Cerca nel quotidiano:


Livorno chiude il 2019 con due interessanti iniziative sul tema ambiente

Istituzioni, imprese, istituti scolastici e cittadini sono stati coinvolti per condividere temi ambientali di attuale interesse, lontani da inutili dinamiche politiche e sterili polemiche che troppo spesso avviliscono il sentire comune

Venerdì 20 Dicembre 2019 — 17:25

Mediagallery

Livorno chiude l’anno 2019 con due interessanti iniziative sul tema ambiente. Istituzioni, imprese, istituti scolastici e cittadini sono stati coinvolti per condividere temi ambientali di attuale interesse, lontani da inutili dinamiche politiche e sterili polemiche che troppo spesso avviliscono il sentire comune. “I racconti del mare: la cura del territorio come primo passo per rispettare l’ambiente” del CIBM e “Sviluppo sostenibile nella filiera era logistica, tra processi di innovazione, sostenibilità ambientale e salute dei lavoratori” di Logistic Training Academy.
L’evento, realizzato da CIBM, Centro Interuniversitario di Biologia Marina ed Ecologia Applicata “G. Bacci” di Livorno, con il supporto tecnico di Logistic Training Academy si è svolto mercoledì 11.12.19 nella bellissima location di Palazzo Pancaldi.

La mattina, coordinata dalla ricercatrice A.M. De Biasi, ha visto il susseguirsi di interessanti interventi delle istituzioni locali e dei ricercatori del CIBM che hanno fatto conoscere qualcosa in più sul mare e in particolare sulla costa livornese e sulle abitudini dei cittadini che la vivono. Pesca professionale e plastic free sono stati i temi salienti inseriti nel quadro più generale di trasmettere l’importanza del “buon uso” dell’ambiente in cui viviamo.

Nella sessione pomeridiana, molto attiva e partecipata, dedicata a portatori d’interessi, sono stati realizzati tre tavoli che hanno coinvolto gli studenti della scuola Iti, che hanno partecipato attivamente al tavolo PLASTIC FREE: IL FUTURO SIAMO NOI guidati dal dott. Diego Barsotti, responsabile comunicazione Revet; i Balneatori e i Funzionari della Confcommercio Imprese per l’Italia, che hanno discusso proficuamente sul tema PLASTIC FREE: DIFENDIAMO INSIEME IL MARE guidati da Andrea Valenti Aamps/Comune di Livorno e Carlo Pretti presidente CIBM; i pescatori amatoriali e professionisti riuniti per discutere il tema della PESCA: DIVERTIMENTO CONSAPEVOLE moderati da Roberto Silvestri, collaboratore del CIBM.

Mentre giovedì 19 dicembre, nella storica location del Palazzo del Portuale, si è affrontato il tema della sostenibilità ambientale integrato alla salute dei lavoratori ed ai processi innovativi implementati nel settore della Logistica. Un mattinata dinamica che ha raccontato un sistema Logistico positivo e propositivo, nonché attento allo sviluppo ed all’innovazione.

Aperti i lavori da Francesca Marcucci AD di Logistic Traning Academy, descrivendo l’integrazione concettuale tra i tre temi Salute dei Lavoratori, Sostenibilità Ambientale e Innovazione, hanno proseguito i lavori con l’intervento del prof. Luca Lanini, professore incaricato di Logistica e Supply Chain Management presso l’Università Cattolica e il dott. Gaetano Licitra (ARPAT), esponendo il primo, il binomio possibile salute dell’ambiente e dei lavoratori ed il secondo, il tema del rumore ambientale e le mappe acustiche, il quadro normativo e l’esperienza del progetto Interreg Report, oggi in fase di sviluppo.

Sono seguiti gli interventi di Imprese d’eccellenza che hanno attivato processi di innovazione atti al miglioramento dell’ambiente e della salute e sicurezza dei lavoratori.

Ha aperto il Comandante Giuseppe Palermo di GRIMALDI GROUP introducendo La linea Green delle navi Ro-Ro, ha seguito l’ing Marco Tosi di KALMAR esponendo un’ampia gamma di soluzioni portuali ad alta innovazione e sostenibilità, ed hanno proseguito il dott. Federico Baudone SINTEMAR che ha illustrato il progetto di monitoraggio e controllo remoto della propria flotta operativa, e l’ing. Roberto Mati per GLOBAL SERVICE La manutenzione di mezzi e attrezzature, un processo di prevenzione innovativo, organizzato e continuo.

Hanno chiuso il dott. Barsi e l’ing. Pinotti per la S.Me.P.P. di Piombino illustrando il proprio progetto di geolocalizzazione dei mezzi e il controllo della sicurezza nei trasporti. CIMB e LTA ringraziano i relatori e i tutti i partecipanti agli eventi del contributo fattivo dato.
In particolare un plauso agli studenti ed insegnati degli Istituti Vespucci, Iti e Enriques che hanno partecipato con interesse ed attenzione ai due eventi, segnando cosi un primo momento fattivo di “cambiamento culturale”.

Riproduzione riservata ©