Cerca nel quotidiano:


Casa Livorno, Salvetti presenta i nomi della lista

Sono 24 i volti che accompagneranno Luca Salvetti nella corsa a Palazzo Civico. Tra loro spiccano Simone Lenzi e Loris Rispoli. Salvetti: "Lista piena di talenti ed esperienze diverse con un obiettivo comune"

Martedì 30 Aprile 2019 — 17:30

di Federico Bacci

Mediagallery

Presentata nella sede di via Marradi la lista di Casa Livorno alle prossime elezioni amministrative. Dopo aver rimandato l’evento a causa della morte in porto di un marittimo, il candidato sindaco Luca Salvetti ha svelato i nomi di chi lo appoggerà. La lista vede al suo interno nomi di varia esperienza ed età, tutti pronti a collaborare in armonia. “Era doveroso rinviare l’appuntamento – ha aperto Salvetti – per rispetto e dovere civile. Siamo adesso a un momento emozionante: abbiamo visto crescere di giorno in giorno questa situazione, un gruppo di persone che si conoscevano a malapena e che adesso mi intasano quotidianamente le chat di Whatsapp (ride, ndr). E’ segno di grande affiatamento e spirito di collaborazione, in una lista piena di talenti ed esperienze diverse che però hanno un obiettivo comune: quello di portare l’idea della “casa” in città (da qui il nome, ndr), una città che ha bisogno di tornare a sorridere e star bene insieme, eliminando quel clima di tensione e tristezza che da troppo tempo la attanaglia. La gente ha voglia di vivere la politica in maniera size-medium” src=”https://www.quilivorno.it/wp-content/uploads/2019/04/IMG-20190430-WA0030-600×400.jpg” alt=”” width=”300″ height=”200″ />diversa, anche solo rispetto a cinque anni fa, e stando in mezzo a loro e molto poco sui social mi sono accorto di come la vicinanza sia un tassello fondamentale”.

Salvetti ha poi elencato i 24 nomi della lista: si tratta di Simone Lenzi, Cinzia Simoni, Federico Turrini, Eleonora Zacchi, Loris Rispoli, Matteo Bagnoli, Annamaria De Biasi, Gabriele Benucci, Diego Barsotti, Elena Lorenzini, Riccardo Midili, Marco Rombolini, Maria Rosaria Sponzilli, Luca D’Alessandro, Daniele Cenci, Rosa Anzani, Gabriel Otonoritse Awani, Carlo Parcesepe, Cristina Migliarini, Matteo Gargini, Emiliano Carnieri, Carlo Albanese, Valerio Vergili, Ada Carpentieri.

“Il tono è rilassato e gioioso ed è un piacere lavorare in questo modo – ha aggiunto Simone Lenzi – perché è quello di cui c’è bisogno. Faccio un’anticipazione: al programma (che verrà presentato il 4 maggio alle 18 al Lem, e sarà seguito poi da una cena di autofinanziamento al Circolo Arci Di Sorco San Jacopo) hanno lavorato più di 80 persone. Questa è la nostra forza: non è scontato e vedere persone che tra i mille impegni sentono il senso civile di spendere ore e ore per produrre documenti e cercare idee valide mi riempie di speranza. Tanti dettagli e davvero poche chiacchiere”. La parola è poi passata a Eleonora Zacchi, che con una metafora teatrale ha sottolineato come Salvetti sia “un ottimo regista”, e a Maria Rosaria Sponzilli, che ha voluto porre l’accento sul carattere civile e sui modi puliti e non arroganti di Casa Livorno, sottolineando di come Salvetti possa portare anche un po’ di educazione alla città.

Riproduzione riservata ©