Cerca nel quotidiano:

Condividi:

Esponenti della nautica albanese a Livorno con Erasmus+

Venerdì 25 Novembre 2022 — 12:55

Grazie al progetto Erasmus+ MaQuaM - “International Qualification on Marine and Tourism for the Mediterranean harbours”, di cui è capofila Provincia di Livorno Sviluppo, stanno visitando i porti turistici e le imprese di nautica e cantieristica

Sono in mobilità di apprendimento per scoprire la nautica del territorio un gruppo di dieci operatori dello sviluppo albanese di Scutari e Tirana. Grazie al progetto Erasmus+ MaQuaM – “International Qualification on Marine and Tourism for the Mediterranean harbours”, di cui è capofila Provincia di Livorno Sviluppo, stanno visitando i porti turistici e le imprese di nautica e cantieristica, ospiti del partner di progetto Navigo Toscana, con il Ceo Pietro Angelini. I dieci operatori, che hanno frequentato il corso di “Manager dei servizi integrati per la nautica e il turismo” con la Fondazione Ibis di Scutari, sono venuti in Toscana per approfondire le loro conoscenze sulla nautica, vedendo di persona come funzionano l’accoglienza e i servizi in un’area che custodisce eccellenze internazionali. “Abbiamo ricevuto a Livorno il gruppo di esponenti dello sviluppo albanese grazie al progetto Erasmus+ di cui siamo capofila – ha detto Paolo Nanni, amministratore unico di Provincia di Livorno Sviluppo –  hanno apprezzato molto la nostra realtà, sono interessati ad acquisire know how e aperti a partnership con il territorio”. Nell’incontro il presidente di Ibis Franz Gjeluci ha infatti affermato: “La collaborazione tra Provincia di Livorno Sviluppo, Navigo e Ibis ha creato la possibilità di scambiare esperienze e espandere il mercato della nautica verso l’Albania, e in maniera più ampia verso il Sud Est Europa. L’Albania è in forte espansione con diversi progetti di marine e questa collaborazione sta creando diverse opportunità per gli operatori della Toscana e i nostri, che stanno qui arricchendo il loro know how”.
Tra i partecipanti il direttore operativo dell’Agenzia per il sostegno economico dell’Albania Dritan Kamani, che gestisce gli investimenti nelle infrastrutture, nel turismo e nello sviluppo regionale. “L’Albania sta attraversando un momento favorevole per il turismo, e lo sviluppo dell’industria nautica presenta una nuova opportunità per aumentare le sue potenzialità – ha osservato – la creazione di una rete di partner, attori e fornitori di servizi con una lunga esperienza in questo campo in Italia è considerata estremamente contributiva per la creazione di un modello di successo con benefici per entrambi i paesi”. Nuovi porticcioli e marine si stanno infatti sviluppando in Albania, in linea con le crescenti richieste del mercato, come quello di Limion Sarande, il cui direttore generale Genard Kastrati è in visita in Toscana. “Questo progetto è molto prezioso e adatto a sviluppare un profilo professionale per la gestione dei nostri porti turistici – ha detto – il contributo è stato di altissimo livello, ci consentirà di essere più preparati all’accoglienza dell’afflusso di yacht nella nostra marina. Il collegamento del porto con l’intera area e con le aziende che offrono servizi nel settore marittimo e turistico svilupperà ulteriormente la domanda di presenze”.

Condividi:

Riproduzione riservata ©