Cerca nel quotidiano:


Piattaforma Europa: al via i carotaggi

Consegnati i lavori dopo l’esito positivo delle operazioni di bonifica bellica. Il contratto prevede che l’appaltore termini i carotaggi e le altre attività geognostiche in 210 giorni naturali e consecutivi

martedì 23 Luglio 2019 16:33

Mediagallery

Lavori consegnati. Dopo l’esito positivo delle operazioni di bonifica bellica validate dal Comando logistico della Marina Militare e l’emissione dell’ordinanza n.115/2019 della Capitaneria di Porto, possono finalmente partire le indagini geognostiche, geofisiche ed ambientali propedeutiche alla progettazione e realizzazione della Piattaforma Europa.
Il contratto, firmato a dicembre dello scorso anno, prevede che l’appaltore – un raggruppamento costituito da quattro imprese (Geotec S.p.A. /Sondedile S.r.l/Geoter S.r../Get S.r.l. ) – termini i carotaggi e le altre attività geognostiche in 210 giorni naturali e consecutivi.
Sono previsti, tra le altre cose, studi geologici-geofisici con rilievi batimetrici di dettaglio, studi geotecnici con esecuzione di 30 sondaggi a carotaggio continuo e 38 prove in sito eseguiti da pontone galleggiante e da piattaforma galleggiante autosollevante; studi ambientali con prelievo di campioni di fondale a piccola profondità e con esecuzione di 10 sondaggi a carotaggio continuo sino a 15 metri al di sotto del fondale marino. Le indagini geofisiche/batimetriche, assieme a quella geotecnica, permetteranno di definire le caratteristiche morfologiche, stratigrafiche e geomeccaniche dei terreni, mentre con l’indagine ambientale sarà possibile indagare sulle caratteristiche ambientali dei sedimenti che costituiscono il fondale marino. Tutte queste attività permetteranno di acquisire le conoscenze necessarie dei parametri geomeccanici riferiti al sottosuolo marino dove sorgerà l’opera di espansione a mare dello scalo labronico.

Riproduzione riservata ©

1 commento

 
  1. # Sergio Giomi

    Buona notizia speriamo che le risultanze siano positive per una accelerazione dei lavori di un’opera fondamentale per lo sviluppo economico di Livorno. Saranno altresì contenti l’associazione, Amici di Pisa nonché nemici di Livorno , se alla fine di tutto ciò risultasse che il litorale Pisano non subirà conseguenze dalla costruzione di questa opera necessaria alla nostra città per non morire,!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Dichiaro di aver letto, ai sensi dell'art. 13 D.Lgs 196/2003 e degli art. 13 e 14 del Regolamento (UE) 2016/679, l'Informativa sulla Privacy e di autorizzare il trattamento dei miei dati personali.
Il commento e il nick name da lei inseriti potranno essere pubblicati solo previa lettura da parte della redazione. La redazione si riserva il diritto di non pubblicare o pubblicare moderandolo sia il commento che il nick name. Se acconsente prema il bottone qui sotto “commenta l’articolo”.