Cerca nel quotidiano:


Regionali, trionfa Eugenio Giani (48,6%). Referendum, è “Sì” anche a Livorno (65,3%)

L'affluenza in città tocca quota 56,3%. Il candidato del centrosinistra è stato eletto presidente della Regione Toscana: Eugenio Giani stacca di oltre otto punti percentuali la diretta concorrente del centrodestra Susanna Ceccardi

Martedì 22 Settembre 2020 — 00:45

Mediagallery

In città il voto per il candidato del centrosinistra si allinea con il trend toscano. Più bassa qui a Livorno invece, rispetto al resto della regione, la percentuale ottenuta da Susanna Ceccardi. Il M5S sfiora il 10%

Le elezioni regionali hanno visto trionfare il candidato del centrosinistra Eugenio Giani (nella foto di Lorenzo Amore Bianco) che termina la corsa elettorale per la presidenza della Regione con il 48,6% di voti raccolti contro il 40,4% della diretta avversaria Susanna Ceccardi del centrodestra. Irene Galletti del Movimento Cinque Stelle termina la sua avventura elettorale con il 6,4%. Tommaso Fattori di Toscana a Sinistra si attesta al 2,2% di preferenze raggiunte.
L’affluenza a Livorno è arrivata a quota 56,3%.
Clicca qui per consultare tutti i numeri sul voto delle elezioni Regionali in Toscana e tutti i risultati provincia per provincia.

Nei 172 seggi del Comune di Livorno (clicca qui per tutti i numeri nel dettaglio) il voto si uniforma, per quanto riguarda il vincitore, con il trend regionale con Eugenio Giani che si attesta intorno al 48%. Più bassa la percentuale del centrodestra a sostegno di Susanna Ceccardi che si aggira intorno al 32%. In città la candidata del Movimento Cinque Stelle, Irene Galletti, sfiora invece il 10%  mentre guadagnano qualcosa, rispetto alla media regionale, i candidati della sinistra Tommaso Fattori, Salvatore Catello e Marco Barzanti. Sotto l’1% Tiziana Vigni del Movimento 3V Libertà di Scelta.

I risultati dei singoli candidati in città – Tra i singoli candidati più votati a Livorno troviamo Francesco Gazzetti (Pd) che tocca le 5603 preferenze, Federica Benifei (Pd) che è riuscita ad ottenere 4879 voti, Susanna Vaccaro (Lega) con 2469 favori raccolti, Andrea Romiti (Fratelli d’Italia) che archivia 2311 “X”  personali e Marcella Amadio (Fratelli d’Italia) che sfiora le 2000 preferenze (1994). Marco Bruciati per Toscana a Sinistra raggiunge 1926 voti. Per il Movimento Cinque Stelle bene Alessandra Rossi, che arriva a quota 1194, e l’ex sindaco di Livorno Alessandro Cosimi, per Italia Viva +Europa, che può vantare 937 schede a suo favore.

La composizione del consiglio regionale: i seggi – L’esito del voto espresso dall’elettorato toscano porta dunque questa composizione del consiglio regionale: 22 seggi al Partito Democratico, 2 a Italia Viva, 9 alla Lega (compreso il consigliere regionale Giovanni Galli e la candidata non eletta Susanna Ceccardi), 4 a Fratelli d’Italia, 1 a Forza Italia-Udc e 2 al Movimento Cinque Stelle (tra cui uno riservato alla candidata non eletta Irene Galletti).

Referendum per il taglio dei parlamentari – Anche a Livorno, in linea con i risultati nazionali, è stato votato dalla maggior parte degli aventi diritto al voto il “Sì” che trionfa sul “No” con il 65,3% delle preferenze contro il 34,6% (clicca qui per i risultati in città).

Riproduzione riservata ©