Cerca nel quotidiano:


Porta a porta ad Antignano e Banditella

Dal 1° dicembre 2016 la raccolta dei rifiuti porta a porta sbarca ad Antignano-Banditella. Ecco le strade interessate e il calendario di raccolta per le utenze domestiche. I dettagli

Martedì 8 Novembre 2016 — 07:02

Mediagallery

Dal 1° dicembre 2016 la raccolta dei rifiuti porta a porta sbarca ad Antignano-Banditella. (Clicca sul link  in fondo all’articolo per scoprire il calendario di raccolta delle utenze domestiche e le strade interessate al nuovo servizio). Per dare l’opportunità ai cittadini di richiedere ulteriori informazioni Aamps mette a disposizione anche una postazione mobile itinerante nelle zone interessate fino al 10 dicembre nei giorni dal lunedì al sabato, dalle ore 11.30 alle 15.30. Da sabato 1° ottobre 2016 la raccolta dei rifiuti con modalità “porta a porta” nei rioni “Firenze – Enriques”, Salviano – Cimarosa”, “Porta a Terra – Padula” e “Coteto” è stata modificata con l’introduzione di nuovi orari e frequenze per l’esposizione dei contenitori/sacchi da parte delle utenze.

 

Riproduzione riservata ©

37 commenti

 
  1. # bollicine

    Cari concittadini, vista l’esperienza di Colline-Coteto, l’unica cosa che posso dirvi è benvenuti in discarica. Se non capite la battuta adesso non preoccupatevi, la capirete nei prossimi mesi.

  2. # Sofia

    Io vorrei sapere chi li fa questi calendari….
    Se io il sabato faccio la spesa e la domenica cucino per la settimana, oppure se la domenica mangiamo il pesce, devo tenermi gli scarti puzzolenti in casa fino al mercoledì???
    Carta, plastica ecc sono ingombranti, ma almeno non hanno cattivi odori, va anche bene che li raccolgano una volta a settimana, ma l’organico va raccolto tutti i giorni!!!!

  3. # Rompiball

    Oh!!!! Finalmente adesso vediamo cosa ne diranno i PARIOLI di livorno.

    Vediamo se riuscianno far cambiare idea al Comune come hanno sempre fatto con tutte le decisioni scomode.

  4. # Francesco

    Bel mi saccone nero indifferenziato de!

  5. # piratatirreno

    Auguri…..non sapete cosa vi aspetta.

  6. # scorpione61

    Che cavolata

  7. # scorpione61

    Io mi sono rotto con questa raccolta va ha finire che la spazzatura la porto davanti al comune

  8. # Valerio

    Non volete “il porta a porta”???? Semplice….. Diciamo che è un servizio che funziona perfettamente e che non ne possiamo più fare a meno…..così lo tolgono!!!! Non avete capito ancora come ragionano questi???? Evviva il porta a porta!!!! Urrà!!!

  9. # adriano

    per i sig tecnici amps avete visto questi tre giorni di libeccio con raffiche a 70km orari?
    poi vedrete la spazzatura sparsa tutta per strada dove batte il vento viale antignano, rotonda ecc ecc perfetto come cartolina per i turisti, quando vi è libeccio mi divertirò a mettere nei gg consentiti giornali e altro sul marciapiede che risate,
    poi vero tre gg in casa l’organico puzzolente lo tenete voi…ci siamo capiti ci son tante discariche a giro se volete questo vi accontento certamente…a dimenticavo ancora nessuno è passato con i contenitori

  10. # Ale

    Provate a farlo in centro città, o ancora meglio zona nord, facile farlo nei quartieri sud!!! Il porta a porta…..hahahahah… mi fate ridere, c’è la gente ci lascia le cucine e le camere ai cassonetti….

  11. # papesatan

    Abitanti del nuovo porta a porta, preparatevi alla deratizzazione ed all’anti gabbiani
    In bocca al lupo

  12. # Vidal

    Non date retta a soliti lamentosi, vi consiglio di dedicare un po di tempo su alcuni siti che trattano l’argomento e danno molti consigli utili.

    1. # Cetriolo

      Che consiglio utile mi dai a me che vivo in 36 metri quadrati con la mia compagna? Di mangiarmi la spazzatura che sennò non passo per casa? VERGOGNATEVI!!! (detto da uno che vorrebbe la differenziata, si, ma fatta bene, non al risparmio!!! E li ho anche votati….Ma vedrai….!!!)

  13. # Spazzino

    Con quale personale?
    Con quali mezzi?
    Miseria a cinque stelle!

  14. # Nerd

    Tanto la botta è già calcolata per quando questo ridicolo e retrogrado sistema sarà in tutta la città. A quel punto la gente non potrà andare a buttare il sudicio nei quartieri dove ci sono i cassonetti e l’insostenibile realtà dovrà dare non risposte ma fatti,altrimenti la città sarà sommersa dalla spazzatura. Probabilmente chi escogita queste cose vive in una villetta dove il sudicio lo mette fuori e non sa quanto possono puzzare gli avanzi di certi cibi o le feci contenute nei pannolini.

  15. # Riccardo Risaliti

    Non voglio polemizzare, vorrei solo una informazione chiara.
    I pannolini dei bimbi ed i pannoloni dei vecchi ogni quanto li vengono a ritirare ?
    E dove si devono mettere ?
    Per favore evitate le battute dato che per questo problema molte famiglie hanno poco da scherzare.
    Grazie

  16. # Yanez

    Io ho comprato in Puglia un vecchio autocompattatore dismesso di un comune, lo parcheggerò davanti a casa, tritando via via i rifiuti che poi metterò nelle indifferenziata ed il problema e’ risolto! Unico problema ricordarsi di spostarlo quando c’è lo spiazzamento delle strade:)

  17. # Mary

    Grande decoro per la città, buste della spazzatura davanti ai portoni,neanche nel terzo mondo …

  18. # maria elena moretti

    IO VOGLIO L’INCENERITORE! Come quello di Vienna, un’opera d’arte, come quello di Arezzo. Che danno anche un ritorno economico.

    http://www.lastampa.it/2014/06/23/cronaca/speciali/trm/recupero-di-energia-e-riciclo-ecco-la-ricetta-di-vienna-e-berlino-Po384NjFf00XlB2e2Q0MvL/pagina.html

    http://firenze.repubblica.it/cronaca/2015/09/20/news/arezo_inaugura_il_termovalorizzatore_che_filtra_i_gas-123319134/

    Dove vanno i rifiuti una volta raccolti col porta a porta? Quanto costa riciclarli? E’ economico? E’ in linea con l’attuale situazione finanziaria di AAMPS?
    Voglio sapere se è stata fatta un’analisi costi-benefici confrontando il porta a porta con l’inceneritore o se si tratta solo di una scelta ideologica dettata da Beppe Grillo!
    Con la situazione TRAGICA di Livorno voglio sapere se questi soldi sono ben spesi.

    1. # Umberto

      Finalmente un idea vera! Innovazione signori, strade pulite e un sistema che nel breve ti fa anche guadagnare!
      Non è possibile lasciare la spazzatura davanti alle porte delle case, ma nemmeno arrivare davanti al cassonetto e lasciare il sacco in terra ( tanto qualcuno lo raccoglie, io pago le tasse!).

      RIORDINARE LIVORNO

    2. # Pinella

      Inceneritore…e cosa pensi di respirare dopo….estetica davanti alla salute…complimenti che intelligenza
      Vorrei ricordare che molti dei materiali riciclabili sono materie non rinnovabili….vedi alluminio..Cioè se non riciclate andranno ad esaurirsi

    3. # Giovanni Maria Bianchini

      Lei ha letto solo il titolo degli articoli ma ha fatto degli esempi che non c’entrano nulla ! Ad Arezzo la raccolta porta a porta è in atto da anni ed ancora di più a Vienna ! Credeva che l’inceneritore bruciasse tutti i rifiuti di queste due città ?

  19. # Italo

    Raccolta Porta a Porta, provare per credere. Possibile che i pisani se la sono levata dalle scatole e noi livornesi invece non siamo più buoni a una se-a a farci rispettare da chi ci rappresenta?. Portiamo la spazzatura in mezzo di strada . Basta con gente come Cosimi che ha dato inizio a questo schifo e Nogarin che lo ha seguito a ruota.

  20. # Andrea

    ohhh…ora inizia il divertimento !!!

  21. # Antignanese

    Sono un cittadino di antignano forse devo cambiare casa perché non ho il posto per tenere 4 bidoni enormi, ci vuole una stanza apposta, io che non ho un terrazzo dove li devo mettere questi bidoni…….capisco che sarà per il futuro dei nostri figli ma se una persona non ha posto come si deve fare?

  22. # adriano

    semplice per l’organico ho acquistato un tritarifiuti sottolavello, stile americani per capirsi, escluso le ossa grosse tipo bistecche trita tutto l’organico perfettamente
    per il resto ricco sacco e si lascia in qualche cassonetto a giro se non lo trovo………….
    tenetela voi in casa 4 giorni la spazzatura che puzza,,
    io facevo la differenziata 10anni fa andando spesso alle stazioni ecologiche dal 1 dicembre faccio il pirata…

    1. # Papiciulo

      Poi se ti beccano piangi ….

  23. # Ale66

    Veramente non si riesce a capire come il costo di uomini e mezzi necessari per questa variazione nella raccolta dei rifiuti possa portare un beneficio nel suo intero complesso. Quanto costerà svuotare 1000 bidoncini, rispetto ai cassonetti? E la bruttezza di quelle sfilze di cassonetti? E la loro pulizia nel tempo? Ritirare il biologico due volte alla settimana è inoltre veramente una follia!
    Ma poi il riciclo differenziato avviene davvero?
    Se proprio Aamps era nelle condizioni economiche di fare investimenti era meglio dedicare quei soldi per creare delle isole verdi, videosorvegliate, cui accedere con la tessera sanitaria.

    1. # Max+

      Esatto. Sempre peggio.

  24. # ALESSANDRO

    LA DOMANDA E’SEMPLICE…………. VOGLIO SAPERE CHI E’ QUEL / QUELLI CHE HANNO DECISO DI ACQUISTARE I BIDONCINI………….. BASTAVA EFFETTUARE LA DIFFERENZIATA CON LA STESSA TIPOLOGIA DI CASSONETTI IN USO CON DIVERSO COLORE …… BASTA ANDARE A PISA ….. INOLTRE MI DEVONO DIRE COME CAVOLO FACCIAMO A TENERE IN CASA I RIFIUTI……………………… NON TUTTI ABBIAMO LO SPAZIO NECESSARIO. … ALLA FACCIA DELL’IGIENE QUINDI non SOLO TOPI NELLE STRADE MA ATTENZIONE A CONSERVARE NELLE CASE IN MODO ACCURATO I RIFIUTI ALL’INTERNO DELLE ABITAZIONE… QUANDO FA CALDO PUZZO .. ATTENZIONE A FORMICHE ECC

    GRAZIE DI TUTTO

  25. # lev

    All’alba della differenziata, il cosiddetto decreto Ronchi prevedeva che tramite sistema di pesatura al cassonetto, inserendo un codice i cittadini avrebbero pagato solo l’indifferenziato…utopia o scontro con grossi interessi?

  26. # Max+

    Belli i miei cassonetti. Una sola domanda. Perché sempre iniziative peggiorative? Da anni tutto quello che che fa la pubblica amministrazione va a peggiorare la routine quotidiana. D’altra parte, le tasse aumentate a livello assurdo.

  27. # Morchia

    Si alla differenziata, no al porta a porta

  28. # Pannolini a casa Nogarin

    I pannolini del bimbo vanno nell’indifferenziata che viene raccolta una volta a settimana….. Bene caro Nogarin vorrà dire che i pannolinili porto a casa tua perché io nella mia una settimana non ce li tengo……

  29. # ettoro

    E’ il solito servizio fatto alla paesana, senza un vero e proprio senso. Si spieghino, perche’ non si sono capiti i ritorni economici, i ricavi. Un motivo sicuramente c’é ma temo che sia da ricercare in qualche tornaconto nascosto ai piu’

  30. # elit

    Io sono molto favorevole alla differenziata in quanto il futuro è il riciclo. Ma mi domando se non ci sia un modo più razionale per effettuare la raccolta dei rifiuti? 1000 cassonetti? 4 maxi contenitori da tenere in casa? Prelievo dei rifiuti una volta la settimana per quelli più ingombranti e 2 volte l’organico? Qui si fanno le nozze coi fii secchi! È chi ci rimette sono solo i cittadini.

  31. # ross

    Cosa succede dopo aver differenziato?I processi che interessano le plastiche e il vetro si basano sulla loro fusione,ma non sentiamo dire che dopo la differenziata devono essere bruciate per fonderle,ma ci dicono”rilavorazione””recupero energetico e termico””riutilizzo”ecc.I processi di fusione avvengono in veri e propri inceneritori di taglia medio-piccolo,dai quali,come avviene negli inceneritori classici,si ha un certo recupero termico energetico ma i fumi inquinanti sono gli stessi.Anche una parte della carta è trasformata in tronchetti per camino ,la plastica ridotta a piccoli cilindretti viene venduta a industrie che la fondano ristampando oggetti e emettendo fumi,per il vetro solita trafila,l’inquinamento è lo stesso, solo che è distribuito sul territorio.L’unica differenza è il recupero e la vendita di materie utili all’industria,quindi noi che svolgiamo il lavoro dei cenciai ,che ci pagavano quando portavamo carta,cenci,materiali ferrosi,ecc.adesso lo svolgiamo gratis senza alcun riscontro economico dato che la tassa da pagare ,nel migliore dei casi è la stessa.