Cerca nel quotidiano:


Salvetti, il “Piano Livorno” e 3 punti per il turismo: religione, Modì-Mascagni e mare

Il sindaco, intervenuto alla Festa de L'Unità, traccia un primo bilancio di questi due mesi e mezzo e guarda al futuro. "Impedito la realizzazione di altri 4mila stalli blu"

domenica 25 Agosto 2019 09:36

di Letizia D'Alessio

Mediagallery

Sono passati due mesi e mezzo da quando Luca Salvetti è diventato sindaco di Livorno, abbastanza però per tracciare un brevissimo bilancio delle settimane appena trascorse e per parlare di che cosa ha in mente di fare nei prossimi anni nel suo “Piano Livorno”.
“Da un punto di vista personale sono completamente soddisfatto di questo periodo – ha detto intervenendo insieme al segretario del Pd Federico Mirabelli il 23 agosto alla Festa de l’Unità – i problemi ci sono, tuttavia sto vedendo molto impegno e consapevolezza”. E ha rivendicato le prime cose fatte dalla sua amministrazione: la modifica della macchina comunale e il congelamento della realizzazione dei 4.000 stalli blu che dovevano essere eredità della giunta Nogarin. Prossimamente sarà avviato un percorso sull’emergenza abitativa: “Sono andato alla Torre della Cigna – ha continuato – a spiegare alle persone che vivono lì (circa 110, ndr) che cosa succederà loro”. In queste ore a livello politico a tenere banco è la crisi di governo e la possibilità di creazione di un nuovo esecutivo formato da Partito Democratico e Movimento 5 Stelle.
“Livorno avrebbe il vantaggio di avere un governo – è l’idea di Salvetti – che potrebbe favorire la città. Finora i rapporti col vecchio esecutivo sono stati pari a zero”. Tuttavia il sindaco non ha riservato parole tenere nei confronti della classe dirigente pentastellata: “La base ha sicuramente degli ideali simili ai nostri, alcuni vertici invece hanno dimostrato di non saper governare. A Livorno non ci saranno accordi col Movimento 5 Stelle – ha commentato il primo cittadino – Ragionerei più volentieri con forze come Buongiorno Livorno”.
E non è mancata una stoccata alla passata amministrazione, colpevole secondo Salvetti di non aver investito 39 milioni di euro che avrebbero invece potuto utilizzare per fare investimenti e per far ripartire il lavoro in città. Sul lavoro Salvetti ha fatto sapere che chiederà la revisione dell’accordo di programma. L’ampliamento dei posti di lavoro potrebbe passare anche da una migliore gestione del turismo nella nostra città: ed è così che è emersa l’idea di fare diventare l’edicola presente in piazza del Municipio un front office dove poter fare conoscere la città a chi viene da fuori. Puntando sulla costruzione di tre pacchetti da presentare: uno che guardi al turismo religioso, un altro a Mascagni e Modigliani e uno al mare e alla natura circostante. C’è poi da rimettere a posto via Grande, per la quale i lavori inizieranno a breve, e la Terrazza Mascagni per cui è prevista anche una nuova illuminazione. E l’ippodromo? Per decidere quali attività fare al Caprilli Salvetti ha annunciato che nel 2020 uscirà un bando europeo.

Riproduzione riservata ©

49 commenti

 
  1. # lev

    “La natura circostante” spero siano le colline…ci ricordiamo che esistono solo quando bruciano o scaricano valanghe d’acqua sulla città

    1. # Mario

      …a questo turno non si sente ancora parlare del porticciolo alla bella a, mah…

    2. # Vice

      Il rifacimento di via grande, è da un anno che è nel programna comunale. L’illuminazione alla terrazza è in essere… comunque se le sue parole diventano fatti, sarò felice di festeggiare

  2. # Paolo

    Bene Salvetti….. però qui in centro siamo nella stessa situazione di prima… stalli blu ovunque, strade piene di spazzatura grazie al porta a porta, impossibilità di parcheggio per i residenti… gradiremmo qualche atto concreto anche per la nostra qualità della vita… Grazie

    1. # Guarnieri guido

      In due mesi non credo che nessuno possa rimettere a posto tutto quanto

      1. # Gino

        Certo, e per questo che chiunque (eccetto Salvetti) “traccia un bilancio”…

    2. # Alessandro

      Gli stalli blu mi sa che ci fai poco. Ci sono contratti che una volta firmati durano anni. Quindi, fino a che non scade il contratto, gli stalli blu restano…

  3. # Patrizia

    Salvetti ricordati che c’è anche il centro inteso come piazza XX, via Sproni, via Mentana e zone limitrofe tra strade loia e bue sui marciapiedi sembra desse nel terzo mondo.

  4. # mrRobot

    Periferie, stazione…. mai nominate. Cittadini di serie Z, però quando aveva da prendere i voti, allora si che si è fatto vedere in zona.
    Abbiamo una stazione e giardini adiacenti, terra di nessuno, manutenzioni inesistenti… marciapiedi pericolosi, personaggi fissi poco raccomandabili.
    Ma nessuno fa niente e neppure dice niente, semplicemente questa arteria di accesso importantissima di Livorno è abbandonata a se stessa. Eppure tra la stazione e il mare ci sarebbe una facile direttissima, che potrebbe dar lustro alla Città… ma quando lo capirà la politica di casa nostra??? In altre parti del mondo ne avrebbero fatto la fortuna…

  5. # Gino

    Tra il dire e il fare c’è di mezzo il “lungomare”….e per la cronaca, per quanto riguarda gli stalli blu, la giunta Nogarin ha messo in atto un contratto stipulato dalla giunta Cosimi (PD), e lo stop dei 4.000, costerà al comune e quindi ai cittadini, in termini di penale e tasse. PS Salvetti, mai a Livorno con i 5S e poi ti auguri un governo nazionale PD-M5S?

  6. # babbocacco

    Buono l’inizio e la volontà espressa ad affrontare le varie problematiche. Logico sperare in una reale collaborazione di tutte le forze politiche che hanno espresso in campagna elettorale il loro amore nei confronti della città e dei livornesi, anche se da sponde diverse . “Spero” che non siano state soltanto parole da campagna elettorale e questo vale per tutti , soprattutto per gli “sconfitti”. Date dimostrazione di ciò che avete detto…fare politica non e solo contrapporre un’idea ad un’altra per vincere le elezioni e sperare poi che chi ha vinto commetta errori per sostituirlo alla prossima tornata elettorale . Fare buona politica è soprattutto contrapposizione sì, ma per cercare un dialogo vero ,finalizzato ad una sintesi che porti benefici alla comunità e non solo ad una parte Utopia? Forse …ma mi piace crederlo. E allora risolviamoli i problemi , senza crearli o boicottando alcune scelte …tanto per. I risultati saranno i risultati di tutti e potremo gioirne insieme.
    Retorica? No ….
    In bocca al lupo per tutti noi.

  7. # Ivan

    Ma le buche per le strade le devo tappare io?

  8. # Simone

    Buongiorno a tutti, secondo il mio parere si dovrebbero creare eventi nazionali che coinvolgono cittadini da fuori e non solo livornesi nelle piazze o da sole o tutte insieme chiudendo anche il centro se è necessario (esempio Lucca comics o il nostro effetto Venezia ma no può essere limitato ad una sola volta l’anno)
    Secondo problema da risolvere distribuire il commercio, d’inverno non si possono avere il centro, Levante e porta a terra aperti tutti insieme, le persone vanno anche un po’ indirizzate esempio (1 domenica aperto solo il centro, la seconda domenica aperto solo Levante, terza domenica aperto porta a terra e poi via così)

    1. # FABIO

      scusa eh ma la spesa dove la fai in centro? Poi ti ci voglio a trovar parcheggio..

  9. # Perigle

    turismo? Quei pochi che vengono quando passano la mattina sul viale Italia con immondizia accatastata fuori dai portoni e sparpagliata per terra dai gabbiani … scappano dopo 5 minuti. I turisti a Livorno non sanno dove andare e che fare lungo il viale Italia per 3/4 mesi d’estate dovrebbe (il Comune) dare possibilità a poco prezzo senza solita speculazione massimale, a fare montare mercanti antiquariato e altro, da fare passeggiata un po’ più viva.ma non ci vuole la laurea in logistica…

  10. # Roberto

    L’incremento del turismo deve partire dalla formazione dei futuri lavoratori e gestori delle attività ricettive. Quindi dall’investimento nella scuola alberghiera. Potenziare quella già esistente a Rosignano e aprire una succursale a Livorno città.

  11. # Antonino

    Turismo a Livorno? Stai fresco..
    ogni tanto li vedi questi poveri turisti disperati arrivati chissà come che si chiedono “ma cosa ci faccio qui??!!” Che tentano di evitare le migliaia di feci canine diuturamente scaricate dagli amici pelosi in ogni metro quadro calpestabile nell’indifferrenza dei proprietari, a odorare il tanfo di orina, lo sporco umano, le buche… per andare a vedere cosa??? Ditemelo voi perché io in 40 anni ancora non ho capito cosa dovrebbe venire a fare il turista a Livorno..
    andare al mare in calafuria che non ci sono bus, non c’è posto auto e la discesa dagli scogli è difficile?
    “Vedere il lungo mare”.. eh su, m’immagino le file.
    Fattori? Ve lo mettete in testa che lo conosceranno tre gatti?
    Mascagni? Quanti ascoltano musica classica?? E poi mica devono venire qui per sentirlo.
    Fategli vedere bella piazza attias ..
    Ci si illude di diventare attraenti a livello turistico. Quando siamo circondati da Pisa, Lucca, Firenze, Siena, Volterra, Viareggio per chi è più festaiolo..

  12. # laura banchetti

    Bene Salvetti. Vorrei solo fare un inciso sulla Venezia, che come ha anche detto il nostro illustre concittadino Virzì deve essere il volano per la partenza di un vero e proprio turismo a Livorno.

  13. # Livornese

    È l’ora di ripartire con il debito aamps… 42-43-44… e via!

  14. # archimede2

    COMPLETAMENTE SODDISFATTO… per??? non ho capito per cosa sia soddisfatto… fuochi di artificio di Effetto Venezia?…. Presenza alla presentazione del Livorno Calcio? Dove tra l’altro dai video visti non sembrava gradito visto che non lo facevano parlare…

  15. # Fabio

    Il lungomare dovrebbe essere il fiore all’occhiello della città, invece è uno schifo a iniziare dal verde.

    1. # Te frassica

      GIUSTO, IN ALTRE REALTÀ TI VENDONO PER ORO LA LATTA, MA QUI NON SIAMO IN GRADO DI LUCIDARCI NEANCHE LA NOSTRA ARGENTERIA. . DEVO PARLARE DELLE DECINE DI CHIESE DI DIVERSE RELIGIONI CHE ABBIAMO? LE DUE FORTEZZE? IL SANTUARIO DI MONTENERO? LE VILLE SULLE COLLINE E NON? IL MONUMENTO A CIANO? TUTTO ALLO SFASCIO O SOTTOUTILIZZATO. DEVO CONTINUARE? LA POSSIBILITÀ DI UN PERCORSO A PELO D ACQUA SUI FOSSI VENEZIA COMPRESA? SI PUÒ ANDARE AVANTI ALL INFINITO, CI VOGLIONO INVESTIMENTI MA DOBBIAMO ANCHE CREDERCI

  16. # tuttofinito

    L’anno scorso ci sono stati diversi spettacoli gratuiti nei vari quartieri della città con personaggi locali e nazionali con la partecipazione d molti cittadini. Quest’anno il nuovo assessore alla cultura li ha subito eliminati, il buono dovrebbe continuare indipendentemente da chi lo ha inventato !

  17. # Tozzi-fan

    Inoltre un turista non può andare al mare a prendere un ombrellone perché non ce ne sono, per prendere una gabina devi esse amico di quello o quell’altro..se vanno in città non c’è uno che parla inglese al massimo ti dicono forza Livorno, deiezioni sui marciapiedi e scritte sui muri, le periferie disastrate, se pigliano un albergo in città la sera c’è da rinchiudessi perché pare desse nella casba..ma dove volete andà? Cosa c’avete poi? Effetto cosa?

    1. # Buffone

      T E N G O I L C O N T O…..

  18. # Buffone

    T E N G O I L C O N T O

  19. # VIRIATO

    A mio avviso il problema è che Livorno è una città di scoglio, non ha spiagge. Il turista vuole (giustamente) le comodità. Uscire dall’albergo andare in spiaggia e trovare l’ombrellone con lo sdraio o il llettino. Livorno non è in grado di offrire questo. Tutte le più rinomate località balneari hanno le spiagge, Senza contare che dopo il mare, il turista medio si vuol divertire. A Livorno dove si diverte? Il centro la sera è terra di conquista. Livorno è una città da mordi e fuggi, non da turismo balneare.

    1. # GIOVANNI

      SONO STATO IN FERIE DIVERSE VOLTE IN CROAZIA E LI SCOGLIERE TIPO LIVORNO CE NE SONO TANTE.
      SONO GESTITE CON CAMMINAMENTI CON RINGHIERE IN ACCIAIO CHE TI PORTANO DOVE L’ACQUA E’ BALNEABILE SENZA SPACCARTI I PIEDI ,CI SONO CABINE SPOGLIATOIO E DOCCE,VASCHE SCAVATE NELLA
      SCOGLIERA PER I BAMBINI E TURISTI A CENTINAIA.

  20. # FABIO

    A Livorno ci si prende in giro con la storia del turismo.La verità è che non abbiamo nessuna attrattiva, il confronto con altre città toscane poi è impietoso.
    Inoltre a molti sfugge che nel turismo, considerato panacea economica da alcuni, la maggior parte dei lavori sono di cameriere, lavapiatti, pulisci camere, etc.. spesso al nero o a stagione se va bene.. Niente che possa risollevare l’economia.

  21. # Morchia

    Sono convinto che si può e si deve migliorare l’aspetto turistico della città, ma credo che Livorno non sia una città che può risollevarsi puntando su questo, perchè come hanno già detto in molti a livello di attrazioni il confronto con Pisa, Lucca, Firenze, Siena e forse anche Arezzo è impietoso.

  22. # Marco

    M con l’ippodromo si risolve i problemi di Livorno…!!!!!!

  23. # natoil4luglio

    ieri sera alla Rotonda sentivo parlare di difesa dell’ambiente e inquinamento… faccio circa 100 metri e vedo parcheggiati un migliaio di motorini!!!
    Vogliamo difendere l’ambiente??? Cominciamo a prendere la bicicletta allora.

  24. # israel hands

    beh, direi che a discorsi Salvetti se la cava piuttosto bene; quando poi avrà fatto qualche cosa ne riparleremo perché per ora, al di là delle passeggiatine a destra e sinistra, non mi sembra che abbia fatto sfracelli

  25. # Daniele Cordoni

    Siamo proprio a Livorno, tutti buoni a criticare. Mai un idea concreta di coloro che criticano, tipo c’è sporco? Perché non scendiamo da casa e puliamo almeno sotto casa!? Al di là di qualsiasi ideologia politica. Ma siamo a Livorno, bravissimi a criticare e denigrare, tutto. Peccato, perché è una città fantastica.

    1. # FABIO

      perché grazie a Nogarin non ci sono nemmeno i cassonetti dove buttare la spazzatura che nel caso pulisci sotto casa, no nei mini cestini spesso non c’entrano.. Un’ideona è stata no?

    2. # Totò

      Cioè, io pago uno stonfo di tasse comunali e poi devo anche andare sotto casa a pulire lo sporco lasciato da altri? Ma mi faccia il piacere…!

  26. # Fulvio

    Una visita oculistica ci vogliono 6 mesi.. Interessa a qualcuno della giunta? Grazie

  27. # geppo

    ti prego “tengo il conto” torna!!!!

    1. # Alessandro C.

      Nooo! sono tornati gli “amici” e il conto non lo tengo più!!!

  28. # ercole labrone

    Bloccati 4000 stalli blu…buono. E dove invece gli hanno già fatti? li i residenti l’hanno preso in tasca ormai…. E i cittadini che vanno al mare ai bagni tirreno o ai pancaldi pagano il parcheggio e quelli che vanno ai fiume e ai lido parcheggiano gratis?

  29. # Traf

    Sono daccordo con te Daniele. Tra l’ altro sono certo che chi sta sempre a denigrare lo fa per potersi giustificare:
    ” Deh, se la citta’ e’ sporca sporco anch’io'”
    Per quelli poi che dicono che a livorno non c’e’ nulla di turistico, un invito a uscire dall’area stagno-quercianella e guardare meno cartoline della toscana coi saluti del nonno.
    All’ estero e’ turistico anche il nulla, basta valorizzarlo con decoro e garbo.

    1. # FABIO

      caschi male, molto male. Io all’estero ho vissuto per anni e confermo che a Livorno da turista non verrei neppure fosse gratis.
      Cosa dovrebbe venire a vedere un turista a Livorno? Le feci dei cani sui marciapiedi? quelle sono l’unica cosa che abbiamo.. Il problema è continuare ad essere provinciali e non rendersi conto delle possibilità effettive, continuando con sogni di gloria e immaginandosi potenzialità che non esistono..

    2. # luca

      Ho vissuto tanti anni anche io all estero.
      E anche adesso ci capito spesso, mezza europa e piu di rado oltreoceano.
      In tanti posti la differenziata viene fatta ancora con i cassonetti, ma è praticamente impossibile trovare dei cassonetti dell indifferenziata pieni di plastica, perché “” de, un c ho tempo per dividerla”.
      In altri posti posti c è il porta a porta da anni, e viene fatto tranquillamente senza sudicio in giro.
      Domanda, come mai quando c erano i cassonetti la differenziata arrivava a malapena al 30%?
      Un commento mi è saltato all occhio, quello che dice”” de, io pago e devo pulire dove sporcano gli altri?””. Un po come il padrone del cane che non raccoglie( tanto piove e poi si sfa), o quello che dalla finestra getta il mozzicone per strada che si lamenta per i cani, ma il mozzicone se lo devono sorbire gli altri.
      L importante è che la colpa sia sempre degli altri. Quando invece dovrebbe essere colpa mia, mi trovo una bella giustificazione.
      Se per ipotesi domani rimettessero i cassonetti, mi immagino quelli che se li ritrovano sotto casa e che fino a 2 giorni fa li rivolevano……

      1. # FABIO

        e cosa c’entra con le presunte attrattive turistiche di Livorno? hai almeno guardato a cosa rispondevi? Il tuo commento è completamente scollegato a quello che stavamo dicendo..

        1. # luca

          Hai ragione,
          Ho letto alcuni commenti e ho fatto confusione nel rispondere.

        2. # Gianni

          Fabio . A parte che livorno non deve cercare i turisti ma trattenerli; cosa molto diversa.
          Poi e’ chiaro che c’e’ molto molto da fare, ma secondo me chi dice che e’ impossibile e’ accomodante della cultura sciatta tipica livornese. Villa fabbricotti e scoglio della ballerina (giusto per esempio), sono classici ritrovi di famiglie medie che diventano cumuli di pattume a fine giornata solo perche’ vogliono rovescia’ colazione-pranzo-cena in un cestino…..
          Ecco che una telecamera e 1000 euro di multa sarebbe il giusto sistema, idem per i cani e per tutti gli zozzoni di altro genere

  30. # Chiara

    L’edicola front office???? Ma è una barzelletta? Ma il sindaco è stato più in là di Livorno e degli stadi e delle sagre paesane ex ha visto che negli altri paesi i front office sono strutture ampie, serie, organizzare? Abbiamo due (non una, dueeee!!!) fortezze che nessuno restaura per fare di queste il centro accoglienza turisti e nessuno che abbia mai pensato o voluto pensare di adibirle a questo??? Se ne sono accorti che la fortezza vecchia è un fiore all’occhiello in porto? Vergogna!!!! Aprite gli occhi e chiudete la bocca!

    1. # Roger

      Tra l’altro l’edicola ha un proprietario…..al momento è in vendita….magari il comune se vuole aiutare inizi a farlo magari facendo un offerta a chi per anni ha pagato a loro il suolo pubblico….
      Aspettare che decada la licenza e vantarsi di farne un punto informazioni è una cosa abbastanza squallida….

  31. # Rosa Arienti

    Non mi aspettavo che Salvetti proponesse un pacchetto tipo il turismo religioso, chiaramente parla del santuario di Montenero, del tentativo del vescovo Giusti di accreditarne i miracoli, della recente visita di Brosio che vorrebbe fare di Montenero una Medjugorje in salsa labronica. Non mi pare molto serio da una parte promettere il ritorno dei cavalli al Caprilli, dall’altra puntare sui miracoli, ma contemporaneamente cambiare in toto la dirigenza delle partecipate e licenziare una direttrice del museo. Il tutto con ampi, rassicuranti sorrisi.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Dichiaro di aver letto, ai sensi dell'art. 13 D.Lgs 196/2003 e degli art. 13 e 14 del Regolamento (UE) 2016/679, l'Informativa sulla Privacy e di autorizzare il trattamento dei miei dati personali.
Il commento e il nick name da lei inseriti potranno essere pubblicati solo previa lettura da parte della redazione. La redazione si riserva il diritto di non pubblicare o pubblicare moderandolo sia il commento che il nick name. Se acconsente prema il bottone qui sotto “commenta l’articolo”.