Cerca nel quotidiano:


Quadrangolare di calcio a 5 con i ragazzi speciali

Sabato 22 dicembre all'impianto sportivo "Baronetto" si disputerà un quadrangolare che vedrà scendere in campo Livorno for special e rappresentanze di Csi, consiglieri comunali e Cgil Livorno. Tutto il ricavato della giornata sarà devoluto per l'acquisto di materiali e abbigliamento per i ragazzi della Nuova Arlecchino sport

Mercoledì 19 Dicembre 2018 — 17:38

Mediagallery

Sabato 22 dicembre all’impianto sportivo “Baronetto” si disputerà un quadrangolare che vedrà scendere in campo Livorno for special e rappresentanze di Csi, consiglieri comunali e Cgil Livorno. Sui campi di calcetto non sarà importante vincere o perdere ma focalizzare l’attenzione su due temi importanti: l’integrazione e la sensibilizzazione sul tema sport e disabilità. L’ingresso è libero e durante la manifestazione verrà effettuata una lotteria di beneficenza con in palio le maglie del Livorno calcio. Tutto il ricavato della giornata sarà devoluto per l’acquisto di materiali e abbigliamento per i ragazzi della Nuova Arlecchino sport, campioni in carica del campionato 4a categoria.
“Questa squadra composta da ragazzi speciali – esordisce l’assessore allo sport Andrea Morini – si conferma una bellissima realtà che va sostenuta in tutti i modi possibili. Sono un esempio tant’è che a Livorno stanno emergendo molte società per i diversamente abili”.

Anche Igor Protti, club manager del Livorno, spende parole di elogio per i ragazzi: “Questo sport è meraviglioso perché ci permette di stare insieme a provare grandi emozioni a tutti i livelli. Voi tenete sempre alto il nome della squadra e della città e spero che possiate ottenere sempre grandi risultati senza mai perdere di vista il vero obiettivo: il divertimento”.
Patrizia Villa, in rappresentanza della Cigl, ha sottolineato l’importanza di eventi del genere: “Ci confrontiamo senza essere nemici e questo credo sia il modo giusto per stare in campo. Non è la prima volta che scendiamo in campo per questo tipo di iniziativa e ci fa molto piacere. Stare in mezzo alle persone che è l’unica funzione che deve avere un sindacato”.
“La nostra associazione – conclude il presidente del Csi (Centro sportivo italiano) Livorno Gianni Zanassi – non vuole lasciare indietro nessuno specie quelli che hanno difficoltà sotto diversi punti di vista. Poter avere con noi la Nuova Arlecchino ci dà grande soddisfazione perché è un nostro fiore all’occhiello avendo vinto il campionato nazionale l’anno scorso”.

 

Riproduzione riservata ©