Cerca nel quotidiano:


Porto 2000, Provinciali: “Nessuno toccherà il lavoro degli stagionali”

Il segretario generale dell'Autorità Portuale: "Nel bando di gara è stata inserita, in accordo coi sindacati, una clausola per il mantenimento del personale a tempo indeterminato e di quelli a tempo"

Venerdì 9 Novembre 2018 — 08:39

di Letizia D'Alessio

Mediagallery

Il futuro dei lavoratori della Porto2000 è stato al centro della terza commissione consiliare del 6 novembre. La scorsa estate si è conclusa la procedura di selezione del socio privato: è stata infatti l’associazione temporanea d’impresa formata da Sinergest Olbia Spa, Moby, LTM e Marinvest (MSC) ad aggiudicarsi la gara per l’acquisizione del 66% della società che si occupa delle navi da crociera e dei traghetti. Ora è in attuazione la fase dell’ingresso dei privati. In commissione era presente anche il sindaco Filippo Nogarin. “Il Consiglio comunale espresse la volontà di fare rimanere la Porto2000 pubblica – ha detto il primo cittadino – tuttavia questo non è accaduto e ora dobbiamo accettare l’ingresso dei privati. I timori che avevamo si stanno concretizzando e riguardano anche i lavoratori”. Data l’assenza del presidente della Porto 2000 Luciano Guerrieri a rassicurare i lavoratori presenti in sala, il sindaco e i consiglieri ci ha provato il segretario generale dell’Autorità Portuale Massimo Provinciali (nella foto). “Nel bando di gara è stata inserita, in accordo coi sindacati, una clausola – spiega Provinciali -per il mantenimento del personale a tempo indeterminato e di quelli stagionali”.
Nonostante ciò i sindacati non condividono l’ottimismo espresso dall’Autorità Portuale che attraverso il presidente Stefano Corsini – come attuale azionista di maggioranza della Porto2000 – prova di nuovo a rassicurare i dipendenti. “Io mi sono impegnato per tutelare tutti i lavoratori – spiega Corsini – Il gruppo che verrà è solido e con esperienza alle spalle e non credo proprio che ci saranno traumi e le novità che porteranno riguarderanno solo un ulteriore sviluppo della società”.

L’assessore con delega al lavoro Francesca Martini ha chiesto che venga realizzato un monitoraggio per controllare che quanto promesso nell’offerta tecnica da parte di chi ha vinto la gara sia effettivamente realizzato. Idea sposata dal presidente della Port Authority Corsini. “Istituiremo l’osservatorio appena sarà possibile – ha concluso Martini – Così avremo modo di poter constatare l’andamento del piano d’investimento e la realizzazione delle opere previste”.

Riproduzione riservata ©