Cerca nel quotidiano:


Migliora il bambino. Profilassi per 200 persone

Sono migliorate nella notte le condizioni del bambino di 8 anni colpito da meningite da meningococco C e ricoverato nel tardo pomeriggio al Meyer. Il piccolo sta rispondendo positivamente alle terapie e non è in pericolo di vita

martedì 22 Novembre 2016 23:36

Mediagallery

Sono migliorate nella notte le condizioni del bambino di 8 anni colpito da meningite da meningococco C e ricoverato nel tardo pomeriggio al Meyer. Il piccolo sta rispondendo positivamente alle terapie e non è in pericolo di vita. Sveglio e sfebbrato, il bambino è stato protetto dal vaccino che gli era stato somministrato nel 2009, che ha mitigato l’aggressività dell’infezione (clicca qui per la donna di Viareggio deceduta per la meningite).

PROFILASSI PER 200 PERSONE. Nella mattina di oggi il personale dell’Azienda Usl Toscana nord ovest e del Comune di Collesalvetti hanno incontrato familiari e personale della scuola la scuola primaria “Rodari” dell’Istituto comprensivo Minerva Benedettini di Collesalvetti frequentata dal bambino. Si è proceduto alla somministrazione di profilassi antibiotica a circa 200 persone cioè tutti coloro che negli ultimi 10 giorni hanno avuto contatti diretti, stretti e prolungati con il bambino. Fra questi i familiari, gli insegnanti, i compagni di classe e tutti coloro che hanno svolto attività didattiche con lui. Dalla ricostruzione fatta con i familiari dei giorni precedenti non sono emersi altri possibili luoghi di contagio.

 

L’Azienda USL Toscana nord ovest ricorda che la vaccinazione, sia in caso di prima dose che di eventuale richiamo, rappresenta la strategia più efficace per proteggere la popolazione, contenere la diffusione e limitare il più possibile la circolazione del batterio. La Regione Toscana ha stabilito di estendere a tutto il territorio regionale le misure straordinarie di profilassi introdotte dalla DGR 571/2015 fino al 31 marzo 2017 .

SEDUTE STRAORDINARIE. Esclusivamente e tassativamente per i bambini frequentanti il plesso scolastico interessato dal caso è stata indetta per domani mattina, giovedì 24 novembre, una seduta straordinaria di vaccinazione a partire dalle 8 al centro socio sanitario di Collesalvetti (Via don Bosco). Per tutti gli altri sono in via di definizione ulteriori eventi straordinari ad accesso libero.

COME VACCINARSI. A tutte le persone di età compresa tra gli 11 e i 45 anni, ovvero coloro che hanno diritto alla somministrazione gratuita, si raccomanda di rivolgersi al proprio Pediatra o Medico di famiglia per informazioni ed effettuare la vaccinazione direttamente nei loro ambulatori. La vaccinazione potrà essere effettuata, inoltre, anche presso i Centri Socio-sanitari seguendo le indicazioni per ciascuna Zona di appartenenza. I cittadini tenuti al pagamento del ticket, ovvero quelli con età superiore ai 45 anni, potranno effettuare la vaccinazione presentando copia dell’avvenuto pagamento effettuato ai tradizionali sportelli di riscossione Cup. Per il pagamento non serve alcuna prescrizione medica. I cittadini con età superiore ai 45 anni residenti nel territorio dell’Azienda USL Toscana nord ovest possono accedere alla prestazione pagando un ticket da 24,07 euro (vaccino monovalente) o 45,52 euro (vaccino quadrivalente coniugato).

INFORMAZIONI. Per informazioni non di carattere sanitario, ma di servizio (orari e sedi vaccinali) relative alla provincia di Livorno resta a disposizione il numero verde gratuito 800.03.08.08 dal lunedì al venerdì dalle 8.30 alle 16.30.
“Sono contenta di questo miglioramento e faccio al bambino i miei auguri per una pronta guarigione – ha detto l’assessore al diritto alla salute Stefania Saccardi – Anche in questo caso il vaccino è servito ad attenuare la gravità della malattia. E dunque ancora una volta rinnovo il mio invito a tutti quanti rientrano nelle categorie per le quali il vaccino contro il meningococco C è indicato, a vaccinarsi, dal proprio medico di famiglia o dal pediatra, o agli ambulatori della Asl. Il vaccino è gratuito. La campagna straordinaria contro il meningococco C è stata prolungata fino al 31 marzo 2017″. Scuole di Stagno chiuse – Il sindaco di Collesalvetti, Lorenzo Bacci comunica che “viste le dimensioni del plesso scolastico a livello di numeri di utenti (circa 300 studenti tra infanzia e primaria) e le conseguenti difficoltà nel gestire in loco le operazioni di interfaccia con le famiglie giustamente preoccupate per i loro figli, in accordo con la Asl ritengo opportuno disporre l’ordinanza di chiusura temporanea al solo scopo organizzativo per poter gestire al meglio le operazioni di profilassi senza creare allarmismi e inutile confusione. I sanitari della Asl contatteranno nella giornata di mercoledì 23 novembre direttamente soltanto coloro i quali dovranno essere sottoposti alla necessaria profilassi. Ricordo che non vi è alcuna motivazione igienico sanitaria ma solamente di ordine pubblico”.

Riproduzione riservata ©

9 commenti

 
  1. # Alla Frutta

    Bravo Bacci. Scelta saggia. Non allarmarsi ma precauzioni si.

    1. # france

      le precauzioni sono i vaccini.
      Ci vorrebbe l’obbligo di vaccino per poter accedere alle scuole, altrimenti questi ragazzini diventano untori come nel medioevo, contagiando i bambini sani e annullando l’immunità di gregge.
      Inizio a non giovarmi più della gente che mi circonda: lavoro al pubblico e al pensiero di quanta gente non si vaccina più, mi sale lo schifo.

  2. # livornese

    Ma se era vaccinato il bambino allora questo significa che il vaccino fin’ora usato non è più efficace?
    questa cosa andrebbe chiarita anche da parte degli uffici sanitari competenti.

    1. # Ale

      Sembra che il vaccino duri 5/6 anni e poi va fatto il richiamo .

      1. # zubizzarreta

        il vaccino dura 5 anni, poi va fatto il richiamo. la meningite C è una bestiaccia, il vaccino è la più sicura delle prevenzioni, il resto sono chiacchiere.

    2. # FAbry

      ciao i virus e i batteri mutano, se ti vaccini per l’influenza c’è ugualmente il rischio di prenderla, magari più leggera

      il meningocco C è simuramente suddiviso in C!, C2, C3 ecc

      parlo da ignorante

  3. # LISA

    Sono contentissima per il bambino!! Un abbraccio grande grande ed un forte in bocca al lupo!!!!

  4. # Babbo Marco

    Mio figlio non può fare alcuni vaccini per problemi di allergie ad alcune componenti; ha fatto tutti quelli che poteva per mettere al sicuro se stesso e gli altri. A volte mi chiedo: “e se dovesse prendere (per esempio all’asilo) una malattia grave per la quale non ho potuto vaccinarlo, a causa di un genitore irresponsabile che vuole fare il freakkettone hippy? cosa succede? ” spero di non scoprirlo mai. Nel caso finirei in galera

  5. # Chubby66

    Bene hanno fatto l’Emilia Romagna e spero il Lazio, vuoi andare all’asilo con gli altri bimbi, TI VACCINI se no stai a casina tua.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Dichiaro di aver letto, ai sensi dell'art. 13 D.Lgs 196/2003 e degli art. 13 e 14 del Regolamento (UE) 2016/679, l'Informativa sulla Privacy e di autorizzare il trattamento dei miei dati personali.
Il commento e il nick name da lei inseriti potranno essere pubblicati solo previa lettura da parte della redazione. La redazione si riserva il diritto di non pubblicare o pubblicare moderandolo sia il commento che il nick name. Se acconsente prema il bottone qui sotto “commenta l’articolo”.