Cerca nel quotidiano:


Pd: “Cos’ha da dire l’amministrazione a 5 stelle su Lanzalone?”

Martedì 20 Novembre 2018 — 17:17

Mediagallery

Dalle colonne de “Il Tempo” (clicca sul link in fondo all’articolo per consultare l’articolo, ndr) si riporta alla luce quello che noi in consiglio comunale ormai diciamo da tempo. Un intreccio di consulenze affidate all’avvocato genovese, prima dal sindaco Nogarin e poi da Virginia Raggi. Lanzalone è l’avvocato che ha presieduto l’assemblea dei soci Aamps, in rappresentanza del sindaco, ma senza un formale contratto. E’ colui che ha partecipato alle nomine degli asset dell’azienda dai quali ha ricevuto poi incarichi. Lanzalone entra anche in contatto in quella fase con il curatore giudiziale di Aamps, Serini. Colui che, una volta sbarcato a Roma Lanzalone propone alla sindaca Raggi insieme a Lemmetti, assessore in forza nella giunta Nogarin. Serini, che mantiene tutt’ora il ruolo di curatore giudiziale di Aamps, è indagato per corruzione dai pm romani insieme a Lanzalone e tutto questo nel silenzio assordante dell’amministrazione 5 stelle guidata da Filippo Nogarin.

Partito Democratico Livornese

Riproduzione riservata ©