO LE ELEZIONI, DOPODOMANI NON ESISTONO PIU’? STANNO ROVINANDO L’ITALIA MA SE NE FREGANO, SE SALTA IL PD PERCHE’ HANNO FATTO UNA POLITICA FALLIMENTARE CAMBIANO SEGGIOLONE E VANNO AVANTI. SE FOSSERO COME OPERAI, RISCHIASSERO IL LICENZIAMENTO E RIMANESSERO A CASA SENZA STIPENDIO CI PENSEREBBERO DUE VOLTE A FARE DANNI. SIAMO STATI QUARANTANNI SOTTO LA DC, E’ ARRIVATO BERLUSCONI DALLA PADELLA NELLA BRACE, CON RENZI DALLA BRACE NELLA CACCA. A LIVORNO DOVREBBERO RIUNIRSI, ANDARE AL CIMITERO E AD UNO AD UNO CHIEDERE SCUSA A TUTTI QUEI COMPAGNI CHE SI RIVOLTANO NELLE TOMBE. NON PENSANO AI GIOVANI FIGURIAMOCI AI VECCHI ED AI MORTI, SONO SENZA DIGNITA’.

  17. # Luca

    Guardate che sono 10 anni che si sente dire che in Villa Corridi c’è l’amianto, e lo sapeva anche la precedente amministrazione.
    Mia figlia andava alle elementari nel 2008 e se ne parlava da un po! Forse ora i grillini hanno avuto il coraggio di renderlo pubblico!!!!

  18. # bob

    State zitti, che di danni ne avete fatti anche troppi, speriamo che vi spalmino anche in regione.

  19. # aniele

    no comment

  20. # Libero

    Silenzio per quindici mesi? E dei decenni e decenni di silenzi delle amministrazioni comunali PDS-PD, nessuno si scandalizza?
    Ma fatemi il piacere!!!

  21. # ivo lami

    il pd attacca ma non chiarisce perchè ebbe a votare no alla delibera consiliare che prevedeva la rimozione dell’amianto a villa corridi (vedasi bene kla data) Deliberazione del Consiglio Comunale n. 341 del 30/11/2015…INTERVENTO N. 34 2° Lotto lavori di rimozione di materialicontenenti amianto (MCA) in immobili comunali €. 100.001,00 Finanziamento daalienazioni a mutuo……La votazione offre il seguente risultato : N.Consigliere N Consigliere 1 NOGARIN FILIPPO Favorevole 18 MARCHETTI EDOARDOFavorevole 2 BATINI ALESSIO Favorevole 19 MESCHINELLI NICOLA Favorevole 3BASTONE FRANCESCO Favorevole 20 GALIGANI MARCO Favorevole 4 FUOTI GIOVANNIFavorevole 21 CARUSO PIETRO Contrario 5 LA FAUCI CORRADO Favorevole 22 RUGGERIMARCO Contrario 6 SARAIS VALTER Favorevole 23 DE FILICAIA JARI Contrario 7MILETI MARIA CRISTINA Favorevole 24 MARTELLI MARCO Contrario 8 ROSSI ALESSANDRAFavorevole 25 BINI CRISTINA Contraria 9 GALLI DANIELE Favorevole 26 CIAMPINI ALESSIOContrario 10 BARBIERI MIRKO Favorevole 27 RIA MONICA Contraria 11 ESPOSITODANIELE Favorevole 28 RASPANTI

  22. # Putin

    Ottusità… prosciutto sugli occhi…chiamatelo come volete.
    È evidente dagli atti del consiglio comunale essere noto dal 1998…
    È inutile menare il Can per l’aia

  23. # bob

    Gazzetti…. possibile che voi continuiate a con questo atteggiamento, prima votate no in consiglio comunale alla rimozione dell’amianto, poi vi lamentate inventando dei ritardi nella rimozione.

  24. # gianni

    Il Pd fa delle battaglie davvero utili concrete e sinceramente moderne. Bravissimi! Utilissimi per la sorte dell’umanità! RIDIOLI avete raso al suolo la città per 70 anni!

  25. # REnato

    che figura di … che ghigne.

  26. # plutarco

    ..la foto e cio che rappresenta sono di una tristezza assoluta ..
    sono chiacchera del naufrago disperato senza orizzonte…si uno ce lo hanno …le possibili poltrone future..
    Bacci non sta nella pelle ..non vede l ora di andare a Roma …lasciare finalmente colle e garantirsi il vitalizio..
    Gazzetti peggio che mai …il vitalizio ce la già.
    Bellandi ha sbagliato epoca..forse secolo…tra poco non sentiremo piu nulla di lui…
    Salvo Caruso …ex DC ma penso una brava persona…
    ma proprio perche brava persona dovrebbe dire la verità…cioè che Livorno l ahnno governata proprio loro il Pd in primis e non puo ora gridare che tutto va male per il M5s…
    noi siamo anche quel che siamo stati le colpe dagli spazzini al amianto sono colpe vecchie di noi che vi abbiamo votato caro Pd…un po di pudore…
    La chiarezza fatela su Verdini pluricondannato con cui governate…sulla Boschi e L’ etruria…su Roma Capitale…spiegate avvero agli operai cinquantenni il jobs act…la pessima riforma dela scuola …il Caso Guidi…il Fratello di Alfano…i cento inquisiti del Pd in Italia…
    e chi scrive vi votava…

  27. # israel hands

    “Adesso serve chiarezza e trasparenza in merito a come si dovrà agire in futuro” ottima osservazione: esattamente come non avete fatto voi per 70 anni non potremo che trovarci bene; siete da torta e nemmeno di quella bona

  28. # giancarlo

    Pazzesco . per 70 anni hanno nascosto le peggio ingiustizie , adesso accusano quelli che l’hanno spodestati !

  29. # duda55

    Così non si va da nessuna parte.L’amianto è li dal 1970?Togliamolo e basta e più che criticare questa giunta o quella prima domandatevi chi è l’irresponsabile quel criminale che ce lo ha messo o altri?Al comune chiediamo che si adoperi per creare lavoro in questa città che è il problema in assoluto.

  30. # Riccardo

    Loro Noi Voi..boh?ma L amianto distingue chi è del PD o dei 5 Stelle?Siete Tutti lì per Livorno,chi governa e L opposizione.Dovreste essere preoccupati e propositivi per risolvere il problema..invece..accuse per riprendere le poltrone o difesa del attuale poltrona..siete il riassunto della politica in Italia.Datevi da fare e risolvete INSIEME il problema,vedrai se L amianto era nella sala del comune eravate tutti d accordo.La magistratura farà le sue indagini voi lavorate x risolvere la cosa velocemente.