Cerca nel quotidiano:


Blocco ospedaliero all’ex Pirelli. Firmato il nuovo accordo

Ora una commissione avrà 120 giorni per valutare la fattibilità di utilizzo dell'area. Nogarin: "Così vinciamo tutti". Rossi: "Opera finanziamento entro il 2020". Al Comune i circa 3,5 milioni stanziati per le opere di urbanizzazione che sarebbero state realizzate a Montenero

venerdì 03 agosto 2018 08:39

di Letizia D'Alessio

Mediagallery

Nuovo ospedale atto secondo. Il 2 agosto, alla presenza del presidente della Regione Enrico Rossi, dell’assessore alla salute Stefania Saccardi, del sindaco Filippo Nogarin e della direttrice generale della Asl Toscana nord ovest, Maria Teresa De Lauretis c’è stata la firma del nuovo accordo di programma che ha mandato ufficialmente in soffitta quello del 2010. “Si tratta un momento importante per Livorno – ha esordito Rossi – in cui mettiamo la città in condizione di avere un nuovo presidio. Mi auguro di poter concludere il mio mandato, nel 2020, avendo finanziato questa realizzazione”.“Da oggi possiamo ripartire con un nuovo tavolo di confronto – ha affermato Saccardi – per la realizzazione di una nuova struttura all’ex Pirelli. Abbiamo finalmente superato la fase di stallo e trovato un accordo con il Comune”. Un patto che prevede essenzialmente due punti. Il primo: dare mandato a una commissione tecnica che avrà 120 giorni di tempo per valutare la percorribilità della soluzione che coinvolge l’ex Pirelli, e si ipotizza una parte del Parco Pertini, quali aree per la realizzazione di un nuovo blocco ospedaliero (blocco per la degenza) con il mantenimento dei padiglioni più recenti e a norma dell’attuale struttura di viale Alfieri. Il secondo: il trasferimento al Comune delle risorse che erano state stanziate per le opere di urbanizzazione che sarebbero state realizzate a Montenero, circa 3,5 milioni di euro. “Nel 2014 dissi che avrei rescisso l’accordo di programma e oggi l’ho fatto – ha detto con orgoglio Filippo Nogarin – mi auguro che da ora in avanti si smetta di parlare di cemento e di contenitori e si discuta di contenuti e di sanità. Con questo nuovo atto vinciamo tutti, Livorno però ha bisogno di attenzione e auspico che con un lavoro di sinergia si possano fare gli interessi dei cittadini”. Per Nogarin però il nuovo monoblocco occuperà solo la zona dell’ex Pirelli, non arrivando a coprire anche la parte del Parco Pertini. “Il presidente Rossi – ha spiegato da parte sua la direttrice generale De Lauretis – si è impegnato a finanziare i lavori per l’ospedale di Livorno prima della fine del suo mandato: raccogliamo la sua sfida di presentare, entro i 120 giorni previsti dall’accordo di programma appena firmato, un nuovo progetto condiviso che possa tracciare la rotta della sanità livornese dei prossimi anni e risolvere una serie di criticità non più rimandabili”.

Riproduzione riservata ©

25 commenti

 
  1. # Sandro

    E dai! Insistono a voler fare un ospedale in miniatura nuovo,anzichè ristrutturare bene quello che c’è.Non riesce a funzionare bene ora che è a misura di città,figurarsi se,come era il progetto del nuovo ospedale,funzionerà quando sarà piccolo(vedi il nuovo piccolo ospedale di Lucca dove i lucchesi sono incavolati neri).Semmai,prendere spunto,come già dissi a suo tempo,dell’ospedale di CAREGGI.Ospedale vecchio e grande,ma totalmente restaurato,dove è diventato un ospedale veramente di alto livello.

  2. # Giorgio

    Bravo Noga, questa l’hai azzeccata !

  3. # PirataTirreno

    De no….. fallo a Montenero.
    Vedrai che così sarà molto meglio per i livornesi…..e senza perdere i contributi. Avanti così!!!!

  4. # Rosa Arienti

    Mi pare un’ottima notizia, bravi Nogarin e Rossi.

  5. # liburnico

    Grandissima driblata dei problemi e bel risultato per tutti! Bravo sindaco, bravo Rossi!

  6. # LEGA prima gli ITALIANI

    Avanti tengo il conto c’è lavoro per te

  7. # Gino

    L’ospedale che il PD Livornese e il PD Toscano (Rossi) volevano a Montenero era uno spresco pari a quello dell’Air Force Renzi. Bravo Nogarin che ne bloccò subito la realizzazione.

  8. # cappuccino

    Ho capito…lo rivotate. io comincio ad avere seri dubbi sulla bontà del suffragio universale.

    1. # Diritti e doveri

      Io farei semplicemente un esame intellettuale prima di concedere il diritto di voto a certe persone

    2. # Francesco

      Ed anche sulla libertà di parola e di pensiero!!!!!!

  9. # romme

    Era ora! Solo solo che sistemano quel rudere dove nidificano i tarponi, accanto al parterre è già una grande vittoria. Se lo sfruttano anche per l’ospedale s’è fatto 13!

  10. # TENGOILCONTOdiTe.il.Co.

    C’è lavoro si ma per me!!!…….e siamo a 16!!!!!!!

  11. # freelance

    ma dei parcheggi auto in zona ospedale non se ne parla mai !!!

  12. # Claudio

    Prima di fare l’ospedale nuovo pensate ai parcheggi !!!

  13. # carlo53

    Forse molti non hanno capito che l’ospedale rimane dove è. Ci saranno gli stessi problemi di prima : padiglioni fatiscenti, parcheggi inesistenti.
    Prendete esempio da Cisanello e guardate la differenza.

    1. # intensivista

      Eh si l’erba del vicino è sempre più alta…

      Già ci saranno i parcheggi…ma ci sono ascensori nei quali non entrano i letti di terapia intensiva.

  14. # Nonno Beppe

    A cappuccino non rispondo prendo atto Della discordanza di pensiero, ma e’ chiaro che se I 5 stelle faranno been Ed andranno avanti con I loro programmi verranno rivotati. E’ giusto mantenere quei padiglioni nuovi (Pronto Soccorso, Blocco Operatorio etc.) che sono stati construiti con I necessari adeguamenti antisismici. E’ bello pensare Che anche I vecchi e fatiscenti capannoni Della ex Pirelli abbiano nuova vita. Quell che chiedo e’ Che is pensi a dei parcheggi adeguati Magari sotterranei come pensato in un vecchio progetto di alcuni anni fa.

  15. # Morchia

    Devono ancora dare mandato a una commissione per valutare la fattibilità di questa idea. Quindi siamo ancora al nulla di fatto. E ci terremo ancora per anni l’inefficiente e costoso rudere anzichè un ospedale nuovo, e per cosa? Per non disturbare i signorotti di Montenero amici di qualcuno, e si fa presto a capire di chi? Poi ragionate del Pd e delle coop rosse, ma cos’è cambiato? Contenti voi…

    1. # Francesco

      A volte mi chiedo se lo facciate a posta… Il problema non é l ospedale nuovo a Montenero, ma il fatto che i posti letto sarebbero stati dimezzati (faccio presente che ad oggi la gente sta 48 ore su una barella al pronto soccorso) ed i posti di lavoro DECAPITATI di almeno 1/3. Quando capiremo questo, comprenderemo anche che quella, non era la scelta giusta.

      1. # Morchia

        E allora non si dice no al nuovo ospedale, si chiede di averlo nuovo ma con gli stessi posti. La cosa cambia parecchio…

  16. # ex politico cerca lavoro

    Questi progettano…ma non hanno ancora capito che entrambi tra poco meno di un anno dovranno cercarsi un lavoro?

  17. # Rita

    Abito vicino all’ospedale , purtroppo devo rilevare diverse criticità per noi residenti. Dalla carenza di parcheggi, alle ambulanze che a sirene spiegate alzano di molto i decibel ambientali , per non parlare poi di Pegaso , un servizio eccellente per gli sfortunati trasportati , ma che si rivela anche questo motivo di notti insonni. Insomma l’ospedale che ormai ha più di cento anni ha dato tanto e dovrebbe essere utilizzato per altro .

    1. # Alessio

      Cara Rita il punto è proprio questo: Regione, Comune, Azienda hanno apparentemente trovato la quadra con un accordo che porterà alla realizzazione di fabbricati aggiuntivi a quelli esistenti ma pur sempre baricentrici rispetto alla città, con buona pace dei residenti, del conseguente ulteriore congestionamento del traffico, inquinamento acustico e atmosferico. In un sistema moderno, in una città moderna l’ospedale, grande o piccolo che sia, non deve trovarsi nel tessuto urbano ma piuttosto collegato a questo con ottime vie di comunicazione.
      Se mai il progetto passerà alla fase operativa ci attendono 20 anni di cantieri in via della Meridiana e nel perimetro ospedaliero attuale. Contenti noi….

  18. # Mauro B

    Livorno è una città provinciale che non si apre e lo rimarrà anche nel futuro, leggo su internet: Milano, 15 febbraio 2018 – Un NUOVO ospedale verticale, sedici piani più l’interrato per 150 mila metri quadrati, 20 mila di base che salgono fino a 85 metri d’altezza sull’area ex Expo; altri ventimila di verde intorno, via d’acqua inclusa. Il nuovo Galeazzi, previsto al 2021, non è un ospedale ma la somma di due: il Gruppo San Donato porterà nel “grattacielo” il suo Irccs ortopedico con neurochirurgia (ha il più grande centro di chirurgia spinale in Italia ed è il primo per protesi impiantate, dotato di officina interna) e la clinica Sant’Ambrogio, acquisita nel lontano ’87 e forte su tutta l’area cardiovascolare e sull’obesità. Meno male che l’Italia non è solo Livorno……

  19. # Ermete

    Ma avete idea di quanto tempo e denaro occorrono per la sola bonifica dell’area ex Pirelli?
    State applaudendo il nulla è solo un rimandare per questa Giunta e pure per il Rossi, certo che è facile imbrogliare i livornesi.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Dichiaro di aver letto, ai sensi dell'art. 13 D.Lgs 196/2003 e degli art. 13 e 14 del Regolamento (UE) 2016/679, l'Informativa sulla Privacy e di autorizzare il trattamento dei miei dati personali.
Il commento e il nick name da lei inseriti potranno essere pubblicati solo previa lettura da parte della redazione. La redazione si riserva il diritto di non pubblicare o pubblicare moderandolo sia il commento che il nick name. Se acconsente prema il bottone qui sotto “commenta l’articolo”.

Passa alla versione desktop Torna alla versione responsive