Cerca nel quotidiano:

Condividi:

Pd, Franchi si candida per la segreteria territoriale. “Serve ridefinire la nostra identità”

Domenica 22 Gennaio 2023 — 10:56

Due le vie da perseguire secondo Franchi. La prima è quella di accompagnare una costruzione di un nuovo Pd, la seconda strada riguarda i territori

Nella sede del Partito Democratico di via Donnini, Alessandro Franchi nella giornata di sabato 21 gennaio, ha presentato ufficialmente la sua candidatura alla segreteria Territoriale del Pd.
Idee chiare e obiettivi ben delineati qualora dovesse raggiungere l’obiettivo. “Sono stato eletto nel maggio del 2021 ed ho potuto operare per pochi mesi – spiega Franchi intervistato ai microfoni di TeleGranducato – considerando poi anche la campagna elettorale delle elezioni politiche, la convocazione del congresso nazionale che tocca anche i nostri congressi. Io mi candido nuovamente per i prossimi 4 anni per portare avanti un lavoro che è appena iniziato e che voglio sviluppare nei prossimi anni”.
Due le vie da perseguire secondo Franchi. “La prima è quella di accompagnare una costruzione di un nuovo Partito Democratico, anche in linea con quello che è il congresso nazionale dove abbiamo bisogno di ridefinire una nostra identità, un nostro programma, una nostra linea politica, e lo dobbiamo fare partendo dal basso. E credo che Livorno su questo possa dare un contributo importante soprattutto su quelle che sono le questioni del territorio, le grandi questioni sociali dalle diseguaglianze aumentate, alla povertà ma anche come lo sviluppo del territorio, la necessità in qualche modo di pensare a creare nuovi posti di lavoro”.
La seconda strada per Franchi riguarda invece i territori. “Abbiamo da fare un lavoro importante sui territori – continua il segretario in carica – Fra un anno si voterà in tutti i Comuni della nostra Federazione, ad oggi governiamo tutti i Comuni, governiamo Livorno dove abbiamo sperimentato anche un modello importante di coalizione larga con un sindaco civico. Io credo che dobbiamo ripartire da qui, da Livorno, così come negli altri Comuni, per provare a riconquistare la piena fiducia in questi territori e provare ad andare avanti con un programma sicuramente riformista, progressista che parli delle questioni che toccano la vita dei cittadini e delle imprese di questi territori”.

Condividi:

Riproduzione riservata ©