Cerca nel quotidiano:


Anps: un “Grazie col cuore” a tutto l’ospedale

Tutti i prodotti realizzati, sanificati, imbustati e tenuti in “quarantena” per 20 giorni, sono stati raccolti e consegnati all'ospedale dall'organizzazione di volontariato e Protezione Civile dell’Associazione Nazionale della Polizia di Stato di Livorno, diretta dal responsabile Carmelo Giarratana

Mercoledì 8 Luglio 2020 — 18:58

Mediagallery

Il progetto è nato nel marzo scorso da una idea della presidente dell’associazione artistica no profit “Io Creo”, Antonella De Tomassi, che coinvolgendo oltre undicimila persone, ha innescato un riflesso civico a livello nazionale

Sono stati consegnati lunedì 6 luglio agli operatori dell’ospedale di Livorno, da parte dell’Associazione Nazionale della Polizia di Stato di Livorno, i manufatti realizzati per l’iniziativa “Grazie col cuore”. L’iniziativaè un gesto, sostenuto da migliaia di persone in tutta Italia, desiderose di portare la loro solidarietà e il loro ringraziamento al personale impegnato durante l’emergenza Covid-19.
Il progetto è nato nel marzo scorso da una idea della presidente dell’associazione artistica no profit “Io Creo”, Antonella De Tomassi, che coinvolgendo oltre undicimila persone, ha innescato un riflesso civico a livello nazionale per la realizzazione di un contributo artistico di solidarietà.  Le persone, hobbisti di tutte le età e sparse su gran parte del territorio nazionale, si sono prodigate nella produzione di creazioni a forma di cuore attraverso le tecniche artistiche a loro più congeniali per fissare con un “Grazie col cuore” il loro sentimento di gratitudine. Tutti i prodotti realizzati, sanificati, imbustati e tenuti in “quarantena” per 20 giorni, sono stati raccolti dall’organizzazione di volontariato e Protezione Civile dell’Associazione Nazionale della Polizia di Stato di Livorno, diretta dal responsabile Carmelo Giarratana, che ha provveduto insieme al dirigente Bruno Ventroni, ed ai volontari Tatiana Bordolesi e Alberto Guerrazzi, a consegnare i cuori al direttore dell’ospedale dottor Luca Carneglia ed una delegazione di medici, infermieri e oss impegnati nel periodo del Covid-19.

Riproduzione riservata ©