Cerca nel quotidiano:


Arriva Cassa digitale, l’applicazione che elimina gli scontrini di carta

L’applicazione, prima nel suo genere, dà la possibilità di sostituire il registratore di cassa con un applicativo in grado di gestire l’emissione di scontrini elettronici, fatture e pagamenti digitali direttamente da cellulare o tablet

Martedì 20 Luglio 2021 — 23:00

di Letizia D'Alessio

Mediagallery

Lo strumento può essere caricato su qualsiasi dispositivo, inoltre non esistono manutenzioni o aggiornamenti costosi. “Cassa digitale” si paga solamente se viene utilizzata e ogni documento emesso viene subito trasmesso all’Agenzia delle Entrate

Si chiama Cassa digitale il nuovo innovativo strumento creato da Lorenzo Vannucci, un giovane di appena 21 anni e dall’imprenditore Massimo Rutinelli, presentato il 20 luglio nella sede di Confcommercio. L’applicazione, prima nel suo genere, dà la possibilità di sostituire il registratore di cassa con un applicativo in grado di gestire l’emissione di scontrini elettronici, fatture e pagamenti digitali direttamente da cellulare o tablet. “Il commercio si sta trasformando e credo che attraverso la tecnologia si possano avere vari benefici, i pagamenti elettronici sono fondamentali – ha affermato il direttore provinciale di Confcommercio Federico Pieragnoli – e vogliamo dare un’opportunità in più ai nostri esercenti. Attraverso questa applicazione si possono innovare le nostre aziende”.
“Noi non abbiamo fatto altro che semplificare la procedura che lo Stato aveva permesso di seguire. I vantaggi sono molteplici, innanzitutto economici, visto che si risparmia il costo del registratore di cassa – ha spiegato Rutinelli – Lo strumento può essere caricato su qualsiasi dispositivo, inoltre non esistono manutenzioni o aggiornamenti costosi”.
“Cassa digitale” si paga solamente se viene utilizzata e ogni documento emesso viene subito trasmesso all’Agenzia delle Entrate.
“Un altro pregio è quello essere ecologica, perché siamo riusciti a eliminare del tutto la carta. Abbiamo cercato di creare una soluzione che incontri le esigenze di ogni tipo di clientela – ha aggiunto Vannucci – Si tratta di una vera e propria rivoluzione nel settore a livello di digitalizzazione. Abbiamo brevettato l’algoritmo per i vari sistemi di autenticazione e grazie alla trasmissione degli scontrini tramite Qrcode o foto siamo riusciti ad eliminare del tutto la carta. Può essere utilizzata in più punti dentro lo stesso negozio, e permette di evitare code e attese anche perché in caso di mancata connessione lo scontrino viene generato e inviato automaticamente all’Agenzia delle Entrate al momento della riconnessione”.
Ci sono voluti sei mesi di lavoro per creare l’app, che richiede un aggiornamento costante ma che ha un interfaccia intuitiva e che per funzionare necessita solo di una linea telefonica. Partiti il 26 marzo, attualmente sono oltre 600 le aziende che hanno scelto questo strumento: “Per ora ci stiamo concentrando sull’emissione di scontrini – hanno concluso Vannucci e Rutinelli – ma riteniamo che in futuro potremmo dedicarci a sviluppare anche altri servizi”.

Riproduzione riservata ©