Cerca nel quotidiano:


Grandi Molini, primi passi avanti per un accordo

L'auspicio della Regione è che nei primi giorni della prossima settimana si possa arrivare ad un accordo tra le parti a salvaguardia dell'occupazione

Venerdì 7 Aprile 2017 — 07:44

Mediagallery

Passi avanti nel confronto con i vertici dell’azienda Grandi Molini Italiani (foto tratta dal sito della Regione Toscana) e in particolare per quanto riguarda la possibilità di utilizzo degli ammortizzatori sociali.
Si è svolto giovedì 6 aprile presso gli uffici decentrati del lavoro della Regione a Livorno, il secondo tavolo tecnico (il primo si era tenuto il 23 marzo scorso) per fare il punto sulla vertenza aperta a seguito dell’apertura della procedura di licenziamento collettivo da parte dell’azienda e della controllata Promolog. Prima del tavolo tecnico, il consigliere del presidente Rossi per il lavoro Gianfranco Simoncini e l’assessore al lavoro del Comune di Livorno Francesca Martini hanno incontrato i rappresentanti dell’azienda Massimiliano Malnati e Vittorio Bosi. Nel corso dell’incontro è stata rinnovata la richiesta, ripetutamente avanzata anche dai sindacati, di poter usufruire della cassa integrazione prevista per le aree di crisi complessa, superando la procedura di licenziamento per trenta lavoratori. Successivamente si è svolto il confronto amministrativo previsto dalla procedura di mobilità, durante il quale si sono aperti spiragli importanti per una soluzione positiva della vicenda.
L’auspicio della Regione, che continuerà a seguire puntualmente nelle prossime ore gli sviluppi del confronto, è che nei primi giorni della prossima settimana si possa arrivare ad un accordo tra le parti a salvaguardia dell’occupazione e del futuro di Grandi Molini.

Riproduzione riservata ©

2 commenti

 
  1. # bruno

    Invece di spendere i soldi sul molo elba che non serve a niente, anzi impedisce l’uso del bacino, poteva essere costruita la banchina ai grandi molini che è stabilimento produttivo con occupazione.

  2. # Populista e Leghista

    Forse i lavoratori avranno la cassa integrazione…bella vittoria…non si è ancora capito che la gente vuole lavorare