Cerca nel quotidiano:


Nogarin: “Buon 2019 Livorno! E che la campagna elettorale non sia una guerra”

Il sindaco: "A prescindere da ciò che decideranno i cittadini a primavera, il mio auspicio è che il percorso che ci condurrà alle urne non si trasformi in una guerra tra bande"

martedì 01 Gennaio 2019 19:01

Mediagallery

Area di crisi complessa, lavoro e occupazione, turismo, riconversione industriale, commercio  ed elezioni. Sono questi i temi trattati dal sindaco Filippo Nogarin nel suo discorso di auguri alla città che noi vi riportiamo integralmente qui sotto.
“Siamo entranti nel 2019, un anno decisivo per il futuro della nostra città – scrive il primo cittadino Nogarin – Il 26 marzo comincerà il quinto anno dall’istituzione dell’area di crisi complessa livornese. Molti annunci e molti progetti sono stati presentati da quel momento ad oggi, ma nessuno è stato realmente in grado di risollevare le sorti occupazionali e sociali di Livorno. Ecco perché il mio primo pensiero va a chi un lavoro ancora non ce l’ha. In questi 12 mesi, esattamente come nei quattro anni passati, l’amministrazione ha lavorato per fare in modo che anche i cittadini con maggiori difficoltà non perdessero le speranze. Siamo riusciti a non lasciare indietro nessuno, attraverso una politica di sostegno al reddito e una politica della casa, incisive ed efficaci, portate avanti con l’appoggio delle migliori forze sociali”.
“Ma sopravvivere non può bastare: serve un colpo di reni – continua Nogarin – La nostra è una città che conserva un tessuto sociale solido e che negli anni ha saputo sviluppare realtà dinamiche e propositive. E’ da qui che dobbiamo ripartire. Dobbiamo riscoprire l’orgoglio di essere livornesi, imparare a prenderci cura della nostra città e soprattutto imparare a trasmettere agli altri l’amore per Livorno. Siamo seduti su un tesoro fatto di paesaggi, monumenti, sapori, che ha pochi eguali in Toscana e non solo. Se riusciamo a costruire una rete di imprenditori, associazioni, comitati spontanei di cittadini pronti a investire parte del loro tempo per sviluppare idee innovative e promozionali, potremo creare un’industria turistica capace di fare davvero la differenza in tempi brevi. Nel frattempo è necessario proseguire in direzione di una riconversione industriale che possa darci una prospettiva di lungo periodo. Le ricette messe in campo fino ad ora sono state, in troppi casi, un buco nell’acqua. Penso in particolare ai 10 milioni per favorire l’insediamento di nuove realtà produttive, contenuti nell’accordo di programma siglato a fine 2016, di cui ad oggi non è stato speso un singolo euro. Chiederemo a governo e parlamento di fare in modo che queste risorse non vadano perse ma vengano assegnate da chi ha già dimostrato di saperle far arrivare sul territorio: Comune e Regione. 
Intanto, attraverso i laboratori dello Scoglio della Regina e della Dogana d’Acqua abbiamo posto le base per lo sviluppo di un’economia green legata al mare, ma ora è necessario costruire una sinergia tra ricerca e impresa per creare un polo produttivo realmente innovativo e competitivo”.
“Per fare tutto questo è necessario lavorare insieme – sottolinea il sindaco – Le porte del Comune sono sempre aperte alle forze propositive della città: dal mondo ambientalista, ai comitati di cittadini. Dalle unioni di commercianti a chi ogni giorno lavora a stretto contatto con chi è maggiormente in difficoltà. Ma l’obiettivo di tutti quanti deve essere il bene comune, l’interesse collettivo e non il proprio tornaconto particolare”.
“Il 2019 sarà l’anno delle elezioni comunali – conclude Nogarin – A prescindere da ciò che decideranno i cittadini a primavera, il mio auspicio è che il percorso che ci condurrà alle urne non si trasformi in una guerra tra bande. Mi auguro che i piccoli interessi di partito non si contrappongano all’interesse generale e mi auguro che quei movimenti che fanno dell’odio e della divisione un elemento identitario vengano tenuti ai margini da una comunità che, al contrario, ha costruito la sua fortuna proprio sulla coesione sociale.

 Buon anno e buona Livorno a tutti”.

Riproduzione riservata ©

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Dichiaro di aver letto, ai sensi dell'art. 13 D.Lgs 196/2003 e degli art. 13 e 14 del Regolamento (UE) 2016/679, l'Informativa sulla Privacy e di autorizzare il trattamento dei miei dati personali.
Il commento e il nick name da lei inseriti potranno essere pubblicati solo previa lettura da parte della redazione. La redazione si riserva il diritto di non pubblicare o pubblicare moderandolo sia il commento che il nick name. Se acconsente prema il bottone qui sotto “commenta l’articolo”.