Cerca nel quotidiano:


CCIAA, Breda confermato per acclamazione. Il nuovo consiglio: i nomi

Riccardo Breda: "Livorno si aspetta tanto, dobbiamo dare risposte ed essere coesi. Ci aspettano ancora molte sfide che devono vedere la conclusione"

Venerdì 1 Ottobre 2021 — 18:57

di Giulia Bellaveglia

Mediagallery

Tempo di rinnovamenti alla Camera di Commercio della Maremma e del Tirreno. A confermarsi alla guida dell’ente, a fianco del nuovo Consiglio, è l’attuale presidente uscente Riccardo Breda, a capo della struttura per i prossimi cinque anni. Un risultato ancora più soddisfacente del previsto: il ruolo è stato assegnato per acclamazione. Il nuovo Consiglio avvia così la propria attività nell’ottica della continuità. “Gli obiettivi da seguire sono tanti e sicuramente è opportuno dare seguito al mandato precedente – dice Breda – Le difficoltà sono state tante e tante sono state superate grazie all’ottimo lavoro svolto da questa giunta. Livorno si aspetta tanto, dobbiamo dare risposte ed essere coesi. Altro obiettivo fondamentale sarà quello di aumentare le quote rosa nel sistema camerale. Ci aspettano ancora molte sfide, perché le partite fondamentali che abbiamo combattuto in questi anni sono ancora aperte e devono vedere la conclusione. Proseguiamo quindi sulla strada intrapresa con, se possibile, ancora più convinzione: i risultati del passato ci hanno dimostrato che l’unione territoriale, l’azione comune e la coesione delle forze economiche e dei lavoratori, dimostrate dal precedente Consiglio e dalla Giunta, sono strumenti determinanti per incidere sullo sviluppo di Livorno e Grosseto. Questo ci ha permesso anche di reagire davanti ad eventi tragici e imprevedibili come la pandemia, o l’alluvione di Livorno. Oggi si afferma la volontà di proseguire in continuità con quanto abbiamo fatto negli ultimi cinque anni, pur nella consapevolezza che le questioni da affrontare nel futuro saranno ancora più complesse e richiederanno ancora più impegno di quanto fatto finora. Questo momento è forse più emozionante per me di quello vissuto cinque anni fa perché questa conferma arriva dopo l’impegno e il lavoro svolto nel corso del mandato”.
La Camera di Commercio proseguirà il percorso intrapreso sui principali temi per lo sviluppo territoriale: le infrastrutture, la digitalizzazione, l’economia circolare e lo sviluppo turistico. Al centro dell’azione dell’Ente il supporto alle imprese ed alla loro competitività, l’affiancamento alle imprese nel risanamento aziendale, la semplificazione e la centralità del ruolo camerale nella governance interistituzionale.
All’evento di insediamento hanno preso parte autorità nazionali e locali: Andrea Prete, presidente nazionale di Unioncamere, il segretario generale di Unioncamere Giuseppe Tripoli, il presidente di Unioncamere Toscana Massimo Guasconi, assessore alle attività produttive della Regione Toscana Leonardo Marras, assessore al commercio e turismo del Comune di Livorno Rocco Garufo, il Segretario Generale dell’Autorità di Sistema Portuale del Mar Tirreno Settentrionale Matteo Paroli.
Il nuovo Consiglio, nominato con decreto del presidente della giunta regionale n. 199 del 2 settembre scorso, è composto da 19 consiglieri espressione del territorio, scelti dalle organizzazioni imprenditoriali che si sono candidate a partecipare al procedimento di costituzione. Dei 19 membri complessivi, tre rappresentano altrettante componenti significative del territorio: i consumatori, le organizzazioni sindacali in rappresentanza dei lavoratori e il mondo dei liberi professionisti.
Questi i nomi dei 19 membri del Consiglio Camerale: Pietro Greco (settore agricoltura), Andrea Fratoni (settore industria), Giovanni Laviosa (settore industria), Riccardo Breda (settore artigianato), Maurizio Serini (settore artigianato), Francesca Marcucci (settore commercio), Giovanni Caso (settore commercio), Sergio Andreucci (settore commercio), Fabrizio Banchi (settore cooperative), Fabio Busdraghi (settore turismo), Matteo Valori (settore turismo); Francesca Scali (settore trasporti e spedizioni), Carmelo Campagna (settore credito e assicurazioni), Marcello Bargellini (settore servizi alle imprese), Umberto Paoletti (settore servizi alle imprese), Katiuscia Biliotti (organizzazioni sindacali dei lavoratori), Benedetto Tuci (associazioni di tutela degli interessi dei consumatori e degli utenti), Mirko Cinelli (liberi professionisti).

Riproduzione riservata ©