Cerca nel quotidiano:


Una “casa” per gli RLSS

L'AdSP ha messo a disposizione dei rappresentanti dei lavoratori per la sicurezza di sito un ufficio di 130 metri quadrati nell’ex magazzino Tabacchi (Varco Valessini)

Giovedì 3 Dicembre 2020 — 10:45

Mediagallery

Il presidente Corsini: "Dobbiamo lavorare tutti assieme, istituzioni ed operatori, per garantire standard sempre più elevati di sicurezza del lavoro in porto"

A partire dal 3 dicembre i rappresentanti dei lavoratori per la sicurezza di sito (RLSS) hanno un locale dove poter svolgere adeguatamente le riunioni di coordinamento. Con un provvedimento firmato il 3 dicembre dal presidente dell’Autorità di Sistema Portuale del Mar Tirreno Settentrionale, Stefano Corsini, è stato infatti messo a disposizione degli RLSS un ufficio di 130 metri quadrati nell’ex magazzino Tabacchi, presso il Varco Valessini. Le chiavi della sede, inaugurata un anno fa alla presenza delle istituzioni, sono ora state consegnate ai RLSS, che potranno così svolgere le attività nel pieno dei propri poteri. “Con oggi viene finalmente portato a compimento, in ogni sua parte, il protocollo di intesa firmato a novembre nel 2015 dalle Istituzioni competenti e avente ad oggetto la pianificazione degli interventi sulla sicurezza del lavoro nei porti di Carrara, Livorno e Piombino – ha dichiarato il delegato RLS Marco Giusti – Ora, la nostra priorità è quella di avere un distacco temporaneo parziale, in modo da poter essere sempre operativi e vigilare in maniera costante in porto”.
Nel provvedimento è inoltre prevista l’assegnazione in comodato d’uso gratuito agli RLSS di un’auto dell’Autorità di Sistema Portuale, necessaria per compiere gli inevitabili spostamenti in ambito portuale. I rappresentanti della sicurezza avranno anche telefoni cellulari muniti di scheda telefonica e le polizze assicurative per la copertura di eventuali infortuni che dovessero accadere nello svolgimento delle loro funzioni. “Abbiamo voluto dare il nostro contributo per consentire agli RLSS di svolgere adeguatamente le proprie funzioni – ha dichiarato Corsini. – Dobbiamo lavorare tutti assieme, istituzioni ed operatori, per garantire standard sempre più elevati di sicurezza del lavoro in porto”.

Riproduzione riservata ©