Cerca nel quotidiano:


Ferrovie: al via bando di gara gestore unico

Il gestore unico per cinque anni dovrà provvedere a organizzare per conto delle imprese ferroviarie la manovra dei treni in arrivo e in partenza dagli impianti di Livorno-Calambrone e Livorno-Darsena

lunedì 10 Giugno 2019 18:27

Mediagallery

È stato pubblicato sull’albo on line dell’ente il bando di gara relativo alla concessione del servizio ferroviario del comprensorio di Livorno-Calabrone. La concessione del servizio ha un valore stimato di quasi 12 milioni di euro e consentirà allo scalo labronico di avere un gestore unico che per cinque anni dovrà provvedere a organizzare per conto delle imprese ferroviarie la manovra dei treni in arrivo e in partenza dagli impianti di Livorno-Calambrone e Livorno-Darsena. I soggetti interessati hanno tempo sino a venerdì 12 luglio (non oltre le ore 12.00) per presentare le offerte. “Non si tratta di un passaggio di poco conto – ha dichiarato il dirigente pianificazione e studi dell’AdSP Claudio Vanni – il sistema portuale dell’Alto Tirreno ha enormi potenzialità sul fronte del cargo ferroviario, come dimostrano gli ultimi dati statistici forniti dai nostri scali”. Nel 2018 lo scalo labronico ha movimentato un totale di 35.670 carri e 1.963 i treni, riportando sul 2017 un aumento del 14% dei volumi spediti e ricevuti via ferro, sia in termini di carri movimentati che di treni in ingresso/uscita.

Riproduzione riservata ©

7 commenti

 
  1. # carla

    ecco un bando ed un tema che meriterebbe attenzione e discussione da parte del comune, della cciaa, della cna dei sindacati e della confindustria

  2. # fabio1

    ma, un misero convoglio passeggeri che unisca la stazione centrale con il varco galvani, non ci ha pensato nessuno? Che faccia spola solo in arrivo ed in partenza delle navi….. Diesel….

    1. # NotMyMajor

      sarebbe troppo bello, ecologico e in linea con tutte le città con grandi porti e aeroporti.
      ma pare che l’indotto (taxi) possano averne a soffrire….

  3. # Luca

    Questi servizi non dovrebbero essere dati in gestione ai privati, ma gestiti direttamente dalla parte pubblica.

    1. # Beppe

      Naturalmente l’utente può stare tranquillo per la propria incolumità. Chi ha personale formato alla manovra e alla gestione di rete, pronto uso, per 5 anni, poi si cambia, …..
      Ci sarebbe il capostazione di ” Piovarolo” ( Totò e Tina Pica in ” destinazione Piovarolo” ,film anni 50).
      Non sono modellini Rivarossi, ci vuole gente preparata e il Genio Ferrovieri non ne sforna più .

  4. # franco

    Mi membra che nel programma di Salvetti ci sia la realizzazione di una tramvia di superficie che possa percorrere i tracciati ferroviari già esistenti utilizzando anche la stazione San Marco come terminal strategico tra il porto e il centro.
    Vediamo se riusciamo a concretizzare veramente qualcosa di semplice, ecologico e utilissimo!
    A Livorno dal porto a Quercianella serve un convoglio che percorra la tratta avanti e indietro ogni 15 minuti, con sosta in vari punti del Romito, (Basta un marciapiede con biglietteria automatica) in modo da limitare il soffocante traffico di questo pezzo di scogliera, soprattutto a causa della mancanza del beato tunnel del Lotto zero…

  5. # Beppe

    Naturalmente l’utente può stare tranquillo per la propria incolumità. Chi ha personale formato alla manovra e alla gestione di rete, pronto uso, per 5 anni, poi si cambia, …..
    Ci sarebbe il capostazione di ” Piovarolo” ( Totò e Tina Pica in ” destinazione Piovarolo” ,film anni 50).
    Non sono modellini Rivarossi, ci vuole gente preparata e il Genio Ferrovieri non ne sforna più .

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Dichiaro di aver letto, ai sensi dell'art. 13 D.Lgs 196/2003 e degli art. 13 e 14 del Regolamento (UE) 2016/679, l'Informativa sulla Privacy e di autorizzare il trattamento dei miei dati personali.
Il commento e il nick name da lei inseriti potranno essere pubblicati solo previa lettura da parte della redazione. La redazione si riserva il diritto di non pubblicare o pubblicare moderandolo sia il commento che il nick name. Se acconsente prema il bottone qui sotto “commenta l’articolo”.