Cerca nel quotidiano:


Nuovo ospedale, sopralluogo del presidente Giani

Ad accompagnare il neo presidente della Regione Toscana c’erano il sindaco Salvetti, la direttrice generale dell'Azienda USL Toscana nord ovest Casani e il consigliere regionale Gazzetti

Mercoledì 14 Ottobre 2020 — 17:24

Mediagallery

Il nuovo presidio ospedaliero sarà realizzato nell'area denominata ex-Pirelli (circa 31.400 metri quadrati). L'edificio avrà un piano interrato e 4 piani fuori terra

Il neo presidente della Regione Toscana, Eugenio Giani, ha compiuto il 14 ottobre un sopralluogo nell’area “ex Pirelli” di Livorno dove sorgerà il nuovo ospedale. Ad accompagnarlo c’erano il sindaco di Livorno Luca Salvetti, la direttrice generale dell’Azienda USL Toscana nord ovest Maria Letizia Casani, e il consigliere regionale Francesco Gazzetti. “Per la comunità livornese e l’intera rete ospedaliera toscana si tratta di un progetto importante, la cui realizzazione consentirà di dar vita a un modello organizzativo sanitario flessibile, in grado di mettere al centro le esigenze dei pazienti  con percorsi di cura erogati in regime ambulatoriale e ordinario, massimizzando così l’utilizzo delle risorse e migliorando il lavoro degli operatori sanitari – dichiara il governatore Giani -. Per la Regione Toscana è un intervento rilevante, frutto di un accordo di programma, sottoscritto a suo tempo con tutti i soggetti istituzionali interessati, con l’obiettivo primario di dare risposte concrete al fabbisogno sanitario del territorio, puntando sulla qualità dei servizi e delle prestazioni erogate”. “La visita del presidente a pochi giorni dalle elezioni – dice la direttrice Maria Letizia Casani – è un segnale di attenzione verso la nostra città e in particolare verso la sanità locale. La città di Livorno merita una nuova struttura e il progetto portato avanti permetterà di poter avere il primo ospedale pensato in “epoca Covid” con tutte le conseguenti ripercussioni sulla organizzazione clinica. Il nuovo ospedale dovrà garantire, infatti, l’applicazione dei moderni processi di diagnosi e cura dei pazienti, anche in condizioni di particolare emergenza e criticità tali da richiedere il ricorso ad una maggiore flessibilità organizzativa. Il progetto permetterà inoltre al vecchio ospedale di lavorare a pieno ritmo, per tutta la durata del cantiere, garantendo alla città un’offerta sanitaria adeguata alle richieste dei cittadini. Adesso è il tempo di procedere con determinazione verso un obiettivo condiviso da tutti gli enti coinvolti. Per questo voglio ringraziare la Regione Toscana e l’Amministrazione Comunale di Livorno che hanno sostenuto questa scelta”. “Ho apprezzato la visita del presidente – ammette il sindaco di Livorno, Luca Salvetti – che ha dimostrato di essere interessato all’importante opera, fondamentale per la città di Livorno. I tecnici hanno illustrato al presidente Giani il progetto che al momento è al centro del percorso partecipativo che abbiamo attivato da poco con cittadini e stakeholders. Lo scopo è di avviare un confronto e migliorare il piano. Il Presidente della Regione sarà costantemente informato dell’iter del nuovo ospedale ed ha confermato la disponibilità della Regione a supportare il progetto”.

Il progetto. Il nuovo presidio ospedaliero sarà realizzato nell’area denominata ex-Pirelli (circa 31.400 metri quadrati), già individuata dal “Documento di fattibilità delle alternative progettuali approvato dalla Asl Toscana nord ovest e dal Comune di Livorno nel maggio scorso. Avrà una superficie utile complessiva di circa 66.300 metri quadrati, per un volume complessivo di circa 285.000 metri cubi, oltre a circa 9.600 mq che saranno dedicati ad area di parcheggio per il personale dipendente. L’edificio avrà un piano interrato e 4 piani fuori terra.

Il quadro finanziario. Le risorse finanziarie per la realizzazione del nuovo presidio ospedaliero di Livorno sono stimate dalla Regione in 245.000.000 di euro. Di questa cifra:

– 750.000 euro sono già stati assegnati alla Asl Toscana nord ovest per la copertura di parte dei costi relativi alle indagini preliminari per lo studio di fattibilità tecnico-economica;

– 19.000.000 necessari per la progettazione definitiva ed esecutiva sono già stati assegnati nel gennaio 2020;

– 225.250.000 sono stimati per il completamento dell’investimento complessivo. Di questi: 171.000.000 per la costruzione del nuovo edificio e la realizzazione dei relativi impianti sono stati assegnati dalla Regione alla Asl Toscana nord ovest con la delibera approvata dalla giunta nella seduta di lunedì 8 giugno scorso; altri 54.250.000 euro (una stima prudenziale che dovrà essere aggiornata, pesumibilmente, al ribasso, una volta che saranno state effettuate le gare per la progettazione esecutiva e per l’appalto dei lavori), per la dotazione degli arredi e di attrezzature sanitarie, verranno assegnati alla Asl nord ovest dal 2022 in poi, nel periodo antecedente al completamento della costruzione, in coerenza con il cronoprogramma di realizzazione dell’opera.

Riproduzione riservata ©