Cerca nel quotidiano:


“Dibattito in Porto”, presentata la relazione finale

Si è tenuta la conferenza stampa di consegna della relazione finale del Dibattito in Porto, Dibattito Pubblico sullo sviluppo e la riqualificazione del porto di Livorno

Venerdì 22 Luglio 2016 — 17:38

Mediagallery

Si è tenuta la conferenza stampa di consegna della relazione finale del Dibattito in Porto, Dibattito Pubblico sullo sviluppo e la riqualificazione del porto di Livorno, a cura della responsabile del processo, dott.ssa Sophie Guillain, in sala Ferretti presso la Fortezza Vecchia (foto in pagina di Giacomo Spagnoli).
I risultati del Dibattito e le raccomandazioni della responsabile sono stati condivisi con Autorità Portuale, Regione, Provincia e Comune di Livorno, in un clima di ascolto reciproco e di fiducia sul proseguimento di un dialogo costruttivo. Presenti all’incontro le istituzioni – più numerose dei giornalisti: l’Autorità portuale, nelle persone del commissario Gallanti, il segretario generale Provinciali, il capo area pianificazione Claudio Vanni; la Regione Toscana, con Antonio Floridia; il Comune di Livorno, con la vicesindaco Stella Sorgente; la Provincia di Livorno, con Irene Nicotra.
Le raccomandazioni della responsabile hanno toccato il tema fondamentale della relazione tra porto e città, in termini di progetti e di governance. Le istituzioni presenti hanno espresso l’intenzione di continuare il dialogo costruttivo, aperto nel corso degli ultimi due mesi nella discussione dei progetti di Piattaforma Europa e Stazione Marittima, per garantire che i progetti si concretizzino e realizzino tutti gli obiettivi auspicati. La dott.ssa Guillain ha suggerito all’Authority di promuovere un monitoraggio continuo degli esiti del Dibattito, degli impatti ambientali e delle ricadute sociali ed economiche dei due progetti attraverso l’istituzione di un osservatorio. La vicesindaco di Livorno accoglie la proposta di un’interazione diretta tra il Port Center e l’Urban Center.

Tra le altre raccomandazioni:
• la necessità di un dialogo sulla mobilità e sulle infrastrutture ferroviarie per garantire l’accesso sicuro e fluido al porto;
• l’approfondimento condiviso con esperti esterni sugli impatti ambientali;
• lo sviluppo di strategie energetiche, di gestione dei rifiuti e delle acque attorno al porto;
• la prosecuzione della discussione condivisa sul piano strutturale comunale con strategia di accessibilità al porto e riflessione sulle funzioni commerciali e turistiche.
Uno degli elementi più significativi delle proposte presentate sulla Piattaforma Europa è la considerazione dei suggerimenti del Dibattito come criterio di valutazione per l’attribuzione del project financing all’interno del capitolato di gara. Sarà il vincitore della gara, assieme all’Autorità Portuale, a costituire nuove forme di responsabilità sociale per iniziative nei confronti della comunità: informazione regolare sull’avanzamento dei progetti, occupazione locale, azioni di formazione e culturali, eventi, ecc.
Per la Stazione Marittima, si sono rilevate, tra le altre, le necessità di maggiore accessibilità di tutti gli spazi pubblici, della riduzione della cesura urbana, della riqualificazione del patrimonio e del waterfront, dell’occupazione transitoria dell’area durante il cantiere e di una pianificazione commerciale strategica condivisa con il Comune.
La relazione finale, disponibile nella sezione Download del sito www.dibattitoinporto.it, sarà pubblicata sul Bollettino Ufficiale della Regione Toscana nel mese di agosto.
Entro novembre, l’Autorità Portuale avrà il compito di rispondere a tali considerazioni, esprimendo le sue posizioni ufficiali.

Riproduzione riservata ©