Cerca nel quotidiano:


Uno yacht targato Azimut in lizza per il “Compasso d’Oro”

L’imbarcazione nata dalla collaborazione tra il cantiere, Ken Freivokh e Vincenzo De Cotiis concorrerà dunque al più prestigioso premio internazionale creato nel 1954 da Gio Ponti assieme ai più affascinanti progetti italiani di ogni settore

Giovedì 28 Ottobre 2021 — 11:06

Mediagallery

Magellano 25 metri è stato inserito nell’ADI Design Index, l’ambita lista annuale dei migliori prodotti italiani che parteciperanno alla selezione del “Compasso d’Oro”.
L’imbarcazione nata dalla collaborazione tra il cantiere, Ken Freivokh e Vincenzo De Cotiis, concorrerà dunque al più prestigioso premio internazionale creato nel 1954 da Gio Ponti assieme ai più affascinanti progetti italiani di ogni settore.

A conferma dell’unicità di un prodotto che ha segnato un nuovo punto di riferimento di design e primo crossover della nautica, Magellano 25 Metri di Azimut Yachts concorrerà al prossimo Compasso d’Oro, il più antico premio di design la cui Collezione Storica è stata dichiarata di eccezionale interesse artistico e storico e inserita nel patrimonio nazionale dal Ministero dei Beni Culturali. Lo yacht è stato infatti inserito nell’ADI Design Index, la lista delle migliori creazioni italiane dell’ultimo anno scelte dalla storica associazione, primo passo per la partecipazione al premio.

L’Osservatorio permanente dell’ADI − costituito da una commissione di esperti, designer, critici, storici e giornalisti − ha colto le peculiarità del progetto espresse attraverso l’unione tra le linee chic e senza tempo firmate da Ken Freivokh, punto di riferimento della nautica mondiale e ideatore di una Collezione che ha rivoluzionato il settore, e gli ambienti creati da un architetto di fama mondiale nonché importante esponente della collectible art, Vincenzo De Cotiis.

I due protagonisti di Magellano 25 Metri, innovatori per vocazione nei rispettivi campi, hanno dato vita a uno yacht unico, opera d’arte del mare contraddistinta da una particolare percezione della profondità dello spazio e da un continuo contatto visivo con il mare. Caratteristica peculiare a livello di design è l’uso diffuso della “vetroresina artistica”,risultato di un elaborato processo artigianale, che qui conosce una nuova vita e diventa elemento estetico, accostato a materiali ed essenze come il marmo Verde Alpi spazzolato, il legno in noce scuro, la moquette, l’ottone lucido, il legno laccato e quello cannettato. Gli arredi hanno forme fluide e linee curve prive d’interruzioni, i tessuti di bordo sono firmati Loro Piana Interiors e lo scafo è di un originale color ottanio brunito con una fascia di bellezza senape.

Riproduzione riservata ©