Cerca nel quotidiano:


“Impresa 4.0”: il supporto della Camera di Commercio alla digitalizzazione

Il presidente Breda: "Sono 90 attualmente gli uffici PID nati in modo che la quarta rivoluzione delle imprese venga diffusa con le giuste informazioni per un grande salto in avanti"

martedì 30 ottobre 2018 16:32

di Jessica Bueno

Mediagallery

Facilitare le piccole e medie imprese nel cogliere le opportunità che possono offrire le nuove tecnologie nella ricerca di nuovi clienti, nel rendere più efficiente il processo produttivo o la sua gestione (foto Lanari). Questo è l’obiettivo degli uffici PID (Punto Impresa Digitale) della Camera di Commercio Maremma e Tirreno, da anni punti di riferimento di aziende e professionisti sul fronte dell’identità digitale. Due uffici localizzati a Grosseto e Livorno che forniscono un pacchetto di servizi gratuiti per le imprese:

-Carte cronotachigrafiche;
-CNS e Firma digitale;
-Assistenza per ottenere SPID – Sistema Pubblico di Identità Digitale;
-Libri Digitali;
-Fatturazione elettronica;
-Cassetto digitale dell’imprenditore.

“Impresa 4.0” è il nome che è stato dato al ventaglio di iniziative a sostegno della digitalizzazione delle piccole e medie imprese in un mondo in cui questo processo sta coinvolgendo sempre più ambiti della vita quotidiana, modificando mercati e realtà lavorativa. “Le imprese di grandi dimensioni hanno già messo in pratica questo progetto – sostiene Riccardo Breda, presidente della Camera di Commercio Maremma e Tirreno – In realtà ne hanno bisogno anche i piccoli imprenditori. Sono 90, attualmente, i PID nati per fare in modo che la conoscenza della quarta rivoluzione delle imprese venga diffusa e accresciuta, dando le giuste informazioni ed il supporto per fare un grande salto in avanti”. “Come Camera di Commercio abbiamo investito 180.000 euro – continua Breda – e ne abbiamo impegnati attualmente 128.000. Si tratta di una grande opportunità che deve essere sfruttata. L’aiuto digitale aumenta la competitività sul mercato, in un’epoca in cui anche in famiglia e nella vita privata siamo digitalizzati. Le possibilità ed il supporto che la tecnologia offre nel quotidiano devono essere riportate nell’impresa. Alcuni vedono processi come la fatturazione elettronica come qualcosa di estremamente complicato: col tempo si arriverà a capire che, in realtà, nascono per semplificare la vita ed essere al passo coi tempi”. “L’idea più diffusa – conclude – è che tutto questo possa portare ad un mondo senza lavoro. Non è assolutamente così, è un mito da sfatare. Di lavoro c’è sempre bisogno, cambieranno solamente le tipologie di professionalità da cercare, aumentando la qualità della formazione”.

Riproduzione riservata ©

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Dichiaro di aver letto, ai sensi dell'art. 13 D.Lgs 196/2003 e degli art. 13 e 14 del Regolamento (UE) 2016/679, l'Informativa sulla Privacy e di autorizzare il trattamento dei miei dati personali.
Il commento e il nick name da lei inseriti potranno essere pubblicati solo previa lettura da parte della redazione. La redazione si riserva il diritto di non pubblicare o pubblicare moderandolo sia il commento che il nick name. Se acconsente prema il bottone qui sotto “commenta l’articolo”.

Passa alla versione desktop Torna alla versione responsive