Cerca nel quotidiano:

Condividi:

Elezioni, i candidati Pd Andrea Romano e Andrea Marcucci si presentano

Martedì 30 Agosto 2022 — 10:05

Nella foto da sinistra il candidato alla Camera Andrea Romano, il segretario della federazione pd livornese Alessandro Franchi, e il candidato al Senato Andrea Marcucci

Il Partito Democratico livornese ha presentato i candidati alla Camera e al Senato. Romano: "Bolletta sociale contro il caro energia e salario minimo". Marcucci: "Qui si può fare con Mascagni ciò che a Torre del Lago è stato fatto con Puccini"

di Letizia D'Alessio

A circa quattro settimane dalle elezioni politiche del 25 settembre nella sede del Pd livornese, in via Donnini, il 29 agosto sono stati presentati i candidati al Parlamento del nostro territorio. “Non avremmo voluto andare a votare in questo modo – ha esordito il segretario della federazione dem livornese Alessandro Franchi – c’è stata molta irresponsabilità da parte di Salvini, Berlusconi e M5S, gli italiani non avrebbero meritato una crisi politica. Abbiamo passato due anni difficili e avere un governo con pieni poteri sarebbe stato meglio”. Il candidato al collegio della Camera Livorno e Piombino è Andrea Romano, 53 anni, livornese, deputato dal 2018, docente di Storia contemporanea a Roma: “Fratelli d’Italia non ha voluto fare chiarezza sul simbolo della fiamma e non ha voluto rimuoverlo. La destra preoccupa anche per le sue proposte e le forze che decideranno di stare al centro aiuteranno Meloni e Salvini”. Sul piano più dei contenuti, Romano propone di introdurre la bolletta sociale per affrontare il caro energia e porre un tetto al prezzo del gas, per il lavoro invece suggerisce di introdurre il salario minimo. Per Andrea Marcucci, candidato al collegio del Senato Viareggio-Pisa-Livorno, 57 anni, senatore dal 2018, imprenditore originario di Barga, gli investimenti per il porto sono fondamentali così come l’esigenza di tornare a parlare di industria: “In questi giorni vedrò il sindaco Salvetti per parlare delle ricadute economiche delle crociere su Livorno – ha affermato – Qui si può fare con Mascagni ciò che a Torre del Lago è stato fatto con Puccini”. L’altro candidato Pd alla Camera è Simone De Rosas, elbano, 34 anni, segretario Pd Elba-Val di Cornia: “La marginalità e la distanza sono temi che il centro-sinistra deve affrontare, la situazione è peggiorata negli anni e questo si rivede anche nel lavoro precario”. Collegata via web alla conferenza stampa Laura Boldrini, ex presidente della Camera, deputata dal 2013, capolista al collegio proporzionale Camera “Toscana due” Arezzo, Livorno, Siena, Grosseto, che tra una decina di giorni dovrebbe fare tappa a Livorno: “Noi e la destra abbiamo visioni opposte su vari temi: noi proponiamo un salario minimo e un fisco progressivo, ius scholae e parità salariale”.

Condividi:

Riproduzione riservata ©