Cerca nel quotidiano:


La diabetologia dell’USL Toscana nord ovest si conferma una eccellenza

L’Azienda si conferma nel panorama nazionale con una rete diabetologica aziendale composta da professionisti di alto livello

Venerdì 19 Novembre 2021 — 12:19

Mediagallery

Si è da poco concluso a Bologna il 23esimo congresso nazionale AMD (Associazione Medici Diabetologici) dal titolo ‘Una nuova diabetologia tra sostenibilità, prossimità e innovazione’, al termine del quale il coordinatore dell’area diabetologica dell’Asl Toscana nord ovest e direttore della struttura di Livorno Graziano Di Cianni è stato ufficialmente nominato presidente dell’Associazione Medici Diabetologici italiani (nella foto le dottoresse Gregori e Lencioni insieme al dottor  Di Cianni). Sempre per quanto riguarda i professionisti dell’Azienda USL Toscana nord ovest è stata confermata per i prossimi quattro anni la presidenza regionale di AMD, nelle figure di Giovanna Gregori (Diabetologia di Massa Carrara) come presidente in carica e di Cristina Lencioni (Diabetologia di Lucca) come presidente eletto.
La multidisciplinarietà, l’innovazione e le competenze sono state il filo conduttore dell’evento formativo che ha segnato, con successo, il ritorno in presenza di migliaia di medici diabetologici. Importante, anche in questo caso, il contributo scientifico dei medici diabetologi dell’Asl Toscana nord ovest che sono stati invitati a presentare letture sui trial cardiovascolari relativi ai nuovi farmaci con dimostrata protezione cardio-renale (Cristina Lencioni – Lucca e Margherita Occhipinti – Versilia) e sulla neuropatia diabetica (Fabio Baccetti – Massa Carrara) una complicanza molto diffusa ma spesso non trattata.

Sempre in questo ambito, Paola Orsini (Livorno) ha presentato un importante lavoro sulla mortalità dei pazienti con complicanze neuroischemiche agli arti inferiori. Non sono mancate le presentazioni sul tema diabete e gravidanza in epoca Covid (Emilia Lacaria – Livorno e  Mary Mori – Massa Carrara). L’innovazione in ambito tecnologico correlata all’uso dei sensori e microinfusori è stata oggetto delle comunicazioni di Isabella Crisci (Massa Carrara) e Francesca Pancani (Livorno). Infine, un’interessante osservazione sulla presa in carico terapeutica dei pazienti dimessi dalla Cardiologia è stata presentata da Margherita Occhipinti e e una sull’utilizzo dei nuovi farmaci da Fabio Baccetti. L’Azienda USL Toscana nord ovest si presenta quindi nel panorama nazionale con una rete diabetologica aziendale composta da professionisti di alto livello, dedicati alla cura di questa patologia complessa e interdisciplinare, e sempre più impegnati – dal punto di vista clinico, scientifico e organizzativo – a dare una risposta assistenziale adeguata alle persone con diabete e ai loro familiari.

Riproduzione riservata ©