Cerca nel quotidiano:


Pubblicato il Rapporto sulla demografia d’impresa

E' stato elaborato dal Centro Studi e Servizi Cciaa. La buona notizia: nonostante il periodo sfavorevole alla creazione d’impresa, il saldo tra iscrizioni e cessazioni resta positivo

Mercoledì 19 Agosto 2020 — 14:40

Mediagallery

Il presidente Breda: "Atteniamoci scrupolosamente ai protocolli di sicurezza per non dover essere costretti a chiudere di nuovo"

Pubblicato il “Rapporto sulla demografia d’impresa nelle province di Grosseto e Livorno, 2° trimestre 2020” (in fondo all’articolo il pdf) elaborato dal Centro Studi e Servizi Cciaa. Un periodo caratterizzato per un’ampia parte dal cosiddetto lockdown e pertanto oggetto di particolare attenzione da parte dell’ente camerale. La buona notizia: nonostante il periodo sfavorevole alla creazione d’impresa, il saldo tra iscrizioni e cessazioni resta positivo, vale a dire che non si registrano cambiamenti rispetto ad un andamento che da anni caratterizza il secondo trimestre di ogni anno. Le preoccupazioni, viceversa, riguardano il secondo semestre dell’anno ed anche l’inizio del 2021: un periodo per il quale si teme di registrare il forte contraccolpo determinato dalla crisi pandemica. “Mi preme innanzitutto sottolineare un fatto positivo: la stagione turistica in corso sta dando nelle nostre zone risultati soddisfacenti ed ha superato i forti timori iniziali – commenta il presidente Riccardo Breda (foto) -. Con una nota di ottimismo, vorrei augurarmi che questo trend possa proseguire anche nei mesi futuri e trascini con sé tutto l’indotto, quell’economia del mare così importante per il territorio livornese e maremmano. Tuttavia – prosegue – non si possono dimenticare altri settori che invece stanno subendo una crisi più accentuata. Il nostro report riporta i dati relativi ai mesi da aprile a giugno: vedremo in seguito cosa accade, ma è indubbio che gli effetti dell’emergenza sanitaria da Covid19 li registreremo nei prossimi lavori. Inoltre, mentre all’inizio dell’estate speravamo di lasciarci definitivamente alle spalle la pandemia, adesso lo scenario e’ cambiato. Il virus è purtroppo sempre tra noi e tutti, imprenditori e cittadini, dobbiamo mantenere alta l’attenzione, attenendoci scrupolosamente ai protocolli di sicurezza per non dover essere costretti a chiudere di nuovo, con effetti che, non solo per il sistema economico, sarebbero devastanti”.

Riproduzione riservata ©

Allegati