Cerca nel quotidiano:


Caruso (Pd): “Gestione Nogarin? I nodi stanno venendo al pettine”

Lunedì 27 Giugno 2016 — 08:26

Mediagallery

I nodi stanno venendo al pettine. L’incapacità e l’inadeguatezza dell’amministrazione Nogarin stanno emergendo in tutta la loro pericolosa grandezza.
Partendo dalla discussione sull’ospedale notiamo che il sindaco non solo ha raccontato inesattezze ma addirittura si contrappone ad un’altra istituzione, la Regione, che ha chiaramente espresso le sue preoccupazioni per l’atteggiamento ostruzionistico del Comune di Livorno. Comune che da una parte non recede dagli accordi per la costruzione di un nuovo ospedale (alla Regione non interessa l’ubicazione) dall’altra presenta pseudo-progetti costosissimi ed irrealizzabili in tempi brevi per la ristrutturazione dell’attuale.
Passando al tema dell’emergenza abitativa, per il quale avevamo presentato un atto d’indirizzo alternativo bocciato in Consiglio, si persegue la strada del parziale adeguamento della Chiccaia (con una spesa di 132.000 €). Inutile visto che tra due anni la struttura dovrà essere abbattuta per proseguire con i piani di recupero fatti scadere dalla stessa amministrazione pentastellata ad ottobre 2015.
Proseguendo infine sulla gestione fallimentare del territorio, anche dal punto di vista della legalità, notiamo che la nostra città è ormai considerata, almeno in Toscana, un porto franco dove chiunque, benché disperato, può permettersi atteggiamenti e comportamenti fuori dalle regole, con la certezza dell’immunità. L’esempio dell’occupazione dell’ex deposito ATL (su 60 occupanti solo due risulterebbero cittadini livornesi) è l’ultimo di una lunga serie di episodi che non depongono certo a favore dell’amministrazione 5 stelle. Come dicevamo i nodi stanno venendo al pettine ed i tempi per la risoluzione dei problemi sono ormai in scadenza. Vista la situazione e parafrasando il titolo di un libro..Livorno speriamo che se la cava.

Gruppo Pd Comune Livorno

Pietro Caruso

Riproduzione riservata ©

8 commenti

 
  1. # facciatosta

    Voi avete avuto una ventina di anni per accumulare i problemi ed ora volete che gli altri li risolvano al volo ? Chiamatele ghigne !

  2. # MAI più PD

    Ma cosa credete, che la gente abbia l’anello al naso? TIA più cara d’Italia per anni, venditori abusivi e microcriminalità in ogni dove fin da quando c’eravate voi, e fate pure le prediche sulla sicurezza?!? Il corvo che dice al merlo ‘boia, come sei nero’!

  3. # scorpione61

    O Pietro che i nodi vengono al pettine detto da te mi fa ridere parecchio sia perchè non hai un capello in testa sia perchè in 70 anni avete disintegrato la città. Forse prima di parlare sarebbe bene tu facessi un bel esamino di coscienza.

  4. # Morchia

    Soliti commenti….
    A prescindere che lo dica uno del PD, del PDL, della Lega o del Partito della Zoppa di Montenero, la situazione negli ultimi 2 anni è comunque peggiorata. E’ innegabile. Sarebbe peggiorata anche con altri al governo? Probabilmente si, ma questo non significa che non si possa, anzi, non si debba chiedere a chi governa adesso di risolvere i problemi. Perché altrimenti è finita….

  5. # PITTARO

    facile criticare.. gli ultimi a poter criticare, se avete un minimo di dignità, siete voi del PD caro Pietro Caruso, Vi rendete conto di quanti danno avete fatto negli ultimi decenni??? cosa pretendete ora che chi amministra adesso abbia la bacchetta magica ?? più danni sono stati fatti ( da voi ) più tempo ci vuole per rimettersi in pari… io al posto vostro starei zitto per almeno una decina d’anni

  6. # DINO

    BASTA DEMAGOGIA, ORMAI GLI ITALIANI NON VI CREDONO PIU’ !

  7. # cittadina

    Avete rovinato con il vostro buon governare la città di Livorno, se siamo in queste condizioni è solo grazie a Voi.
    E continuate a puntare il dito e incolpare gli altri scrollandovi di dosso ogni responsabilità.
    Chiudete la bocca e rimboccatevi le mani per dare un mano collaborando a risollevare questa città che è morta.

  8. # rena

    beh i dati parlano chiaro decine di migliaia di disoccupati una città in ginocchio non sono fatti accaduti negli ultimi due anni ma il risultato di politiche sbagliate negli ultimi venti