Cerca nel quotidiano:


Porto 2000: stipulato il contratto per la cessione del pacchetto di maggioranza

La cordata, costituita da Sinergest, LTM, Moby, e Marinvest, sale ora sulla tolda di comando della Porto 2000 di cui detiene il 66% delle quote, mentre il restante 34% rimane in mano all’AdSP e all’Ente Camerale

Giovedì 2 Maggio 2019 — 17:34

Mediagallery

È stato firmato, il 2 maggio, il contratto per la cessione del pacchetto di maggioranza della Porto di Livorno 2000, la società che gestisce il traffico crociere e traghetti nello scalo labronico, fino ad oggi controllata dall’Autorità Portuale (con il 72,8%) e partecipata dalla locale Camera di Commercio (con il 18,2%). L’accordo, rogato dal notaio Stefano Puccini, è stato sottoscritto dal commissario dell’Autorità di Sistema, Pietro Verna, dal presidente della Camera di Commercio della Maremma e del Tirreno, Riccardo Breda e da Matteo Savelli, in qualità di procuratore speciale di Livorno Terminals Srl, la newco costituita da Sinergest, LTM, Moby e Marinvest, ovvero le quattro società del raggruppamento temporaneo di impresa che ad aprile del 2017 è risultato il migliore offerente nell’ambito della gara indetta dall’allora Autorità Portuale di Livorno (diventata poi AdSP del Mar Tirerno Settentrionale). La cordata sale ora sulla tolda di comando della Porto 2000, di cui detiene il 66% delle quote, mentre il restante 34% rimane in mano all’AdSP e all’Ente Camerale.
Il RTI ha offerto 10,74 milioni di euro per l’acquisto delle quote di maggioranza e si è impegnata a investire 91 milioni di euro per la realizzazione di nuove infrastrutture. La prossima settimana gli uffici competenti dell’AdSP e la Livorno Terminals Srl avvieranno il confronto per declinare le modalità di attuazione del Piano di Investimenti presentato in sede di procedura di gara, tenendo conto che il Raggruppamento ha formulato la propria offerta presupponendo una durata concessoria di 30 anni.

In seguito alla gara di aggiudicazione delle quote è nato anche il nuovo Consiglio di amministrazione, all’interno del quale è stato designato dalla Camera di Commercio Pierluigi Giuntoli, Segretario generale dell’Ente. “Con grande soddisfazione accogliamo la conclusione di questo iter che riguarda una delle partite fondamentali non solo per la città ma per l’intera regione – è il commento del presidente della Camera di Commercio Riccardo Breda – un lungo procedimento avviato fin dal 2015. Auspichiamo un percorso di crescita che la nuova proprietà potrà imprimere non solo alla società, ma anche all’economia portuale livornese, grazie anche agli importanti investimenti che questa operazione ha previsto. Buon lavoro dunque a tutti i protagonisti di questa nuova fase di Porto Livorno 2000 S.r.l”.

Riproduzione riservata ©