Cerca nel quotidiano:


Spazzamento: gli operatori di nuovo in sciopero

Sabato 8 Ottobre 2016 — 15:14

Mediagallery

Dopo due mesi di lavoro dei sindacati per cercare una mediazione, tra azienda e lavoratori si riaccende un aspro conflitto e i motivi sono gli stessi che avevano portato al tavolo prefettizio del luglio scorso: l’azienda ha nuovamente assunto personale a tempo determinato senza applicare il contratto nazionale di settore, il Fise-Assoambiente previsto anche dal bando di appalto, ma il Multiservizi, con l’aggravante, stavolta, di non aver rispettato le forme di precedenza nelle assunzioni previste dagli accordi sindacali sottoscritti a livello nazionale.

Avr ci riprova – sottolineano le organizzazioni sindacali – non richiama gli stagionali a cui era stata costretta ad applicare il Fise, in violazione della clausola di prelazione prevista, ma chiama persone nuove a cui cerca di applicare il multiservizi, contratto peggiorativo delle condizioni di lavoro, sia in termini di diritti che economici”.
“Restano in piedi naturalmente tutte le criticità che i lavoratori, le lavoratrici e le loro rappresentanze lamentavano già in estate – sottolineano i sindacati – pessime relazioni sindacali, tensione che inficia il clima nell’ambiente di lavoro e mancato rispetto dei tempi vita lavoro, soprattutto per coloro che hanno carichi familiari importanti”.

“Come se lo stato di agitazione e i passaggi prefettizi di appena due mesi fa non fossero mai avvenuti – proseguono i sindacati – gli impegni che l’azienda aveva assunto non sono stati assolutamente rispettati e oggi la situazione è divenuta intollerabile, l’assunzione con il multiservizi è stata la goccia che ha fatto traboccare il vaso e, questa volta, nonostante i dovuti tentativi di raffreddamento, non è stato possibile addivenire a forme di mediazione che scongiurassero la mobilitazione”. Dopo un’accesa assemblea in cantiere i lavoratori e le lavoratrici di AVR hanno proclamato il blocco degli straordinari a partire dal 17 ottobre e le organizzazioni sindacali hanno indetto lo sciopero per l’intera giornata del 31 ottobre.

 

 

 

Riproduzione riservata ©

Cerchi visibilità? Contattaci: 1,1 milioni di pagine viste al mese e oltre 54.800 iscritti a Fb

Nuova apertura? Cambio sede? Lancio prodotto? Visibilità di 1,1 milioni di pagine viste al mese e oltre 54.800 iscritti a Fb. Per preventivo https://www.quilivorno.it/richiesta-preventivo-banner/ oppure [email protected]


7 commenti

 
  1. # Fox65

    Dai è nova…ma la voglia di lavorà non la hanno? È finita l’ora delle categorie intoccabili ….scioperate andando a lavorare e devolvendo la giornata alle famigle bisognose italiane e non extracomunitarie

  2. # uno e trino

    “scioperate andando a lavorare”….praticamente un ossimoro….meraviglioso

  3. # piratatirreno

    Guarda caso la notte di Halloween…..bah!!!!

    1. # viva fidel

      Halloween? e cosa significa?

      1. # AnToNIO

        Significa come sempre sciopero a cavallo di una festività…un bel ponte di 2/3 gg

  4. # chubby66

    Contratti, bando di appalto…. ormai in Italia ogni azienda fa come gli pare… (Fiat docet) provate a fargli causa … forse quando sarai in pensione qualcosa, allora, forse …

  5. # Cerbero

    Visto la maniera indecente in cui lasciano i quartieri livornesi che Aamps revochi loro l’appalto. Tanto come lavorano è sotto gli occhi di tutti.