Cerca nel quotidiano:


Prima offesi, poi risarciti. Gli agenti donano la somma a Pediatria

I due poliziotti sono stati ricevuti in ospedale dal dottor Fabrizio Gadducci e dalla caposala Elena Wust per il completamento delle formalità inerenti la cessione della somma per un acquisto importante destinato ai piccoli pazienti

giovedì 13 Dicembre 2018 12:23

Mediagallery

Due agenti della questura hanno donato la somma ottenuta come risarcimento del danno, per alcune offese ricevute, al reparto di Pediatria dell’ospedale di Livorno.
A marzo dello scorso anno i due agenti (nella foto in pagina) durante lo svolgimento di un intervento all’interno di un bar, sono stati insultati pubblicamente con epiteti offensivi sia da un punto di vista personale ma anche lesivi all’immagine della polizia di Stato.
Successivamente, in sede legale, l’autrice del gesto ha scritto una lettera di scuse a loro diretta, offrendo anche un risarcimento del danno di immagine nei confronti dei due poliziotti per una cifra “X” (volutamente non divulgata dall’ufficio stampa della questura) che gli agenti hanno deciso di non trattenere per sé ma di devolvere a favore del reparto pediatrico livornese, destinando così il denaro all’acquisto di uno o più beni  di prima necessità.
Nella mattina di giovedì 13 dicembre i due rappresentanti delle forze dell’ordine sono stati ricevuti dal dottor Fabrizio Gadducci all’interno del suo studio, in ospedale, e dalla caposala Elena Wust, per il completamento delle formalità inerenti la cessione della somma destinata ad un acquisto importante destinato ai piccoli pazienti.
Il dottor Gadducci nell’incontro ha avuto belle parole di stima e ringraziamento per i due poliziotti   che si sono contraddistinti con questo bel gesto di solidarietà nei confronti di un settore, quello appunto sanitario e pediatrico, grazie al quale sarà possibile acquistare qualcosa di “importante” per il reparto.

Riproduzione riservata ©

19 commenti

 
  1. # D

    Bravissimi ragazzi! Un bellissimo gesto, complimenti

  2. # Claudio

    Bravi un bellissimo gesto. Onore a tutte le forze dell’ordine

  3. # 0586

    ottima iniziativa ma soprattutto ogni tanto buona notizia

  4. # AiutateCi

    Finalmente chi offende le forze dell’ordine paga. In Italia purtroppo è diventato mal comune non rispettare polizia e carabinieri (le altre forze purtroppo non mi piacciono per la loro “prepotenza”). Bravi ragazzi

    1. # Malizioso Troll

      Paga perché la persona che ha offeso i poliziotti ci ha riflettuto e ha deciso lei stessa di pagare. Detto ciò, W Polizia, Carabinieri e ,anche e soprattutto, Guardia di Finanza (quella che immagino ti stia antipatica).

  5. # Rita

    Bellissimo gesto. Complimenti ad entrambi, non è da tutti. Buon natale a voi e alle vostre famiglie ❤️

  6. # Un cittadino livornese

    Bravi ragazzi!

  7. # Geppetto

    VI FACCIO I MIGLIORI COMPLIMENTI PER IL VOSTRO GESTO DIFFICILE OGGI TROVARE QUESTI COMPORTAMENTI. Bravissimi

  8. # Andrea

    Immensamente grandi. Grazie da un Nonno.

  9. # giancarlo

    LIGABUE : NON E’ TEMPO PER NOI ……………QUESTO BELLISSIMO GESTO , PURTROPPO E’ FUORI DAL CONTESTO ODIERNO !!

  10. # u8go nogarinINO sono otto

    BRAVI DAVVERO. COMPLIMENTI

  11. # livorno66

    Grandi ❣️

  12. # Enrico

    Nella vita c’è chi nasce uomo e chi vorrebbe tanto esserlo. Grazie da parte di un ITALIANO che starà sempre dalla vostra parte.

  13. # Obiettivo

    Veramente unici. Grazie per il vostro gesto generoso.

  14. # Libero

    E’ da apprezzare anche il gesto di scuse, da parte di chi ha ammesso di aver sbagliato!

  15. # quattromori

    bellissimo gesto non condivido granché il fatto di renderlo pubblico con tanto di foto trionfale

    1. # Francesco

      Le buone notizie si condividono per essere emulate.
      Bravi complimenti.
      Anche alla sign. Che ha chiesto scusa, non è da tutti ammettere i propri errori.

  16. # Fratelli Gigli

    mi complimento. Alla villica cittadina dico di essere meno ignorante poiché l’ignoranza non porta niente di buono.

  17. # Maryland

    Ci vuol coraggio a definire “signora ” una tizia che offende le forze dell’ordine! Il fatto che li abbia risarciti era il minimo che poteva fare….bravissimi gli uomini della PS; oltre a fare un gesto di solidarietà hanno dato uno schiaffo morale a tanti che gli fanno il cane addosso.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Dichiaro di aver letto, ai sensi dell'art. 13 D.Lgs 196/2003 e degli art. 13 e 14 del Regolamento (UE) 2016/679, l'Informativa sulla Privacy e di autorizzare il trattamento dei miei dati personali.
Il commento e il nick name da lei inseriti potranno essere pubblicati solo previa lettura da parte della redazione. La redazione si riserva il diritto di non pubblicare o pubblicare moderandolo sia il commento che il nick name. Se acconsente prema il bottone qui sotto “commenta l’articolo”.